eXTReMe Tracker

Caso Yara: non è stato il marocchino. Leghisti sull’orlo di una crisi isterica

7 dicembre 2010 alle 21:03
calogero

La vera sfiga è che certi odiosi delitti non capitino sotto elezioni. Per la destra italiana, un crimine efferato avente vittima una ragazzina bionda tutta casa, scuola e palestra è molto meglio di una signora che rientra nel buio della notte nella periferia romana, uccisa da un rumeno drogato.
Me li vedo già che si sfregano le mani convinti di avere trovato conferma alle loro paure e pregiudizi: l’assassino è un immigrato. Grasso che cola per le politiche razziste della lega. E invece no, niente di tutto questo. Hanno tradotto male l’intercettazione. Hanno tirato giù dalla nave un povero cristo che andava a casa in ferie. Loro, i legaioli, non stavano già nella pelle: c’è un mostro e il mostro è straniero, anzi meglio, straniero e mussulmano. Figata pazzesca. Un caso Avetrana, anzi meglio, questa volta non c’è lo zio maniaco in combutta con la cugina ciccia e gelosa. Invece, gli hanno ricacciato in gola tutta quelle edificanti dichiarazioni che i padani a cervello spento e telecamere accese rilasciano ai TG: è meglio se se ne vanno, dovrebbero stare a cosa loro, non se ne può più, una volta queste cose non succedevano, ai miei tempi, ricacciamoli in mare… E invece… la traduzione dell’intercettazione era errata

Pubblicato in Povera Italia da calogero | 10 Commenti »

tn  tags: , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

10 commenti a “Caso Yara: non è stato il marocchino. Leghisti sull’orlo di una crisi isterica

  1. ezio ha detto:

    @zerb
    com7………………. :no:
    sii piu’ obbiettivo. nik ha detto n’ha cosa che non approvo, ma tu batti troppo sulla stesso chiodo cazzo…………………………………eeeeeeeeeedaiiiiiiiiiiii

  2. lele ha detto:

    la strategia della tensione viene praticata sia da gruppi eversivi che dallo stato.Ben diversa dalle ataviche paure del “diverso”:dell’uomo nero,dell’uomo che parla un’altra lingua o un altro dialetto….,in una società cosmopolita aperta al dialogo e all’integrazione,cosciente del diritto di vita e di dignità per tutti,non può ammettere differenze identitarie tra individui appartenenti alla razza umana.
    E,qui,entra in gioco la cultura,non l’acculturamento,perchè uno stato “culturato”riconosce e rispetta vita,scelte,cultura e sopratutto dignità di tutti.
    Evidentemente l’italia non è uno stato “culturato”e neanche acculturato!

  3. nik ha detto:

    @zerb: le analisi dicono che l’insicurezza percepita, tende a spostare l’elettorato a destra. questo perché c’è l’idea generalizzata che un governo di destra (e un tantino autoritario) possa gestire meglio la criminalità. Non è una realtà, ma una percezione. Poi gli atteggiamenti delle persone cambiano, ma negli ultimi 100 anni è stato così (le teorie secondo cui sotto il fascismo non c’era criminalità, il fascismo che sconfiggeva la mafia, ecc…). ma è anche una percezione che c’era e c’è altrove.
    La sinistra è stata poco sveglia anche in questo. Negli anni ’70 la tutela della legalità la faceva il PCI, poi un certo radicalchicchismo di sinistra ha fatto si che la palla se la prendesse la lega, che ha messo in campo i suoi metodi. Buona parte dell’elettorato della Lega, proviene da exPci e cgil. questo dovrebbe fare pensare qualcosa ai dirigenti della sinistra sugli errori fatti..

  4. Zerb ha detto:

    @ nik
    la logica della strategia della tensione ha sempre rafforzato il governo in carica, sia che il terrorismo fosse rosso che nero.
    Purtroppo l’insicurezza sociale è sempre stata il fulcro su cui fa leva chi vuole il governo forte e decisionista, da sempre caratteristiche della destra.

    Forte coi debole e debole coi forti.
    Questo la Storia ci ha fatto vedere.

  5. nik ha detto:

    storicamente tutti gli eventi violenti che avvengono in società, hanno una tendenza a portare i cittadini a votare a destra. fu la logica della strategia della tensione.
    è aberrante che ciò possa essere una strategia politica

  6. ezio ha detto:

    @@
    puttana merda, e swamp…………. lascemela passare………………………..quanto vorrei chiedere a tutti quelli che hanno a cuore ste povere vittime, cosa cazzo votano. Perche’ basta con sta sega, che chi non accetta certi criminali, siano solo la banda dei fascisti. Se lo chieda ai parenti delle vittime e non fare critiche con le mani in tasca grattandosi i coglioni a pro’ di scongiuri. CAZZO

  7. suslov ha detto:

    Mica solo i leghisti, i giornali di destra almeno per il marocchino che ha ammazzato 7 ciclisti a Lamezia terme hanno fatto tutti un casino.
    Del resto lo stile di questi signori è chiaramente fascista, Libero ha pubblicato le foto dei finiani “traditori” ed un consigliere comunale finano è finito all’ospedale col naso rotto, Franco “Ribbentrop” Frattini aveva invocato l’arresto di Assange per lesa mafia verso il suo padrone (che schifo, un ex Consigliere di Stato come Frattini servile verso un delinquente comune come berlusca stile Bondi) ed il povero Assange in questo momento viene probabilmente pestato a sangue dagli agenti dell’MI5 e della CIA.
    Il povero berlusca non riesce ad accettare nemmeno un reincarico dopo le dimissioni in 72 ore come proposto dai finiani, forse teme un mandato di arresto tra le dimissioni ed il reincarico, ma tanto è meglio che la manovra da 40 miliardi di euro a gennaio per evitare la bancarotta se la faccia lui con due o tre deputati (comprati) di maggioranza, così poi il linciaggio se lo becca solo lui.

  8. ezio ha detto:

    @@
    sicuramente il traduttore era un leghista……………………… :mrgreen:

  9. er mahico ha detto:

    Che magra figura per i servizi di sicurezza Italiani, sbagliare una traduzione abbastanza semplice, un pò come confondere in italiano buongiorno con buon ritorno.
    più sicurezza per tutti…sì come no…. se telefonasse in italia Bin Laden potrebbe anche ordinare una pizza e non se ne accorgerebbe nessuno.

  10. Ruspa Gu ha detto:

    con l’aiuto di un pò di memoria ci si può anche ricordare che nei primi giorni del caso di Avetrana si manifestò la preoccupata ipotesi di un rapimento dove erano coinvolti …albanesi! e così si scatenarono invettive, inviti a cacciarli, a ributtarli in mare …ma poi (dopo la scoperta dei veri “presunti” colpevoli) non ci fu nessun azzeramento di quel subdolo messaggio razzista, antiemigrato!
    Il messaggio subdolo razzista intanto si è ben insediato nella mentalità di tanti …boccaloni!

Lascia un commento