eXTReMe Tracker

dotArchivio della Categoria 'Casini'

()

starUn voto di protesta: votiamo tutti UDC

1 aprile 2008 alle 09:10
swampthing

casini_pierferdy.jpg

Come avrete notato, ultimamente scrivo molto poco di politica.
Il problema è che davvero sono rimasto disgustato dal governo Prodi e dalla scissione della sinistra, che si presenterà in ordine sparso alle prossime elezioni. Sinistra Arcobaleno e Partito Democratico non sono meglio di Berlusconi e del Popolo della Libertà: hanno entrambi un solo interesse, la poltrona. Quindi non mi rimane che urlare il mio sdegno e urlare un vaffanculo.
Così ho preso la mia decisione: alle elezioni, invece di votare scheda bianca o annullare il mio voto, darò la mia preferenza all’UDC di Casini, un partito rimasto sempre coerente con le proprie idee, con un leader che ha il coraggio di andare controcorrente, cosa che ormai a questa sinistra manca.
Certo, sarà un voto di protesta, ma in questo momento l’alternativa è andare al mare.


Pubblicato in Casini, Politica da swampthing | 29 Commenti »

starCasini e la spazzatura da buttare

9 febbraio 2008 alle 13:47
RedPower

pierferdinando-casini.jpg

Berlusconi a Casini: “O entri nel partito, o rimani fuori dalla coalizione“.

:allah: :allah: :allah:

Madonna sto godendo troppo. Sarà che a me Casini è sempre stato sul cazzo, quindi vederlo trattare in questo modo mi fa troppo godere… Col suo centrismo esasperato di chi non prende mai decisioni e di chi vuole stare sempre in mezzo e che alla fine rimane semplicemente vuoto di idee proprie. Voglio proprio vedere se questa volta riuscirà a prendere una decisione oppure se scomparirà col suo partitello. :mrgreen:

Pubblicato in Casini da RedPower | 51 Commenti »

starLa capanna di Zio Casini, lo schiavo ribelle

28 novembre 2007 alle 11:44
swampthing

Berlusconi non può pensare di fare un partito con me dandomi due schiaffi. Solo un padrone del Settecento poteva trattare così i suoi schiavi.

Casini dice a Berlusconi di essere il suo schiavo, ma di non voler essere maltrattato. Questa volta è arrabbiato sul serio e, possiamo scommetterci, ci saranno casini.

ziotom3.jpg

Per zio Casini ed i suoi compagni di sventura inizia una dura vita nella fattoria del brutale Berlusconi, finchè essi non riescono a fuggire in massa verso nord. Zio Casini, gravemente ferito, rinuncia però a seguire i suoi compagni per non esser loro d’impaccio nella fuga. Prima di morire, il vecchio negro ha la consolazione di rivedere Gianfranco Fini, giunto troppo tardi da Roma per riscattarlo.
[yahoo movies]

Pubblicato in Casini, Povera Italia da swampthing | 4 Commenti »

starCasini dice che non gli piace la salsa spagnola

10 novembre 2007 alle 15:17
swampthing

casini25.jpg

“Noi siamo per il sistema tedesco, non per varianti in salsa spagnola”. Così il leader dell’Udc, Casini, sull’ipotesi di riforma elettorale alla quale starebbe lavorando il segretario del Pd, Veltroni.
[televideo]

Ja, noi essere per sistema teddesco. Per Casini la Germania è un punto di riferimento, da quando c’è papà Benedetto XVI, al secolo Josef Ratzinger. La Spagna evoca il socialismo, l’anticlericalismo, la laicità di Zapatero.
Meglio i crauti con wurstel che dei tapas.

[nella foto di repertorio, i bei tempi andati: Casini aspetta di intervenire alla tre giorni su “Le prime esperienze sessuali nei giovani di Comunione e Liberazione”]

Pubblicato in Casini da swampthing | 9 Commenti »

starPer Casini è urgente che Prodi se ne vada

10 novembre 2007 alle 01:26
swampthing

casini24.jpg

Stasera, dai microfoni del Tg1, il leader Udc, Casini, ha sottolineato: “E’ urgente che Prodi se ne vada perché un governo che, tra l’urgenza di garantire sicurezza e il rapporto con il Prc, sceglie la seconda deve andarsene via”. Alla domanda sulla “spallata”, Casini ha replicato: “Io non ho mai parlato di spallata. Lo chieda a chi ne ha parlato. Naturalmente dovrà spiegarci poi se questa spallata c’è o no e perché”.
[televideo]

Casini, quando si parla di spallata, fa spallucce e pone degli interrogativi interessanti sulla spallata, fondamentali come esiste o non esiste e se esiste perché esiste e se non esiste perché non esiste. Il porre domande è segno di una vivida intelligenza, a volte. Forse non è il caso di Casini.

[nella foto di repertorio, i bei tempi andati: Casini durante una coffee break della conferenza sul “Ruolo dei politici cattolici nelle parrocchie del terzo millennio”]

Pubblicato in Casini da swampthing | 6 Commenti »

starCasini molla il centro e va a destra: mondo cattolico troppo buonista con gli immigrati

5 novembre 2007 alle 14:23
calogero

casinitmp.jpg

Sceglie toni più moderati Pier Ferdinando Casini, ma sull’emergenza sicurezza non è meno duro degli altri leader di centrodestra, con i quali oggi, su questo terreno, si sente «pienamente in sintonia». E al governo, al quale pure promette appoggio sul decreto «a precise condizioni» come al sindaco della Capitale non fa sconti, ma punta il dito anche su altri responsabili di una situazione diventata grave, gravissima: «Le comunità cattoliche fanno cose straordinarie, di fronte alle quali dobbiamo inchinarci. Ma parte del clero, del mondo cattolico, in nome di un buonismo e di un malinteso concetto di accoglienza, rischia di aumentare i problemi anziché di risolverli ».
L’intervista da corriere.it

La dura e complicata vita di Casini. Invece di godersi la luna di miele (e sono due) si ritrova tra i piedi questa grana dell’immigrato violento. Stare nella Cdl in questi giorni non è facile. Visto il clima creatosi nel paese, i provvedimenti che il governo si appresta a varare e le dure dichiarazioni di tutti i leader, anche lui ha voluto dire la sua, tanto per non essere sorpassato a destra, ma quando si insiste con lo stare al centro, succede. E visto che è già stato detto tutto e di più, ecco il colpo di genio: attaccare il buonismo cattolico, che ideona originale, non l’aveva fatto nessuno e ci ha pensato proprio lui. Si fate cose egregie, ma… siete troppo buoni, chi vi credete di essere padre Pio? Se ci sono questi casini in Italia è anche colpa vostra, sembra voler dire Perferdi. Così scopriamo che l’associazionismo cattolico con gli immigrati bisognosi deve stare attento, accoglienti si ma non troppo che poi si affezionano e stracapiscono e poi dove si va a finire!!
Aspetto con curiosità la risposta del associazionismo cattolico, che è poi l’unica componente di quel mondo che mi rende i cattolici, a volte, appena sopportabili!

[nella foto di repertorio, i bei tempi andati: Casini posa insieme ai rom in un campo profughi romano]

Pubblicato in Casini, Politica da calogero | 6 Commenti »

starLe nozze di Casini. Provaci ancora Pierferdi!

28 ottobre 2007 alle 16:55
calogero

casini23.jpg
[nella foto Casini aspetta con ansia il suo turno]

Ha gli occhi umidi Azzurra, trattiene le lacrime a stento. Sta per entrare nel municipio stretta al braccio di papà Francesco Gaetano e protetta da un doppio cordone di poliziotti che a Siena una fatica così non se la ricordano nemmeno in occasione del Palio. Pier Ferdinando Casini e Azzurra Caltagirone si sposano e piazza del Campo esplode, a dispetto di quel low profile tanto invocato e desiderato e del quale si era fatta portavoce la piccola Caterina, tre anni: «Vado a Siena per il matrimonio di papà e mamma», aveva spiegato paciosa alla nonna Luisa prima di partire da Roma, venerdì.
[corriere]

Casini si è sposato. Di nuovo. Perché si sa, la famiglia è una bella cosa e se la prima va male non bisogna arrendersi. Chissà però cosa penserà il buon Dio di queste seconde nozze, per di più civili? Ma il matrimonio per i cattolici non era indissolubile? Quel signore che celebrò le nozze ad un certo punto non pronunciò il terribile ammonimento “non osi l’uomo separare ciò che Dio ha unito”?
Comunque in questo trionfo di coerenza (perché fuori dal matrimonio non si può manco far sesso, quindi figli eccetera, ma son dettagli) a festeggiare il divorziato, c’erano i compagni di sempre di Casini, Rocco Bottiglione, Francesco D’Onofrio e Lorenzo Cesa, (testimone assieme ai fratelli di lui). Anche loro nei guai per concorso in seconde nozze.
Questa è l’Italia di oggi, da una parte loro che fanno, disfano e rifanno (e magari ririfaranno), dall’altra centinaia di migliaia di cittadini italiani che hanno chiesto diritti per le coppie di fatto sentendosi risopondere picche, non se ne fa nulla. C’è già il matrimonio a proteggere la famiglia e oggi Casini ce lo ha ricordato per la seconda volta. Grazie.

PS Dimenticavo, auguri a Casini e alla sua nuova famiglia!

Pubblicato in Casini da calogero | 14 Commenti »

starIl test antidroga davanti al parlamento: trovati parlamentari positivi, all’ipocrisia!

1 agosto 2007 alle 16:14
calogero

L’onorevole Pionati dice di preoccuparsi solo di una cosa: “Se mi fanno il test sulla cioccolata“. Stacca il numero e si mette in fila. Il presidente Casini arriva abbastanza presto, gessato blu, faccia riposata: “Ho fatto colazione, va bene lo stesso?“. Prima di lui sopraggiunge il segretario Lorenzo Cesa. Si mette in posa sotto lo striscione: “Test antidroga per i parlamentari” con l’indice alzato. “Sia chiaro che questa iniziativa non è rivolta solo al palazzo ma a mettere in risalto una piaga della nostra società. La droga uccide la mente e le famiglie“.
[repubblica.it]

Fanno pure i simpatici, le battute. Si perché anche i parlamentari UDC hanno dei vizi inconfessabili: la cioccolata! Si preoccupano di non inficiare la prova: ho fatto colazione! Come se per eliminare gli effetti della droga bastassero cappuccino e brioche.
Questa pagliacciata l’UDC se la poteva davvero risparmiare, anche alla luce del recente scandalo, infatti Mele non s’è visto e sicuramente tutti avranno tirato un sospiro di sollievo.
E’ vale davvero sottolineare che un test antidroga vale solo se fatto a sorpresa, altrimenti è una farsa. Punto.
Si è appena concluso il Tour de France. Un’edizione tormentatissima dal doping. Beccati positivi Cristian Moreni, Iban Mayo, Vinokourov. Il leader della classifica, Rasmussen, è stato cacciato dalla sua squadra perché aveva detto di essere andato ad allenarsi in Messico mentre in realtà era in Italia. Perché aveva mentito? Per evitare i controlli. A sorpresa.
Ecco, tutto qua. Facile facile, che persino un elettore della Lega può capirlo senza sforzo. Sei uno sportivo? Ti controllo 365 giorni all’anno quando mi pare. Non ti fai trovare? Squalificato.
Sei un parlamentare che difende la famiglia cattolica e divorzi? Squalificato!
Sei un parlamentare come sopra e vai a puttane? Squalificato!
Sei un parlamentare proibizionista perché-la-droga-fa-male? Ti faccio il test, ma a sorpresa, come a un ciclista del tour, il resto sono cazzate.

Pubblicato in Casini, Povera Italia da calogero | 23 Commenti »

starSesso, orge e droga per l’onorevole dell’UDC

29 luglio 2007 alle 23:40
swampthing

Alla fine è venuto fuori il nome, quello del politico coinvolto nel giro perverso di droga e prostitute d’alto borgo, salito alla ribalta dei quotidiani nazionali solo pochi giorni fa.

La ragazza è stata ricoverata all’ospedale San Giacomo con una forte crisi respiratoria, un collasso per cui a nulla erano servite le cure dello staff dell’albergo. Obbligatorio, quindi, il ricovero. E gli accertamenti della polizia. Che si trovano davanti una sorpresa: la ragazza era in compagnia di un’altra ragazza ed entrambe erano ospiti di un parlamentare.
[repubblica]

Ma noi di terrorpilots sapevamo da tempo degli squallidi intrallazzi degli onorevoli dell’UDC.
Ne avevamo scritto con ampia documentazione fotografica nei mesi passati.
Di seguito qualche esempio:

casini

casini

casini

Altre immagini nella categoria “Casini“. :mrgreen:

Pubblicato in Casini da swampthing | 35 Commenti »

starCorsi e ricorsi

3 dicembre 2006 alle 21:53
Spartaco

La politica è l’arte del possibile

(Otto von Bismark)

Un personaggio delle mie parti, tale Giambattista Vico, sosteneva che la storia si ripete, secondo un ciclo eterno e immutabile. Il suo pensiero non ha avuto molta fortuna, sia perchè anticipava di quasi due secoli la storiografia moderna, sia perchè Vico era napoletano. Come a dire nessuno è perfetto.

Ad ogni modo, la sua lezione è sicuramente illuminante almeno relativamente al caso italiano, per la ciclicità secondo cui compaiono sulla scena politica individui che fanno dell’opportunismo misto al doppiogiochismo il loro cavallo di battaglia.

L’opportunismo nasce sempre da una contingenza che pare connaturata al sistema politico italiano, cioè la non esistenza di una maggioranza numericamente forte per governare senza problemi. Per cui entità insignificanti dal punto di vista politico possono risultare determinanti ai fini della governabilità per una ricorrenza di tipo puramente aritmetico.

Queste entità debbono però trovare in un soggetto adeguato la loro anima, l’uomo del destino capace di trasformare il presupposto aritmetico in strapotere politico.

Ed è qui che la storia si ripete. C’era una volta Craxi. Domani ci sarà Casini.

Pubblicato in Casini, Politica da Spartaco | 9 Commenti »