eXTReMe Tracker

dotArchivio della Categoria 'Amore e sesso'

(

La vita continua

)

starFotos von Haider in der Disko… le figure meschine dell’estrema destra austriaca

3 dicembre 2007 alle 23:15
swampthing

haider disko

haider2.jpg

haider3.jpg

Sia ben chiaro, ognuno ha diritto di esprimere la sua sessualità come meglio crede. Se ci sono ragazzini omosessuali gerontofili e con simpatie naziste, allora che facciano pure quello che credano la notte in discoteca. Ma di giorno non si erigano ad omofobi moralizzatori dei costumi altrui.
Ed ora a Jörg non posso che augurare felice outing! Chissà quanti dei politici italiani di destra ed estrema destra hanno il vizietto… io qualche sospetto ce l’ho. :banana:

:nonazi:

Pubblicato in Amore e sesso, Fascismo arretrato da swampthing | 16 Commenti »

starNude per Prodi

19 novembre 2007 alle 14:20
calogero

nudeperprodi.jpg

Sono Silvia, Chiara, Laura, Elena, Sonia ed altre. Sono le ragazze di Reggio Emilia che si sono spogliate per il premier. Senza veli per Prodi è il calendario 2008, amatoriale, ironico, filo governativo ma soprattutto sexy. Perché le reggiane sono belle, eppoi diciamolo, a sinistra il sesso, l’erotismo e la seduzione sono cose sdoganate da decenni. La sessualità è una cosa gioiosa che riempie la vita e, perché no, un intero anno appeso al muro.
La destra italiana invece, è coerentemente cattolica e quindi castrata, sessualmente repressa e infelice. Non a caso l’ultimo esempio eccitante per i destri e la sciura Brambilla con suoi stupendi capelli rosso topo e le autoreggenti ben esposte.
Grandi le ragazze di Reggio, un grosso bacio… governativo!

Pubblicato in Amore e sesso, Gossip da calogero | 23 Commenti »

starIl mio farmacista vende preservativi (alla faccia di Ratzinger). Per fortuna!

29 ottobre 2007 alle 15:18
calogero

papa.jpg Anche i farmacisti hanno un «diritto riconosciuto» all’obiezione di coscienza nella fornitura di medicine «che abbiano scopi chiaramente immorali, come per esempio l’aborto e l’eutanasia». Lo ha indicato Benedetto XVI, chiedendo che i farmacisti, importanti «intermediari tra i medici e i pazienti, facciano conoscere le implicazioni etiche dell’uso di alcuni farmaci. In questo campo», afferma il Papa, «non è possibile anestetizzare le coscienze sugli effetti di molecole che hanno lo scopo di evitare l’annidamento di un embrione o di cancellare la vita di una persona. L’essere umano deve essere sempre al centro delle scelte biomediche, e queste sono al servizio dell’uomo. Se ciò non fosse, sarebbero fredde e inumane».
[repubblica.it]

Non tutti abbiamo una vita sessuale attiva. Ma anche chi non ce l’ha vorrebbe averla. Quindi bando alle ipocrisie. Una volta era il preservativo strenuamente combattuto da Giovanni Paolo II, oggi è la pillola del giorno dopo. Sarebbe ora che i cattolici prendessero atto che il papa parla al muro e avessero la bontà di informarlo. I cattolici scopano come i non cattolici e, se la figlia fa una cazzata perché senza preservativo è più bello, benedetta l’ora che c’è la pillola del giorno dopo. Perché un aborto sarebbe mille volte più trumatico. Invece Ratzinger, il papa che non piace, continua a parlare ai suoi e i suoi fanno finta di ascoltarlo, lo applaudono, lo riveriscono. Poi tutti a trombare come ricci. I cattolici e la sessualità: che spettacolo triste e patetico.
Eppoi Ratzinger perché queste cose non le va a dire nel resto d’Europa? Perché queste battaglie si fanno da noi o in Africa? Perché proprio a noi questa sfiga del Vaticano piantato nel cuore dalla capitale? Cosa abbiamo fatto per meritare tutto questo? :bigballs:

Pubblicato in Amore e sesso, Ratzinger da calogero | 10 Commenti »

starDue gay si baciano a Roma: per i carabinieri è meglio controllare, no?

31 luglio 2007 alle 00:58
calogero

I carabinieri parlano di atti osceni e rapporto orale. I due ragazzi accusano:”Ci ha illuminato il fascio di luce di una gazzella dei carabinieri”, spiega Roberto. “Ci hanno chiesto i documenti. Trascorsi venti minuti, Michele, un po’ spaventato, ha chiesto spiegazioni. Semplici accertamenti, ci hanno risposto. Intanto sono arrivate altre due auto dei carabinieri. Erano in sei. A quel punto ci hanno perquisito”, spiega Roberto. “Ci hanno fatto svuotare le nostre tasche, cosa insolita considerando che non avevamo niente che fosse fuori posto: pantaloni allacciati, cintura a posto e maglietta indosso. In caserma ci hanno trattato come appestati e all’interrogatorio che è seguito ci hanno accusati di atti osceni in luogo pubblico”.
[repubblica.it]

Non è un’altra barzelletta sui carabinieri. Erano davvero in sei (6) per un bacio omosex (o un atto osceno a detta dei carabinieri). Ovviamente visto l’andazzo nel paese, sulle questioni che riguardano il cambiamento dei costumi e considerata la proverbiale furbizia dei militi, per toglierci il dubbio, nell’attesa che la storia si risolva ufficialmente, non ci resta che andare tutti a limonare duro davanti alla gazzella dei carabinieri, per vedere poi l’effetto che fa. :whistling:

Intanto la procura di Roma apre un fascicolo contro i due ragazzi. Anche Rosy Bindi si indigna per questo, giudicando l’indagine eccessiva. La domanda sorge spontanea: ma non c’hanno proprio niente di meglio da fare le forze dell’ordine a Roma?

Pubblicato in Amore e sesso da calogero | 15 Commenti »

starAh l’amore questo folle sentimento che

23 luglio 2007 alle 00:55
swampthing

ah l’amore questo folle sentimento che
ah l’amore più lo fuggo e più ritorna da me
questa volta ha il tuo volto perché
io mi sto innamorando di te

[Questo folle sentimento – formula 3]

Due notizie di qualche giorno fa:

Lasciato da ragazza si lancia tra auto: ferito
Un giovane di 20 anni, residente a Tarquinia (Viterbo), che è stato investito sulla via Aurelia, nei pressi di Civitavecchia, in modo non grave, riportando ferite guaribili in circa 20 giorni. Aveva tentato di suicidarsi lanciandosi fra le auto in corsa dopo essere stato lasciato dalla propria ragazza. Dopo che la fidanzata gli aveva detto di voler rompere l’unione, il ventenne si è recato sul ciglio della statale e, improvvisamente, si è lanciato sull’asfalto.
Ubriaco spacca vetrata e muore dissanguato
Completamente ubriaco, ha sfondato la vetrata di un residence per seguire alcune ragazze che già aveva importunato, si è ferito gravemente, quasi amputandosi una mano, ed è poi morto dissanguato. È successo a Rivazzurra di Rimini, verso l’alba, e la vittima è un giovane turista lombardo: non aveva documenti ma è stato identificato a fine mattina dalla polizia.
[corriere.it]

Due notizie, sull’amore, sul sesso, sulla morte. Apparentemente diverse, ma riguardanti l’istinto che ci permette di far continuare la specie. Un giovane che vuole morire per un amore non corrisposto, un giovane che muore nel tentativo (o nel desiderio) di accoppiarsi con alcune femmine. Gli ormoni giocano brutti scherzi. Forse, quando le cose non vanno come vorremmo, sarebbe sempre bene ricordarsi che l’innamoramento e l’istinto sessuale sono due cose per cui siamo stati programmati dalla natura. Insomma non siamo noi che vogliamo correre dietro donne senza cuore, è la natura umana che ci spinge a farlo. Mentre se siamo corrisposti, allora sì, dimentichiamoci di tutto e lasciamoci andare senza paura alla passione!

nota: in nessun modo intendo minimizzare il comportamento inaccettabile del turista lombardo, la mia è solo una constatazione di come certe persone, venuti meno i freni inibitori, si lascino andare a comportamenti criminali. Se una parte è dovuta sicuramente all’istinto, l’altra è dovuta all’educazione e al rispetto per gli altri, spesso latente ahimè.

Pubblicato in Amore e sesso, Cronaca nera da swampthing | 5 Commenti »

starGay pride a Roma, una manifestazione di tutti.

16 giugno 2007 alle 11:32
calogero

Un altro sabato. Un altro appuntamento con la piazza. E ancora una volta la maggioranza ci arriva litigando. L’appuntamento col Gay Pride a Roma lacera il centrosinistra.
La politica, ancora una volta divisa – Da una parte ci sono i teodem della Margherita- capofila i duri e puri Emanuela Baio, Paola Binetti e Luigi Bobba – che vedono nella manifestazione “un attacco alla famiglia” e ai principi fondanti della società, per non parlare dell'”imbarazzo” di una simile manifestazione che “mette in fuga i cattolici della maggioranza”. Con loro anche l’Udeur di Mastella e Fabris e tutta l’opposizione. [repubblica.it]

Che bella gente che c’è nell’Unione. Mi consolo solo volgendo lo sguardo a destra.
Comunque oggi è un gran giorno a Roma. Si lotta per l’uguaglianza e la parità dei diritti, roba che riguarda tutti, mica solo il mondo omosessuale. Mai lasciare che qualcuno discrimini, quando discriminano il tuo vicino oggi, in realtà stanno discriminando te. La protezione degli altri è la tua protezione. Ringrazio gli omosessuali che scendono in piazza con coraggio e senza paura, come ringrazio quei ministri che oggi saranno presenti, infischiandosene della Cei, del Papa, e dei politici alla Binetti che fondano la loro idea di società su un mono-modello valido per tutti.
Oggi a Roma il Gay Pride per l’uguaglianza e lo stato laico su cui si fonda un paese libero e democratico. Altro che family day.

Pubblicato in Amore e sesso, Politica da calogero | 33 Commenti »

starSex crimes and the Vatican: un video della BBC accusa Ratzinger

16 maggio 2007 alle 19:00
swampthing

Sex crimes and Vatican è un documentario della BBC, sottotitolato in italiano da dei volontari, sullo scandalo della pedofilia e su come il Vaticano abbia preferito proteggere i preti pedofili invece dei bambini violentati. La BBC è conosciuta per il rigore delle sue inchieste.

Guardatelo qui, prima che sparisca:

video.google.it/videoplay?docid=3237027119714361315

Per ora è stato visto 47.428 volte.

Il video comincia così:

Interno, Tribunale, il Pubblico Ministero e Padre Oliver O’ Grady
PM: Mostri alla telecamera come pensa di apparire quando commette un abuso sessuale, come se lo stesse facendo adesso.
O’ Grady: ok!
PM: Può mostrarcelo ora, Oliver?
O’ Grady: ora ve lo mostro.
Speaker: questo è padre Oliver O’ Grady, un prete cattolico. La Chiesa sapeva che era pedofilo.
PM: Come saluterebbe una ragazzina che sa approcciando? Supponiamo che si chiami Sally.
O’ Grady: Ciao, Sally. Come stai? Vieni, fatti abbracciare. Sei bella lo sai? Tu per me sei davvero speciale, mi piaci molto.
Speaker: Invece di denunciare O’ Grady la Chiesa lo protesse, nascondendolo alle autorità. Quando si venne a sapere quello che succedeva a Ferns, le autorità ecclesiastiche locali, in ossequio alle direttive segrete della Chiesa Cattolica, misero tutto a tacere. Responsabile di quella imposizione fu il Cardinale Joseph Ratzinger, ora Papa Benedetto XVI.

tratto da www.bispensiero.it dove trovate la trascrizione integrale e il video.

Ne trovate una descrizione dettagliata pure qui:
www.troise.net/ipollitici/archivio/2007/05/16/ratzinger

Pubblicato in Amore e sesso, L'ora di religione da swampthing | 40 Commenti »

starLa donna senza mestruazioni? è (triste) realtà.

21 aprile 2007 alle 17:04
swampthing

La Food and Drug Administration si prepara a dare il beneplacito all’immissione sul mercato della pillola elimina mestruazioni «Lybrel» della casa farmaceutica americana Wyeth. Le femministe (ma esistono ancora?) insorgono, le donne in carriera, quelle che vogliono sempre-essere-pronte-a-tutto, esultano. E a noi maschi chi ci pensa? Dovremmo essere sempre pronti, ora non ci sarà neanche quella settimana di pace, da dedicare ai video giochi o per andare al bar con gli amici. assorbente.jpgGià non avevamo più scuse, c’era il Viagra, ora saremo in balia di queste donne super attive, che vogliono poter andare in spiaggia anche in quei giorni lì, che vogliono fare jogging e sport 30 giorni al mese… ma chi glielo fa fare? magari avessi pure io le mestruazioni, così avrei la scusa per stare a casa qualche giorno in più dal lavoro. Eppure c’è un altro metodo, molto più naturale, per evitare il ciclo: fare figli.
Non ci rimane che sperare nella lobby degli assorbenti…

Pubblicato in America, Amore e sesso da swampthing | 19 Commenti »

starFate la guerra non fate l’amore, parola di GWB

15 aprile 2007 alle 13:11
calogero

George W Bush, come ben sappiamo, è un imprenditore. Il suo prodotto principale è la democrazia. Lui ne fa così tanta (di democrazia) che quello che gli avanza lo esporta, costi quel che costi. Il mezzo principale che GWB usa per i suoi commerci è la guerra. Lui sceglie un paese ansioso di democratizzarsi e manda i suoi marines, l’aviazione, le portaerei a portare la democrazia. Alcuni di questi operai non tornano. Muoiono in corso d’opera. Loro non faranno più l’amore perché hanno fatto la guerra, e comunque vada l’hanno persa.
GWB però non è contento. Lui fa la guerra, ma non vuole nemmeno che si faccia l’amore. Così ha avuto un’altra bella idea. I giovani non devono far l’amore. Se la guerra è bella perché porta la democrazia, il sesso e l’amore sono brutti perché portano malattie. Quindi un’altra guerra. Gli USA stanziano quasi un miliardo di dollari per catechizzare gli adolescenti alla castità e distribuiscono nelle scuole opuscoli dove si dice che “l’aborto rende sterili”, “la metà dei teenager gay hanno l’HIV” e che la spinta a fare sesso nelle femmine è uno strumento per raggiungere la sicurezza economica”.

bushcmpdavid.jpg Il risultato però è deludente. O meglio incoraggiante. Il 56% dei ragazzi indottrinati con i fondi governativi ha fatto sesso con almeno 3-4 partner nell’ultimo anno, contro il 55% di chi non aveva seguito i corsi. Un fallimento totale. Come la missione in Iraq. Adesso aspettiamo GWB e i suoi tirapiedi dichiarare trionfanti che in USA, grazie al governo, non tromba più nessuno, com’è vero che in Iraq le cose vanno bene.

[dati presi da repubblica 15/4/07]

Pubblicato in America, Amore e sesso da calogero | 23 Commenti »

starUn buon cattolico non deve leggere le Sacre Scritture…

15 marzo 2007 alle 12:04
marco

…e fare di tutto perché la legge sui Dico non passi.
Inoltre, a chi, dopo il fallimento del suo matrimonio, si riaccompagna, si impone di “vivere come fratello e sorella” con il partner, e di “non prendere l’eucarestia”.
Sul primo punto, non mi pronuncio nemmeno, perché è già di per sé una burla sufficientemente divertente. La mia riflessione sul secondo, che parte da un’analisi oggettiva della Bibbia, si basa sulla prima Epistola di Paolo ai Corinzi, capitolo 11: “Perciò, chiunque mangerà il pane o berrà dal calice del Signore indegnamente, sarà colpevole verso il corpo e il sangue del Signore. Ora ciascuno esamini se stesso, e così mangi del pane e beva dal calice; poiché chi mangia e beve, mangia e beve un giudizio contro sé stesso, se non discerne il corpo del Signore.”
Persona più colta dell’apostolo Paolo in merito alla liturgia, per così dire, “classica”, non la si può trovare (perseguitava i cristiani usando come arma la legge dei Farisei).
Ed ecco, anche ai giorni nostri, i Farisei che “indossano le nuove maschere, e ricominciano a respirare”. Facendosi forti di una supposta derivazione genealogica da Pietro, non potendo procedere alla lapidazione dei miscredenti, fanno pressioni politiche per riportare i “fedeli” all’asservimento cieco e inconsapevole della chiesa cattolica romana.
Che Ratzinger rileggesse bene le parole di San Paolo, che si limitava a dare indicazioni, e lasciava alla coscienza del fedele il compito di decidere se fare o non fare. E magari anche la possibilità di avere un rapporto personale col suo Dio, non filtrato, e quindi (in questo caso), puro.

Pubblicato in Amore e sesso, L'ora di religione, Politica, Ratzinger da marco | 35 Commenti »