Strict Standards: Redefining already defined constructor for class wpdb in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/wp-db.php on line 52

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/cache.php on line 36

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Object_Cache in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/cache.php on line 389

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_PageDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 556

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_CategoryDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/classes.php on line 678

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/query.php on line 21

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-includes/theme.php on line 508

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/paged-comments.php on line 252

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/paged-comments.php on line 254

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/paged-comments.php on line 258

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/paged-comments.php on line 343

Warning: Creating default object from empty value in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/paged-comments.php on line 26
Terrorpilots » 2011 » Luglio » 22
eXTReMe Tracker

dotArchivio del 22 Luglio 2011

starLa forza

22 Luglio 2011 alle 14:32
er mahico

rivoluzionario
La speranza di un’Italia migliore sta nelle mani dei lavoratori che ogni giorno continuano onestamente a dare il massimo in condizioni disagiate senza diritto di replica.
Ovviamente questa speranza dà noie ai poteri corrotti che ci sono adesso al comando della Nazione.
Motivo per cui, preventivamente , si stanno mandando tutti a spasso, operai e insegnanti in primis, poiché la loro schiena, piegata dal lavoro, ma dritta nell’onore e nella dignità molto più di tanti onorevoli, la loro tenacia, la loro forza appunto costituisce una minaccia.
Una terribile spada di Damocle , la possibilità che il sudore sia da esempio per le masse, che i sogni di facile guadagno e vita agiata siano dissolti dalla semplicità dei valori di una volta.
Stanno tagliando le gambe al paese pur di non venire disarcionati.
La nostra Forza è resistere.
resistere resisteresempre

Pubblicato in Povera Italia da er mahico | 420 Commenti »

starFacebook e la privacy: perchè è necessaria un’alternativa

22 Luglio 2011 alle 12:01
RedPower

Mi sono registrato a Facebook nei primi mesi del 2008, quando ancora era semi-sconosciuto a noi italiani e quando ancora tutti utilizzavamo MSN.
L’idea era veramente innovativa: tutti che si facevano i fatti di tutti proprio come nella vita reale e anzi di più. La possibilità di poter scrivere le nostre cose in quei pochi caratteri ammessi da Facebook con l’illusione che sarebbe importato qualcosa a qualcuno.
Era uno strumento unico nel suo genere che poteva servire ad ogni tipo di persona: a quelli che muoiono dalla voglia di far sapere tutto quello che fanno in ogni istante della giornata, quelli che lo usano per tenersi in contatto con gli amici, quelli che lo usano per giocare, quelli che lo usano per pubblicizzare la propria azienda ecc..ecc.
Fin dal 2008 però sono iniziate le critiche in materia di privacy. Si accusava Facebook di non tenere al diritto di privacy dei suoi iscritti.
All’inizio mi sembravano critiche senza fondamento. Infatti all’interno del social network sono sempre stati presenti e a disposizione dell’utenza tutti gli strumenti per la protezione della privacy. Dalle impostazioni è possibile infatti decidere chi può rintracciarci, chi può leggere cosa condividiamo, chi può vedere le nostre foto. E’ vero però che l’utenza di Facebook è un utenza molto “di massa” che non conosce nemmeno la pagina delle impostazioni, quindi sarebbe stato opportuno che gli sviluppatori non avessero introdotto una pubblicizzazione automatica al momento della creazione di ogni nuovo profilo.
La cosa però che mi ha fatto sorgere dubbi sull’effettiva volontà di Facebook di proteggere i nostri dati personali è stata questa: nel marzo 2011 e’ uscito un nuovo aggiornamento del social network che ha rivoluzionato il sistema della chat interna.
Prima di marzo 2011 come funzionava?
Tizio ti poteva mandare un messaggio personale (simile ad una mail) che ti appariva nella casella dei messaggi, oppure ti poteva contattare in chat.
Per eliminare il messaggio bastava cliccare su elimina, per eliminare la cronologia chat bastava cliccare su CANCELLA CRONOLOGIA CHAT.
Un sistema semplicissimo.
Hanno deciso di modificarlo nel marzo 2011 rendendolo così:
Tizio può decidere di contattarti in chat oppure in messaggio. Sia la chat, sia il messaggio verranno registrati nella casella dei messaggi. Quindi tutta la tua cronologia chat sarà presente nella casella messaggi.
Come eliminare la cronologia delle chat ?
Mentre prima bastava un click, ora devi veramente impazzire per capire come fare.
Probabilmente in molti (soprattutto l’utenza “di massa” di cui parlavo prima) sono andati nella casella di posta e hanno cliccato sulla crocetta accanto al messaggio o alla cronologia chat pensando che bastasse questo per eliminare ogni traccia.
Sappiate che in questo modo non si elimina proprio niente, ma i messaggi vengono solo spostati in un’altra cartella che contiene tutti i messaggi archiviati.
Dopo aver archiviato tutti i messaggi potete andare in quella cartella di messaggi archiviati: a questo punto non c’è una crocetta per eliminare il messaggio ma solo una freccia che sposta di nuovo il messaggio nella prima casella di posta.
Quindi come si eliminano???

Click sul messaggio >
click su azioni >
click su elimina messaggi >
click su elimina tutti >
click su elimina conversazione

Ora…..io che sono registrato dal 2008 ho tipo 200 messaggi e cronologie di chat da eliminare….voi avete idea di quanto tempo ci devo mettere a eliminare tutto? Ma soprattutto non era più semplice un unico tasto “Elimina tutta questa roba che ho già archiviato” ?
Perchè Facebook non vuole farci eliminare i messaggi?
Per poter rispondere a questa domanda dovete prima sapere che sempre più spesso nelle indagini penali italiane, americane e di tutto il mondo si utilizzano proprio come mezzo di ricerca della verità le informazioni che lo Stato richiede a Facebook attraverso rogatorie internazionali.
In un caso di cronaca accaduto pochi giorni fa in Italia è infatti accaduto che Tizio ha ucciso la moglie; è stata richiesto il recupero del profilo di facebook che era stato eliminato da Tizio ed è stato scoperto che egli scambiava messaggi con l’amante. Tizio è stato messo in galera.
E’ tutto molto bello però c’è da capire che qua non si tratta di intercettazioni, ma si tratta di un gruppo di persone che hanno in mano le informazioni di miliardi di utenti.
Anche Assange, il fondatore di Wikileaks ha accusato Facebook:
http://goo.gl/nyhmu
L’uomo che ha fatto tremare i potenti del mondo ieri ha preso di mira proprio Zuckerberg accusando il suo social network di essere una vera e propria spia in mano ai servizi americani.
Le accuse di Assange hanno allarmato moltissimi utenti: l’ideatore di WikiLeaks ha affermato infatti che tutti i tuoi dati personali, link, post, insomma tutta la tua attività che svolgi quotidianamente su Facebook potrebbe essere registrata, spiata e sfruttata contro di te dai servizi di polizia statali.
Assange ha accusato che il processo di passaggio dati da Facebook ai servizi americani sia ormai automatico (in caso di indagine dei servizi su un determinato utente) in modo da tagliare i tempi e i costi dell’operazione.
La reazione di Facebook non si è fatta attendere e ha lasciato qualche dubbio tra gli utenti sulla relativa sicurezza della loro privacy, ecco alcuni passaggi della risposta ufficiale di Zuckerberg e soci:
“Le osservazioni di Assange sono esagerate. E’ vero che le cause civili e le forze dell’ordine si affidano sempre più a social network come Facebook  (come fonte di prova nelle indagini penali e cause legali) ma è la conseguenza delle nostre azioni, mettere a disposizione più informazioni su noi stessi di quante erano facilmente disponibili e individuabili fino a qualche anno fa.

e ancora:

“Noi non forniamo i dati dietro richiesta delle persone e governi, deve esistere un presupposto e una richiesta, legale, durante un processo. Le norme di legge variano da Stato a Stato e rispettiamo la volontà delle Nazioni.

Chiariamo che sono felice se un assassino viene arrestato, però mi solleva non pochi dubbi il fatto che siano i fondatori di Facebook e i soci di Zuckerberg ad avere in mano così tante informazioni. Anche perchè Facebook è un’azienda e l’azienda mira al guadagno. Cosa accadrebbe se invece dello Stato fosse un malavitoso o un mafioso ad offrire soldi in cambio di informazioni ? E se fosse uno dei grandi potenti della Terra a farlo? Facebook sarebbe sempre così disponibile?
E’ per questo che eliminerò il mio profilo ( dopo aver passato almeno 2 giorni ad eliminare tutti i messaggi….). Facebook sta diventando un grande occhio sovrastatale che ha bisogno di una concorrenza nel nome della privacy.

Credo che Google + possa essere una buona alternativa, pero’ saro’ pronto a ricredermi se replicassero le scelte fatte da Facebook.

Pubblicato in America, Internet e tecnologia, Vita quotidiana da RedPower | 4 Commenti »