eXTReMe Tracker

dotArchivio della Categoria 'Cinema'

(

Recensioni di film, soprattutto horror

)

starImprint di Takashi Miike al Far East Film Festival

21 aprile 2006 alle 10:53
swampthing

Imprint
Regia: MIIKE Takashi
Anno: 2006
Durata: 63′ min
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Venerdì 21 Aprile, 23.30

“Esiliato dal canale satellitare americano Showtime, committente della serie Masters Of Horror a cui appartiene, Imprint è il suo episodio più politico assieme a Homecoming di Joe Dante. Miike mostra feti viscosi e una scena di tortura che porta a conseguenze estreme quella di Audition, ma a dar fastidio ai soloni della televisione dev’essere stato il discorso. Perché Imprint non salva nessuno da una parte all’altra dell’oceano.”

Grande apertura del festival! Con uno dei miei registi preferiti!
A stasera!

Per informazioni: www.fareastfilm.com

Pubblicato in Cinema da swampthing | 2 Commenti »

starL’ultima neve di primavera

8 febbraio 2006 alle 14:08
swampthing

Orfano di madre, Luca vive in un collegio soffrendo la lontananza e l’apparente freddezza del padre, Roberto, avvocato di successo tutto preso dalla propria carriera e da una ragazza, Veronica, cui è unito sentimentalmente. I timori del genitore (la non accettazione di Veronica da parte di Luca) si rivelano fondati quando il ragazzo torna a casa in occasione delle vacanze pasquali. Ma la saggia condotta di Veronica addolcisce Luca. Recatisi tutti e tre a godersi il mare, Luca ha però una ricaduta nel momento in cui sorprende Veronica e Roberto scambiarsi effusioni. Per ricuperare il suo affetto, il padre lo conduce in montagna, a sciare: momenti felici, fino a quando, causa una caduta, al ragazzo non viene diagnosticata una malattia mortale (la leucemia). Riportato a casa peggiora sempre più: muore tra le braccia del padre dicendogli che, nonostante il male, questo è stato il periodo più felice della propria esistenza.

Anno: 1973
Durata: 95
Genere: DRAMMATICO
Regia: RAIMONDO DEL BALZO

[cinematografo.it]

Oggi mi usciva sangue dal naso e mi è venuto in mente questo “film” che ha segnato in negativo la mia infanzia.

Pubblicato in Cinema da swampthing | 7 Commenti »

starSundance Short Films Online

31 gennaio 2006 alle 10:29
remix

Si è concluso due giorni fa il Sundance 2006, festival del cinema indipendente creato e diretto da Robert Redford.

Tutti i cortometraggi presentati alla rassegna sono visibili online sul loro sito.

Trovo che questa idea sia veramente interessante e degna di segnalazione. Forse, per una volta, riusciremo a vedere qualche corto di qualità, che di solito si perde negli archivi dei festival per mancanza (perenne) di distribuzione.

Pubblicato in Cinema da remix | 2 Commenti »

starSon drammi umani

14 dicembre 2005 alle 18:36
Nemesis

come no...

Titolone su repubblica: “Boldi, divorzio da De Sica”. L’articolo incalza: “sono stufo di questi film, il regista guarda solo ai profitti e non alla qualità artistica”.
Premio “riflessi pronti” del 2005 aggiudicato??

Pubblicato in Cinema da Nemesis | 6 Commenti »

starFinanziaria creativa: la tassa sui film violenti

13 dicembre 2005 alle 17:25
swampthing

Proprio nel momento, in cui ci si rende conto che stanno raschiando il fondo del barile, ecco un’altra genialata del governicchio attualmente in carica: la tassa sui film violenti. Ma chi la pagherà? il produttore o il consumatore? andrò a noleggiarmi Venerdì 13 e dovrò pagare un sovrapprezzo? Ma quali sono i film violenti? Già mi viene il sospetto che saranno gli horror e simili. Insomma, non bastava la pornotax a farci deridere dal mondo intero. :no:
La primavera è vicina per fortuna. :star:

Pubblicato in Cinema, Povera Italia da swampthing | 9 Commenti »

starRitorno a casa: i marines morti resuscitano!

14 novembre 2005 alle 19:43
swampthing

Un’ondata di terrore e scandalizzata indignazione attanaglia la nazione quando i media scoprono che i morti viventi hanno influenzato gli esiti delle elezioni presidenziali. Adattamento del racconto di Dale Bailey Death & Suffrage, il film mescola l’orrore degli zombie con una visione inquietante e satirica della politica contemporanea.
«L’orrore si presenta sotto diverse forme. Può manifestarsi nei confini limitati di una sala cinematografica o può pervadere in modo scioccante la vita reale, il nostro esistere. Può trattarsi dell’orrore di non essere padroni della propria vita, di essere manipolati da forze sulle quali non abbiamo alcun controllo. Oggi molte persone stanno sperimentando un orrore di questo genere. Questa storia avrebbe potuto essere raccontata in molti diversi contesti, invece è stata raccontata, forse appropriatamente, come parte di Master of Horror».
[torinofilmfest]

Vista una scena su Rai3: una sala piena di bare con la bandiera a stelle e strisce, all’improvviso cominciano ad aprirsi ed escono i soldati morti zombificati! Grande Joe Dante! 10 minuti di applausi al Torino Film Festival! non vedo l’ora di vederlo! :ok:

Pubblicato in Attivismo, Cinema da swampthing | Nessun Commento »

starAlone in the dark, di quel “genio” di Uwe Boll

9 agosto 2005 alle 22:59
swampthing

Bel manifesto questo film… il regista mi sembrava di averlo già sentito.. un tale Uwe Boll. Ma in agosto non c’è molta scelta, quasi quasi… vediamo qualche recensione sul web di “Alone in the dark”, tanto per non beccarsi il solito pacco. Cosa scopro? Che Uwe Boll ha fatto, prima di “Alone in the dark”, uno dei film più noiosi, più stupidi della storia del cinema, ovvero “House of the Dead”.
“House of the dead”, per i fortunati che non l’hanno visto, narra di dei ragazzini che vanno su un isola per un rave e ci trovano gli zombie… tratto dall’omonimo video gioco, tra una scena e l’altra ci sono degli spezzoni del videogame… brividi di disgusto. Il film, per la cronaca, è tra i 100 peggiori secondo gli utenti di imdb.
Ok, un regista può fare i film che preferisce, ma per vedere sta merda ho speso 7 euro qualche anno fa. Leggo meglio le recensioni del nuovo film, stroncato senza appello in tutte le recensioni.
Approfondisco… però con sto Uwe Boll ce l’hanno un sacco in giro per il mondo… vedi: www.uwebollsucks.com o le dozzine di petizioni online per far si che Uwe smetta di nuocere: www.petitiononline.com/stopboll/petition.html
Non gli perdonano di aver tramutato dei bei video giochi in film orribili. E nei prossimi due anni sembra abbia in cantiere gli adattamenti di Far Cry e Bloodrayne, in più, sembra stia cercando di acquisire i diritti di Half-Life e Metal Gear Soldier. Fermiamolo finchè siamo in tempo!! :blasting:

Pubblicato in Cinema, Orrore da swampthing | 1 Commento »

starLa terra dei morti viventi

21 luglio 2005 alle 00:34
swampthing

Sono andato a vedere il film con un po’ d’apprensione… invece tutto bene.. 😉 proprio come me l’aspettavo!
Non vi racconto nulla, solo che anche gli zombie riescono, alla fine, ad essere meno zombie della massa apatica che ci circonda. Romero più politico e brutale che mai. Assolutamente da non perdere.
8/10

www.laterradeimortiviventi.it

Pubblicato in Cinema da swampthing | 3 Commenti »

starLa guerra dei mondi

13 luglio 2005 alle 01:15
swampthing

Bel film, non solo effetti speciali, ma ritmo serrato, estremo realismo e una buona dose di splatter. Nel film le implicazioni socio politiche non mancano, il terrorismo, la pulizia etnica, il partigiano che vuole organizzare la resistenza (e fa una brutta fine), ma chi se ne frega! Siamo cresciuti a pane e Hollywood e non votiamo burlesconi lo stesso. 😎
voto 7.5/10

Pubblicato in Cinema da swampthing | Nessun Commento »

starBuffalo Soldiers

2 luglio 2005 alle 01:27
swampthing

«Buffalo Soldiers» dell’australiano Gregor Jordan, il film che il governo Bush non vuole vedere sta per uscire in Italia.

Scorrono le prime immagini di Buffalo Soldiers e subito si capisce che ci stiamo avventurando in un territorio pericoloso. Già sui titoli di testa le stelle e le strisce irrompono, occupano tutto lo spazio disponibile dello schermo. Poi si scopre che la bandiera, enorme, è dipinta per terra, sopra marciano dei militari statunitensi. Siamo nel 1989, in Germania, vicino a Stoccarda, presso una base americana dove gli eroi si annoiano.
Giocano a football nel bar della base e uno di loro rimane sul pavimento. Morto.
Per mascherare la faccenda verrà gettato dal tetto, morto per servire la patria, recita la bugiarda e retorica lettera alla famiglia. Alla quale nessuno dirà mai che, tra l’altro, all’autopsia il ragazzo era risultato positivo a qualsiasi droga fosse in commercio. Eh, sì, si annoiano e si danno da fare. Continua »

Pubblicato in Cinema da swampthing | 1 Commento »