eXTReMe Tracker

dotArchivio Autore

starNovità?

22 gennaio 2009 alle 21:03
qirex

Ragazzi, sarà che sto attraversando un momento di forte pessimismo e odio “cosmico”, ma non riesco ad essere così estasiato da Obama. Mi spiace ma proprio non ce la faccio.
Obama è sicuramente un personaggio nuovo. Questa è sicuramente la cosa più rilevante. Almeno non ha 70 anni come i nostri giovanotti. E allora? Viva Obama? Non proprio.
Obama come sappiamo ha preso i soldi per la sua campagna elettorale esclusivamente dai privati. Cioè tantissime persone normali che hanno dato un contributo. Il problema è che a dare un contributo sono state anche le tanto famigerate lobbies. L’industria del tabacco, le banche, le case farmaceutiche, l’industria bellica e i giganti dell’elettronica che sfornano prodotti sempre nuovi per lo spionaggio. Con queste premesse, siamo proprio sicuri che Obama rappresenti il cittadino medio americano? O quello povero? È davvero facile immaginare che se ha preso tanto soldi dalle lobbies, deve impegnarsi a dare il meno fastidio possibile ai loro sporchi affari. Ok, ora qualcuno mi potrà dire che effettivamente qualche anno fa in America i neri non potevano nemmeno entrare in un ristorante. È vero, ma io credo che il mondo si divida non in bianchi e neri, ma in ricchi e poveri. Obama non faceva mica l’operaio cassintegrato. Qualcuno mi potrà obiettare che comunque i buoni propositi ci sono, aspettiamo e vediamo che succede. Si aspettiamo, ma nel frattempo ricordiamoci che Obama è Americano. E in quanto Americano la pensa come tutti gli altri americani: l’America prima di tutto e tutti. L’interesse prima di tutto e tutti.
Detto questo, non lo so se Obama avrà la volontà e la forza di divincolarsi dalle lobbies che l’hanno portato fin lì. Non lo so se avrà la capacità di smettere una volte per tutte di andare in giro per il mondo a “portare la democrazia” a chi non la vuole, a chiudere il lager di Guantanamo, a dare assistenza sanitaria a chi non se la può permettere. Insomma: a scendere dal piedistallo.
Spero di essere presto smentito con i fatti.

Pubblicato in America da qirex | 47 Commenti »

starSfogo post-natalizio

7 gennaio 2009 alle 19:26
qirex

Compagni, finalmente è arrivato il 2009. A dire la verità il 2009 è arrivato da qualche giorno, ma che volete, sono stato troppo impegnato a maledire la fine dell’anno passato e l’inizio dell’anno presente.
Già, perché evidentemente ero abituato a sentire le notizie di crisi, licenziamenti eccetera, come se fossero cose che in fondo in fondo, anche se spiacevoli e vergognose non mi riguardassero. E invece mi sono dovuto ricredere. I miei genitori hanno tutti e due perso il lavoro, grazie a questa bella crisi creata ad arte dai maghi della finanza. Se era possibile, tutto questo ha fatto aumentare il mio personale odio verso l’universo infinitocosmico.
Ma oltre ai miei piccoli drammi, cosa ci ha portato di nuovo il 2009?
– Una guerra fresca fresca. Cioè, a dire il vero è un po’ stagionata, ma sapete com’è sembra che ebrei e musulmani non possano passare più di tanto in tregua.
– Una drastica riduzione delle forniture di gas, che l’amico Vladimir ha deciso di non mandare più per colpire quei cattivoni di ucraini. Cattivi. Si.
Quali altre mirabolanti e fantastiche sorprese ci riserva il 2009?

Pubblicato in Guerra Globale, pessimismo da qirex | 69 Commenti »

starAssassini

21 novembre 2008 alle 11:22
qirex

Ogni tanto una buona notizia fa bene. Ci serve a sperare che al mondo esistono persone che tutto sommato lavorano davvero affinché le cose cambino. Sto parlando del rinvio a giudizio per gli indagati per i fatti della Thyssen Krupp di Torino, dove morirono sette operai nel rogo causato dal cattivo stato dell’impianto. Bene, apprendiamo da La Stampa che gli indagati sono stati rinviati a giudizio con accuse pesantissime.

Ecco nel dettaglio gli imputati e le accuse:
– Herald Espenhahn (amministratore delegato): omicidio volontario;
– Marco Pucci (consigliere delegato): omicidio colposo aggravato;
– Gerald Priegnitz (consigliere delegato): omicidio colposo aggravato;
– Daniele Moroni (responsabile area tecnica): omicidio colposo aggravato;
– Raffaele Salerno (dirigente): omicidio colposo aggravato;
– Cosimo Cafueri (dirigente): omicidio colposo aggravato.

Le motivazioni sono, a quanto pare schiaccianti. Nonostante il prossimo disarmo dello stabilimento di Torino, l’azienda ha deciso di incrementare la produzione di laminato (prodotto nella linea del rogo), e di posticipare gli investimenti per la messa in sicurezza dell’impianto. Nonostante la relazione della compagnia assicuratrice Axa che consiglia di intervenire sulla sicurezza perché “c’è pericolo che l’incendio si propaghi per combustione/rottura delle tubazioni dei manicotti in modo estremamente rapido, favorito dall’alta pressione dell’olio”. Proprio quello che è successo. Nonostante le stesse cose erano state predette dai Vigili del Fuoco e da un organo interno aziendale. Nonostante l’azienda avesse stanziato fondi per la sicurezza, l’amministratore delegato decise di soprassedere per Torino che sarebbe stato chiuso di lì a poco.
E invece di lì a poco sono morte sette persone. Bruciate vive.

Assassini.

Pubblicato in lavoro, Ottimismo da qirex | 22 Commenti »

starCane non mangia cane /2

16 novembre 2008 alle 23:40
qirex

Oggi è stato dato il verdetto nel processo per i fatti della Diaz, durante il G8 di Genova nel 2001.
Non mi va di scrivere del processo, quello che vi serve lo trovate qui. Quello che vorrei fare è rendervi partecipi dello sconforto che mi prende ogni volta che veniamo a sapere di sentenze così scandalose. Il vecchio detto “cane non mangia cane”, a quanto pare è sempre valido e non tramonta mai.
Come è possibile sollevare da ogni responsabilità chi dava direttamente gli ordini ai cani che entrarono nella Diaz?
Come è possibile che i colpevoli siano sempre e solo gli ultimi gradini della piramide? Perché, è giusto ricordarlo, i poliziotti come i carabinieri eseguono solo degli ordini. Che poi ci mettano del loro per essere fascisti e brutali, lo sappiamo. Ma comunque loro eseguivano gli ordini. E allora perché non tagliare le mele marce anziché sfrondare i rami?
Per quale motivo ci stanno convincendo sempre di più che la giustizia ormai non esiste più?
Perché mi fanno sognare di avere un fucile e farli fuori uno per uno?
Perché mi portano a credere che ormai le cose non potranno cambiare mai?
Perché mi devono far temere lo stato?
Perché mi devono portare all’odio?

Pubblicato in Fascismo arretrato, Povera Italia da qirex | 52 Commenti »

starImbecille

7 novembre 2008 alle 23:37
qirex

Leggo su repubblica.it  che il nostro amato premier nano ci da degl’imbecilli. Perché?

Perché siamo stufi di essere lo zimbello internazionale.
Perché siamo stufi di essere i primi della classe in viscidume e leccaculismo strisciante.
Perché siamo stufi che il capo del governo si comporti da pagliaccio davanti al mondo.

Ecco perché non decolliamo. Ecco perché l’Italia sarà sempre ferma mentre gli altri andranno avanti. Perché la maggioranza degli italiani che ha votato Berlusconi è come lui. Perché Berlusconi incarna perfettamente tutti i malcostumi italiani. L’italiano è visto all’estero esattamente come gli stereotipi classici, mandolino pizza mafia e lecchinismo. Quell’essere sempre il simpaticone di turno, sempre sopra le righe ma anche sotto, il classico tipo che “non ti preoccupare, aggiusto io”. In una parola, quell’essere furbo che crede di fottere gli altri. Peccato (anzi per fortuna) che gli italiani stanno solo in Italia. Per fortuna che la stampa estera non è asservita al regime più o meno blando.
Ma chi è che ci dipinge così? La stampa estera? I soliti giornalisti rossi, comunisti fino al midollo? O piuttosto la nostra classe dirigente? O piuttosto un premier che, ora che ha perso l’amico George, viene a piangere a Mosca dall’amico Dmitri elemosinando energia e facendo il giullare di corte?
E allora mi chiedo: chi è davvero l’imbecille? Chi non capisce una battuta stupida e fuori luogo, o piuttosto chi la fa?

Pubblicato in Povera Italia da qirex | 10 Commenti »

starEvviva la melma

29 ottobre 2008 alle 22:33
qirex

Dunque, ieri ho scritto che alcune organizzazioni studentesche di destra si sono unite alla protesta in piazza Navona a Roma. Vi confesso che mentre scrivevo, pensavo con soddisfazione che forse con i camerati si può dialogare, quando ci sono interessi comuni.
Sono stato un povero stupido solamente a pensarla una cosa del genere. La feccia non si smentisce mai. Difatti, a quanto pare, subito dopo il voto del Decreto al Senato, sono nati scontri tra la feccia e altri studenti. L’ANSA riferisce che gli scontri sono nati quando un gruppo di universitari, dopo aver trattato con la polizia si è avvicinato ad un gruppo di Blocco Studentesco, e questi ultimi sono partiti all’attacco, non si sa bene per quale motivo.
Al solito i camerati si fanno riconoscere per quello che sono, gettando discredito sul movimento che fino al loro arrivo è sempre stato pacifico. Chiaramente tutto questo verrà strumentalizzato e pompato ad arte in modo da far apparire tutti gli studenti come facinorosi che cercano lo scontro. E un altro mattone del piano berlusconiano è stato posato.
Che dire? Che la merda è sempre merda, non cambia mai.
[ansa]

Pubblicato in Fascismo arretrato da qirex | 17 Commenti »

starDeclino

28 ottobre 2008 alle 23:15
qirex

Dunque, a quanto pare ad occupare, manifestare e rompere le palle non sono solo i comunisti facinorosi. Sembra che anche organizzazioni studentesche di destra, manifestino insieme a quelle di sinistra. Certo con alcuni distinguo non da poco, ma comunque il fatto è che questa riforma non piace nemmeno agli studenti di destra. E non piace nemmeno a Famiglia Cristiana. Intendiamoci, Famiglia Cristiana per me conta come il due di coppe con la briscola a denari, ma comunque il fatto è che con un editoriale, Famiglia Cristiana chiede il ritiro o la sospensione del decreto Gelmini.
Quindi questa riforma non piace proprio a nessuno. E perché allora il governo non intende cambiare linea?
E qui inizia la mia riflessione.
In quale paese simildemocratico un presidente del consiglio vomita la sua spocchia su migliaia di persone che sabato hanno manifestato?
Perché un ministro della repubblica non prende in considerazione la possibilità di rivedere la riforma che sta per varare?
Perché pisciare in faccia a migliaia di studenti, mamme, rettori e ricercatori?
Perché invece di discutere in parlamento sulle riforme da fare, la maggioranza porta in discussione la possibilità di legalizzare la grappa fatta in casa?
Perché si governa per decreto?
Siamo sicuri di vivere in una democrazia?

Pubblicato in Povera Italia da qirex | 30 Commenti »

starApartheid in Italia

15 ottobre 2008 alle 21:37
qirex

Apartheid, o in altre parole: politica di segregazione razziale.
Ieri alla Camera è stata approvata una mozione della Lega, da inserire nella riforma Gelmini. La mozione prevede l’istituzione di “Classi di inserimento per bambini extracomunitari”. Cioè vuol dire che per accedere al sistema scolastico pubblico, i bambini extracomunitari devono frequentare classi separate dagli italiani, dove impareranno la nostra lingua e varie amenità del genere. Capite bene cosa significa? In una parola: Apartheid. E della specie più infame che colpisce chi davvero, senza ombra di dubbio, non ha colpe: i bambini.
Ora, io non sono un debole di cuore ma vi confesso che quando ho letto la notizia, mi è venuta la pelle d’oca. Poi riflettendo ho capito che alla fine si sta realizzando. Quell’opera di smantellamento della coscienza pubblica, operata attraverso lo strumento formativo, la scuola. Il bello è che ora la televisione e gli organi del regime vomiteranno sulla popolazione esausta della propaganda viscida, dicendo che questo è per il bene dei bambini che una volta entrati nelle classi con gli italiani, si integreranno meglio. Cazzate. I bambini oltre a essere indifesi, si sa, sono crudeli. Ma ve li immaginate i commenti dei piccoli italiani contro i piccoli stranieri? Il razzismo si insedia nelle menti più deboli, ignoranti. I leghisti sono razzisti perché sono stupidi, i bambini sono razzisti perché non hanno esperienza. Si capisce quindi, che far crescere i bambini in queste condizioni è praticamente come darsi mazzate sulle palle. Queste cose le capirebbero pure le pietre, ma quei mongoloidi che siedono in parlamento e che ci governano, perseverano in mala fede con il loro abominevole disegno.
Questo è un altro piccolo tassello che si aggiunge al muro che chi ci governa sta alzando tra noi. Stanno cercando di dividerci fin da bambini per poterci sopprimere meglio.
Pezzi di merda.

Pubblicato in Fascismo arretrato, mondo malato, Povera Italia da qirex | 136 Commenti »

starSpocchia ministeriale

15 ottobre 2008 alle 13:25
qirex

Non ci credevo. E invece scopro che è tutto vero: www.corriere.it//bossi_junior_bocciato.
I tempi cambiano, nella nuova Italia del nuovo millennio le cose cambiano. E non sempre in peggio come voi comunisti credete. Ci sono cose cambiano in meglio, mi spiego.
Qualcuno di voi è mai stato bocciato a scuola? Chi si, chi no, chi veniva rimandato (come me). Bene, tempo fa chi veniva bocciato solitamente riceveva una bella lezione a casa, di quelle che si ricordano. Voi non immaginate quante mazzate ho preso quella volta che son tornato a casa dicendo che mi avevano rimandato a settembre.
Ora i tempi sono cambiati, vetusti comunisti che non siete altro. Ora, nel nuovo millennio se il tuo pargoletto viene bocciato, puoi fare ricorso al TAR.
È quello che ha fatto un signore con qualche problema di salute, che si è visto il pupillo padano bocciato per motivazioni politiche. Casualmente il personaggio in questione è un ministro della Repubblica, quello che sputa senza ritegno nel piatto dove mangia.
Si, avete capito bene, Bossi ha fatto ricorso al TAR per contestare la bocciatura del piccolo condottiero padano.
Ricordiamo l’episodio per i distratti. Il figlio di Bossi, Renzo, è stato bocciato all’esame di stato che ha sostenuto da privatista in un istituto religioso dell’ordine delle suore meridionali comuniste. Appresa la notizia il padre celodurista, si scaglia con tutta la sua forza contro gli esaminatori presunti meridionali, che segano il ragazzo sol perché ha portato un tesina su Cattaneo (che a questo punto sarei curioso di leggere), contro il ministro Gelmini (ministro della pubblica distrazione) rea di avere troppi terroni in organico. A questo punto la ministra non ci sta e invece di mandare a quel paese il collega, che fa? Convoca la commissione esaminatrice del ragazzo, per riesaminare le irregolarità paventate da Bossi. Non so se mi sono spiegato bene… la commissione che ha bocciato il ragazzo, è chiamata a riesaminare se stessa! Misteri italiani.
Ora, questa commissione doveva riunirsi il 13 ottobre, ma a causa di impegni di uno dei commissari, è stata procrastinata a fine novembre. Ma nel frattempo, il giovane Bossi, sta studiando o no? E soprattutto date le lungaggini della giustizia amministrativa, non mi stupirei del fatto che se ne venisse a capo tra qualche anno. E intanto il “bocia” resta senza diploma. Oppure, magari, si applicherà la regola principale di questo governo:
La legge è uguale per tutti, ma c’è chi è un po’ più uguale degli altri.
Desolante…

Pubblicato in Povera Italia da qirex | 5 Commenti »

starPer Carnevale ogni scherzo vale

14 ottobre 2008 alle 11:39
qirex

Si parla tanto di leggi ad personam. Ma come sono fatte? Così.

“L’articolo 36 del decreto legislativo 5 aprile 2006 n.160, come modificato dall’articolo 2 comma 8 della legge 30 luglio 2007 n.111, è abrogato”.

Mamma: che lavoro vuoi fare da grande?
Corradino: voglio fare prima il giudice della Corte di Cassazione, poi dopo che messo i mafiosi (amici degli amici) in libertà, voglio fare il primo Presidente della Cassazione.
Mamma: non ti preoccupare tesoro, il governo amico saprà ricompensare tutti i tuoi sforzi.

Leggi ad personam, avanti un altro. Il governo più prolifico degli ultimi trecentoquarantotto anni, si prepara a varare l’ennesima legge fatta per gli amici degli amici. A beneficiarne, il giudice Corrado Carnevale, noto nell’ambiente col nickname l’Ammazzasentenze (poi vedremo perché). Ma il bello è che Carnevale è “recidivo”, questa è infatti almeno la seconda volta che un governo Berlusconi gli fabbrica una legge apposita.

La prima volta accadde nel 2003, quando in mezzo alla finanziaria, c’era pure un comma che restituiva “onore e carriera” ai dipendenti pubblici usciti indenni da procedimenti penali. È proprio il caso dell’Ammazzasentenze che finì imputato in concorso in associazione mafiosa, condannato prima, e assolto in Cassazione nel 2002.

La seconda accade proprio in questi giorni. È al varo un decreto legge che da più soldi ai magistrati che si trasferiscono in sedi disagiate. Ma all’interno, non troviamo solo questo, ma c’è pure una sorpresa. Il testo lo leggete in alto all’inizio del post. È ormai una moda quella di infilare commi “per amici” dentro leggi e decreti più disparati, ma evidentemente funziona così.
Perplessità a parte, che vuol dire? Ve lo dice lo zio qirex. Tradotto vuol dire che la legge per cui chi usufruiva della restituzione di onore e carriera, come detto in precedenza, non poteva raggiungere posizioni di vertice oltre i 75 anni, è stata abrogata. Via libera quindi al Giudice amico, via libera all’Ammazzasentenze.

Ammazzasentenze, perché quando era giudice ha messo in libertà un cospicuo numero di mafiosi, appellandosi ad artificiosi “vizi formali”. L’Ammazzasentenze che diede del cretino al giudice Falcone una volta morto.

Ma dove sta lo scandalo? Ormai non c’è più scandalo e questo è davvero triste.

Pubblicato in Povera Italia da qirex | 22 Commenti »