eXTReMe Tracker

Berlusconi: l’attacco al cuore dello stato

7 ottobre 2009 alle 22:21
Spartaco

C’è poco da essere contenti. Berlusconi sta volgendo a suo favore, mediaticamente,  una sconfitta che rischia di rimanere apparente. E che resterà tale, cioè solo sulla carta, nella misura in cui le cose che Berlusconi ha detto resteranno impunite. Berlusconi ha gridato: ”Arbitro cornuto!”. Perché lui sapientemente ha portato nella politica i vizi e le virtù di un’Italia pedatoria, che nel calcio ha trovato l’affermazione di un suo intrinseco nullismo. Come quella di un’Italia dove mentre il marito va a a puttane la moglie va a confessarsi dal prete e ne approfitta per fare la puttana anche lei.

Ma noi siamo diversi. Sappiamo perfettamente che una cosa è l’arbitro che corre avanti e indietro in mezzo agli scalmanati più o meno prezzolati che corrono su un campo di calcio, una cosa è la Corte Costituzionale. I giudici costituzionali sono i giudici delle leggi. Non fanno parte della magistratura. Non entrano nel merito dei fatti. Che di per sé possono aver sollecitato questo o quel provvedimento legislativo. Il quale però, a prescindere dall’obiettivo che persegue, deve essere in accordo con la legge  delle leggi che si chiama la Costituzione.

Attaccando la Corte Costituzionale Berlusconi ha attaccato la Costituzione, che è il cuore dello Stato. Berlusconi attacca il cuore dello Stato.

Il vero brigatista è lui. E lo fa senza il Kalashnikov, la cui fabbrica è fallita. Al suo posto faranno una fabbrica di palloni. Non quelli che vanno in aria, ma quelli che si prendono a calci. Speriamo che si salvino i lavoratori.

Berlusconi come Craxi: il colpo alla nuca della Repubblica. Grande Berlusconi. Altro che Ghedini, altro che Bonaiuti. Il suo genio ispiratore, il suo stratega è Galliani. I raccattapalle sono già mobilitati: galli e galline del pollaio della lega sono pronti a vendersi le penne, a cominciare da quelle del culo, che notoriamente in questa categoria di pennuti sono più deboli.Io il Kalashnikov non ce l’ho. Però lo schioppo appeso al chiodo c’è sempre , stamattina l’ho oliato e pulito, rinunciando al vino. Compagni, fate altrettanto.

Pubblicato in Il nano piduista da Spartaco | 18 Commenti »(Letto 15188 volte)

tn  tags: , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

18 commenti a “Berlusconi: l’attacco al cuore dello stato

  1. spartaco scrive:

    A GIGGINO
    Mo’ che a Napoli il Cavaliere ci è venuto,
    a Sant’Antimo in fretta in fretta ci è corruto.
    Il suo compare doveva salutare,
    come Andreotti che il mafioso andò a baciare.
    Per prender voti nella terra di Gomorra,
    val bene anche riverire la camorra.
    Sicchè il Silvio a Giggino l’ha omaggiato,
    e con gli infamoni ancora si è alleato.
    Giggini canaglia, dal Garigliano fino al Brenta,
    sarete cento o mille e trenta,
    uno a un vi scoveremo
    e degna fine vi daremo.

  2. dario scrive:

    Allora mi scuso a mia volta, visto che avevi parlato di Vauro avevo frainteso.
    Comunque, dalla faccia mi sembra che berlusca stia poco bene, forse il gonfiore del corpo e del viso sono indizi che i suoi stravizi lasciano il segno, questo spiega come mai sia così nervoso, se salta lui saltano partito ed azienda, dove son o nervosi pure loro, visto che si sono messi a seguire il povero giudice Mesiani (quello della sentenza da 750 milioni) peggio di cosa nostra, segno che stanno incazzati neri, e forse pure depressi.

  3. campano incazzato scrive:

    Il complotto c’è.
    I direttori della stampa estera sono tutti mutanti al soldo di Magneto.
    Quest’ultimo non tollera che berluskiatta sia stato capace di trasformare gli italiani in coglionazzi senza mutare il loro DNA è quindi vede in lui un potenziale nemico.
    Nel frattempo l’uomo invisibile aiutato dai servizi segreti marziani è entrato in palazzo grazioli a fare foto per screditare il premier .
    ma Obama non ci stà , lui che viene ad abbronzarsi i italia , ha prestato dei soldi a la russa per pagare dei talebani che rapissero santoro.
    Nel frattempo fede e confalonieri sono stati visti assieme ad una partita della juventus
    Ecco perchè la stampa estera sputtana l’italia.

  4. ignoto erudito scrive:

    No Dario non c’è lò con te , ma con il canzoniere da strapazzo.
    in ogni modo scusami.

  5. dario scrive:

    Ignoto erudito, se ce l’hai con me no capisco, io ho solo letto dell’incontro berlusca-d’alema sui giornali, il sito di Grillo è molto più duro.
    Se sei un leghista, vorrei ricordare che qualche giorno fa, alla presentazione della riforma della pubblica amministrazione con berlusca, Maroni e brunetta (dei ricchi e poveri, berlusca ha detto a Maroni che dopo aver arrestato tanti mafiosi a lui ancora non lo aveva preso.
    Mi è sembrato che Maroni ridacchiasse, magari pensando che c’era ancora tempo.

  6. ignoto erudito scrive:

    the Gladio.
    Sei povero di mente , ma spaccone come di solito : non vale la pena neanche di confrontarsi, con uno spegevole. Penso che da piccolo tu abbia avuto , tanta sofferenza.Impara a commentare come fa la gente normale: anzichè fare il Vauro tuo compare di merende.

  7. dario scrive:

    Non festeggiamo troppo, berlusca già ha trovato una sponda per fare concime dei pubblici ministeri mediante riforma in D’Alema (ieri sera erano sottobraccio grazie al lenone Letta).
    Mi ricordo la mitica bozza Boato della Bicamerale, chi tocca la Casta è morto.
    Il povero Bersani, se diventa segretario, rischia di fare la stessa fine di Veltroni, sempre grazie a d’alema.

  8. Giancarlo scrive:

    :applaudit: :applaudit: :applaudit:
    :yeah:
    :applaudit: :applaudit: :applaudit:
    :winner:

  9. Giancarlo scrive:

    :applaudit: :applaudit: :applaudit:
    :winner:
    :yeah:
    :applaudit: :applaudit: :applaudit:

  10. Spartaco scrive:

    Berlusconi si è incazzato,
    la Consulta lo ha sgamato.
    Ha chiamato i suoi scudieri
    e li ha colmato di impropèri.
    Il cerone gli si è sciolto,
    e si è scoperto il vero volto,
    del balordo mentecatto,
    grazie ai soldi, villan rifatto.
    Ognun si è presa la razione,
    senza alcuna opposizione.
    ” Tu Alfano, faccia di fesso,
    in che guaio mi ci hai messo?
    Davi tutto per scontato,
    mentre adesso son trombato.
    A calci in culo, faccia di orango
    ti sbatto indietro in mezzo al fango.
    E quest’altro mongolino,il cretino dei cretini,
    viene a farti compagnia, sissignor, proprio Ghedini.”
    Ci fermiamo per pietà:
    di altri insulti a sazietà,
    sparati contro a questo e a quella
    si è salvato Pecorella.
    Gli è perchè mò vien Natale:
    il presepio, bene o male,
    il Cavalier lo deve fare.
    L’Angelino si è spezzato,
    il Ghedino frantumato.
    Gli restan sempre le escort.
    ma la chiesa taglia cort:
    non van bene per natale,
    mica siamo a carnevale.
    Dunque il Silvio si è placato
    e un pupazzo si è serbato.
    A dar l’annuncio della Novella,
    gli resta sempre Pecorella.
    :cccp:

  11. dario scrive:

    Mi correggo, era Carlo Dapporto.

  12. dario scrive:

    Berlusconi a la sai l’ultima: “la democrazia? ghe pensi mi!”
    Quando ero piccolo, nei primi anni settanta, c’era una trasmissione con Mario Dapporto, che faceva la macchietta del cumenda milanese, che era un cavaliere del lavoro come berlusca che diceva “ghe pensi mi!”
    Poi faceva una caricatura di se stesso (su carta) ed il coro della trasmissione che cantava “quanto è bravo il cavaliere che il suo genio fa valere, ogni sua caricatura è un capolavoro di bravura!”
    Forse berlusca è rimasto folgorato da questa trasmissione, Blog la dovrebbe rimandare, l’Italia riderebbe a crepapelle di questo dilettante allo sbaraglio
    (sempre che non ammazzi la democrazia, dopo aver ammazzato l’economia).

  13. Giancarlo Attena scrive:

    Oggi c’è ancora qualcuno che in piazza canta “Bandiera Rossa”.
    Grazie allo sciopero e alla manifestazione di oggi della FIOM.
    Se anche questo piccolo lumicino dovesse spegnersi, allora sarà la fine per tutti.
    L’uomo che lavora diventerà definitivamente solo merce da prendere e da scaricre, a piacimento di chi li sfrutta.
    :cccp:

  14. suslov scrive:

    Povero Berlusconi, hanno dato il nobel per la pace ad Obama, il suo amico abbronzato.
    Negli ultimi giorni gli vanno tutte male.

  15. er mahico scrive:

    Machete Ontario, U.S. marines originale.
    :cccp: :ok:

  16. dario scrive:

    Il Bassotto è fuori, speriamo che Napolitano allerti le forze armate(sempre che siano con lui).

  17. qirex scrive:

    io non ho nemmeno quello, però sono abbastanza incazzato da aspettarli anche a mani nude. voglio proprio vedere i leghisti che mi vengono a chiamare per scendere in piazza con loro… :cccp:

Lascia un commento