eXTReMe Tracker

dotArchivio della Categoria 'Relax'

(

un po’ di divertimento

)

starSe Berlusconi se ne va, per festeggiare chiudo il blog

8 novembre 2011 alle 10:31
swampthing

berlusconi-brindisi-alla-faccia-del-piduista.jpg

Un fioretto per la liberazione dell’Italia!

Pubblicato in Autocelebrazioni, Fascismo arretrato, Fiction, garaglò-booorble-burp, Gossip, Guerra Globale, Il nano piduista, Relax, terrorpilots da swampthing | 8 Commenti »

starSurfing [40]

1 maggio 2009 alle 14:05
remix

Quarantesima puntata di “Surfing”, rubrica di segnalazioni più o meno curiose e più o meno utili (della serie “A volte ritornano”).

Warp20 – In occasione del suo ventesimo anniversario la Warp Records farà uscire in autunno un cd con 20 tracce: 10 le scelgono loro e 10 le scelgono le persone che votano sul sito. A me sembra una bella idea.

Her Morning Elegance – Un video girato a “passo uno”, molto poetico (e poi la protagonista mi piace assai).

Periodical Table of Typefaces – Un link un po’ troppo per addetti ai lavori (= graphic designer)? Ma no, dai… i caratteri tipografici  – in fondo – sono anche degli stupendi “oggetti” di design.

The Art of the Title Sequence – Per tutti i cinefili, e non solo: un sito interamente dedicato ai titoli di testa (e talvolta anche di coda) dei film. Con tanto di filmati… che se sapete smanettare almeno un pochino ve li potete pure scaricare.

55 Inspiring, Creative and Potent Ads from the WWF – Non amo particolarmente il WWF, ma questa galleria di campagne di comunicazione mi sembra interessante.

The University Of Hertfordshire Digital Animation / Films – Qui trovate la galleria dei lavori realizzati dagli studenti (il mio preferito è World War). Calcolato che si tratta di lavori di diploma… chapeau!

Pubblicato in Cinema, Design, Musica, Relax, Web design da remix | 2 Commenti »

starSerendipity, ovvero cose trovate per caso ma che ci stanno

7 febbraio 2009 alle 12:57
Nemesis

Così ci facciamo una risata in un momento difficile.
Bill Hicks, monologo, 1993, show censurato del David Letterman Show.

“Sapete mi dà davvero fastidio in questi giorni? questi pro-lifers…”
(appluso)
“Li avete mai guardati in faccia? sono “PRO VITA”
(Strabuzza e incrocia gli occhi, fa la bocca a culo di gallina)
“Sono pro vita! Mamma mia, sembra il contrario, no? Sembrano escludere la gioia di vivere. Ti viene voglia di stare con loro a giocare a Trivial Pursuit tutta la notte”.
“Sapete cosa mi fa ridere di loro? Se siete così pro-life, non incrociate le braccia e bloccate le cliniche, se siete davvero pro-life incrociate le braccia e bloccate i cimiteri. Vediamo se vi sentite a vostro agio con l’idea”
(mima il tipo di prima a culo di gallina con le braccia incrociate; imitandolo dice)
“LEI NON PUO’ ENTRARE”
(il pubblico ride)
(imitando un confuso partecipante del funerale) “aveva 98 anni. E’ stata investita da un bus!”
(pro-lifer) “Ci sono SCELTE POSSIBILI!”
(membro del funerale): “Tipo cosa, cazzo? IMPAGLIARLA?”
(di nuovo come se stesso): “cazzo, voglio vederli coi piedi di porco ai funerali ad aprire le bare e le urne cinerarie gridando “vieni fuori”. ALLORA sì sarei davvero impressionato dalla loro missione”.

Pubblicato in A caso, Relax da Nemesis | 1 Commento »

starDel proibizionismo e della coerenza

20 settembre 2008 alle 12:52
Nemesis

Preparatevi.
Se siete Friulani, preparatevi: nei prossimi giorni ci saranno due diverse ondate contrapposte di polemiche su quella manifestazione che si chiama Friuli Doc.

Per i non Friulani, un breve cappello introduttivo: Friuli Doc, nominalmente una manifestazione rappresentativa di tutta la provincia di Udine (con una spruzzatina di mitteleuropa che fa chic e non impegna – cosa vuoi che sia un pò di odore di wienerschnitzel che impregna il cappotto di fronte al fascino di una parola altisonante come “mitteleuropa”?), è in realtà una specie di baldanzosa “sagrona di Udine”. Per quattro giorni viene chiuso il centro al traffico e l’intera zona del “quadrilatero centrale” viene trasformata in una festosa baldoria di formaggi, vini e musica tra il buono e il dozzinale.

Oddio, festosa.
Già un mese prima, la neoeletta destra (in provincia e regione) ha deciso di far suonare forte i tamburi della moralità, battendoli con la mazza vigorosa dell’arroganza. “TOGLIEREMO I PUNTI ANCHE A CHI VERRA’ TROVATO UBRIACO A GIRARE IN BICI!” tuonavano i soloni della pedemontana. In bici? diranno i miei piccoli lettori. Si, in bici. La cosa divertente è che se chiedete ad un avvocato – cosa che io ho fatto per pura curiosità personale – vi risponderà che la cosa non è possibile. O meglio, si: possono farlo, ma un semplice giro da un giudice di pace renderà i punti PARO PARO.
Risultato: nei due giorni precedenti ho girato per Friuli Doc, dove l’affluenza è stata nettamente minore degli anni precedenti. Le feste erano quiete, un pò da parrocchietta: solo in qualche raro punto ostinatamente ed irredimibilmente ggiovane il volume si alzava da standard da festino acli fino a qualcosa da far considerare alla prospiciente vecchietta se chiamare istantaneamente la polizia.
A differenza degli anni scorsi, dove si era sfiorato il milione di visitatori e dove per le strade si camminava con un disagio all’altezza di una metropoli decente, solo in pochi punti si avvertiva un minimo di emozione, di divertimento. Per essere proprio tassonomici, sembrava di essere nelle ore conclusive di una sagra, ma straight edge.

Ovviamente tanta gente, di fronte a tale bombardamento di moralismo mediatico, ha pensato: si ma che ci vado a fare, ad Udine, che mi sequestrano la patente se bevo due birre, che ci sono sempre le stesse cose, che fa freddo? Sto a casa e mi guardo Bonolis, altro che.
Conclusione: la campagna pubblicitaria della destra a base di “sicurezza e posti di blocco e moralità” è stata un successone. In termini di dissuasione, naturalmente, e di danno economico alla manifestazione.
Perchè i posti di blocco c’erano, eccome: tornando da Gorizia un mio amico ha trovato QUATTRO (no, dico: QUATTRO) posti di blocco. Nemmeno avessero resuscitato Aldo Moro e gli avessero sparato di nuovo.

Questo fa parte di quella bella ottica “metto una donna nuda dinanzi ad un ergastolano impedendogli di toccarla” che tanto amo di certa destra moralista. La stessa destra che in privato trascina pischelle nei bagni simili a farmacie dei bar fighetti del centro e che poi attacca il Sunsplash per la droga, quando è sotto il naso di tutti la vera ragione per cui certa destra attacchi il Sunsplash: perchè è un modello economico e culturale ALTRO, antiproibizionista ed alternativo, che però FUNZIONA, con un ritorno economico e di immagine internazionale oltraggioso per chi fa dell’economia e del moralismo la propria spina dorsale, da colpire al cuore con la scusa dei tanto conclamati “disordini sociali” che – purtroppo per loro – non si sono visti nemmeno col binocolo. Ahiahi…

Stasera ci sarà il sabato sera di Friuli Doc. Ed il centro sarà pieno, sicuramente, ci mancherebbe altro.
Una parte dei giornali titolerà falsamente “battuto il record dell’anno scorso” mentre altri polemizzeranno per un’edizione indubbiamente sottotono.
La verità? La verità è che il freddo è arrivato e si sente. E non dipende dal clima.

Pubblicato in Povera Italia, Relax, Rosiconi da Nemesis | 6 Commenti »

starSurfing [39]

18 aprile 2008 alle 12:58
remix

Trentanovesima puntata di “Surfing”, rubrica di segnalazioni più o meno curiose e più o meno utili.

Encyclopedia Pictura – Sito molto strano… Non ci ho capito granché ma mi ha colpito.

Foam City – Uno spot della Sony ambientato a Miami, dove la città è stata riempita di schiuma dal cannone schiumogeno più grande del mondo. Lo spot ha filmato la reazione della gente. [via scattodesign]

Monochrome – Dominique A & Yann Tiersen – A me questi video, realizzati con pochi mezzi ma curatissimi, piacciono molto [via Webgolr]

Superuse – Where recycling meets design

How to Blog Design Style Guide – Una guida al design dei vari elementi strutturali e di contenuto di un blog. Ben curata.

(>’.’)>=O____l_*__O=<(‘.'<) – Un video di Oliver Laric, realizzato con gli emoticons di Skype [via Valentina Tanni]

Pubblicato in Arte, Design, Relax, Sito della settimana, Web design da remix | 2 Commenti »

starPiccolo intermezzo in attesa dei risultati

14 aprile 2008 alle 07:54
Nemesis

in attesa dei risultati elettorali, un pò di umorismo, relativamente involontario, da articoli di “Repubblica”:

ARIA DI CRISI TRA CARLO E CAMILLA, TRASCURATA COME DIANA

ohhhhh nooooooooo…..

Dopo gli anni trascorsi ad amarsi in segreto tra Carlo e Camilla e’ crisi. I troppi impegni pubblici del principe di Galles e erede al trono infastidiscono la duchessa di Cornovaglia che all’erede al trono ha chiesto maggiore attenzione.

strano, Carlo è una persona così piena d’amore…

Proprio come successe alla fine del matrimonio con Diana, insofferente degli obblighi di corte, Camilla ha scoperto quanto sia pesante il ruolo di consorte dell’erede al trono.

mannaggia… forse alla Friulcementi si svagherebbe di più… un bel posto da ADDETTA ALLA BETONIERA migliora sempre il pomeriggio di una signora..

Questo, secondo i tabloid ‘Mail on Sunday’ e ‘News of The World’ il motivo del raffreddarsi dei rapporti della coppia. L’ormai 59enne Carlo ha intensificato i suoi impegni ufficiali, fino a 200 all’anno, per dimostrare di essere degno di prendere il posto, un di’, di Elisabetta II.

un dì? ma ha 300 anni lei e 270 lui.. che dì?

Il padre, riferiscono amici della coppia citati dal Mail, sembra geloso “della copertura mediatica con cui viene seguita la carriera militare dei figli, William e Harry” In particolare Camilla, ulteriore similitudine con Diana, detesta gli amici di Carlo: l’annoiano a morte e non vede l’ora di potersi rifugiare in solitudine a Ray Mill House, la sua casa di campagna dove puo’ fare “una vita normale”. Camilla “e’ stufa di cerimonie”. Detesta i viaggi all’estero, arrivando a dipingere come “un incubo” il recente soggiorno nei Caraibi

a Marghera c’è un monolocale libero se vuole, fronte petrolchimico. Apparte dividerlo con 31 immigrati, è a posto, se si scansano le fiale di crack dal giaciglio.

DOPO NAOMI ANCHE KATE MOSS VITTIMA TERMINAL 5 HEATHROW

Neanche per i vip c’e’ pace al nuovo Terminal 5 dell’aeroporto di Heathrow. Dopo Naomi Campbell anche Kate Moss e’ stata vittima della “maledizione” della nuova struttura. Appena sbarcata a Los Angeles da un volo British Airways la top model ha avuto l’amara sorpresa di non trovare tutti i bagagli che aveva imbarcato alla partenza dallo scalo aereo londinese.

ohhhhh nooooo.
E ora come si fa? Se qualcuno trova le valigie di Kate tutta quella coca in giro rischia di compromettere il mercato…

damn.

Pubblicato in garaglò-booorble-burp, Relax da Nemesis | 4 Commenti »

starSurfing [38]

19 febbraio 2008 alle 14:13
remix

Trentottesima puntata di “Surfing”, rubrica di segnalazioni più o meno curiose e più o meno utili.

70+ Visually Impressing Header Graphics – Una raccolta di oltre 70 header di grande impatto grafico. Questo set è una specie di anteprima, in attesa dei risultati del concorso indetto da Sunshine Magazine, che scade il primo marzo (se volete partecipare, affrettatevi!).

Woody Allen Typography – Il fatto che Woody Allen usi quasi sempre il font EF Windsor nei titoli dei suoi film è una sorta di “marchio di fabbrica” o feticismo tipografico?

100 Things to do with Google Maps Mashup – 100 esempi di di mashup (applicazione ibrida contenente dati provenienti da più fonti) creati a partire dalle mappe di Google. Si va dall’esplorazione delle 7 meraviglie del mondo alla mappa mondiale del terrorismo.

10 Mistakes in Icon design – Un interessante articolo – a metà strada tra il graphic design, usabilità e architettura dell’informazione – a riguardo della creazione ed uso di icone grafiche nei siti web.

Stewardess Uniform Collection – Una specie di sito feticista, che raccoglie le uniformi delle hostess di centinaia di compagnie aeree.

Pubblicato in Cinema, Internet e tecnologia, Relax, Web design da remix | 3 Commenti »

starSurfing [37]

14 febbraio 2008 alle 21:49
remix

Trentasettesima puntata di “Surfing”, rubrica di segnalazioni più o meno curiose e più o meno utili.

techPresident – Un sito indipendente americano, che analizza il modo in cui i candidati alle presidenziali USA 2008 usano il web e – viceversa – come il contenuto generato dagli utenti (attraverso social networks tipo MySpace, YouTube, FaceBook, Technorati,…) influenza le campagne elettorali. Ricco di articoli, dati, grafici e approfondimenti.

Google Maps – E se dietro le dettagliatissime mappe di Google si nascondesse una sorta di Grande Fratello? Divertente video…

Sleeveface – Un modo interessante di utilizzare i vecchi vinili. Oppure, per dirla in altro modo: “Vediamo se riuscite a farlo con la vostra collezione di mp3!”
😉

Silvia Casali / Online portfolio – Bel sito di una giovane e promettente videomaker e illustratrice.

Improv Everywhere – Un gruppo di New York che crea delle situazioni di caos, stupore e disorientamento in luoghi pubblici. L’ultima performance – “Frozen Grand Central” – ha coinvolto 200 persone che si sono immobilizzate simultaneamente per 5 minuti all’interno della Grand Central Station di NY. Guardate i video!

Pubblicato in Arte, Design, Internet e tecnologia, Politica, Relax da remix | 2 Commenti »

starRatzinger e il culo di Jennifer Lopez. La creazione del mito attraverso la mistificazione televisiva

21 gennaio 2008 alle 15:23
calogero

jenniferlopez51.jpg

Incredibile. Ieri sera ho guardato il TG5. Non so perché l’ho fatto. Masochismo? Voglia di rovinarsi la serata? Perversione? Boh. Comunque la notizia in apertura era, ovviamente, il rave party in piazza San Pietro.
Ho subito ricordato perché sono anni che evito il TG5. Non appena la “cronista” ha sottolineato come sia mite questo papa, e ha concluso il servizio dicendo che alla fine il papa aveva finito il discorso “a braccio”, solo perché aveva augurato buona giornata ai presenti senza leggere dal foglio.

Due o tre anni fa, per un po’ si parlava spesso in TV del culo di Jennifer Lopez come di una scultura perfetta, un’ opera d’arte a cui ispirarsi. Un culo invidiato da tutte le colleghe. La verità è che J-Lo ha il culone e difatti è raramente inquadrato. Non ci sono primi piani o foto, ma fugaci riprese del fondoschiena lopeziano, inquadrature di sbieco, di striscio dal davanti, di lato, ma mai niente di chiarificatore. Te credo, è una chiattona. Però alla tele, pur senza il conforto necessario dell’immagine, tutti a dire ma che bel culo Jennifer! Non ho mai capito perché si pompasse tanto questo culo di per se già largo, però c’era una strana rincorsa a lodare la presunta perfezione del JLo’s culo. A furia di sentirlo ripetere sembrava vero.

Più che mite, a me paparazzi ricorda una fiera, una bestia feroce che ha protetto i preti pedofili per salvare le casse delle diocesi americane. Tenetelo sempre a mente quando leggete commossi le sue encicliche.
Ma basterebbe il suo sguardo privo di umanità per farsi venire il dubbio. Lo sguardo di un imperatore più che dell’annunciatore del verbo. Benedetto è mite, è il nuovo mito (scusate l’involontario gioco di parole) da diffondere a mezzo TV senza contraddittorio. Si dice e basta. Si mostra il papa che legge dalla finestra a una folla di fanatici cattolicisti(*), e si sottolinea la sua mitezza, come se i predecessori scannassero agnelli durante l’angelus.
Dice messa dando le spalle perché è mite. In latino affinché nessuno possa capire, perché l’assenza di dialogo è un segno di mitezza. Architetta adunate, bagni di folla di cattolicisti, dicendo ovvietà come: rispettate le idee altrui, segno distintivo della mite chiesa nei secoli.

E’ proprio così, la supposta mitezza del papa a mezzo tv mi ricorda tanto il culetto di J-Lo, tanto proporzionato quanto è mite questo papa.

(*) Cattolicista: sedicente cattolico o cattolico part-time, con un mucchio di peccati gravi sulla groppa, tipo: divorzi, convivenze, razzismo, politeismo, condotta sessuale non pertinente al catechismo eccetera, ma sempre pronto a battersi il petto in pubblico. Meglio se inquadrato.

Pubblicato in Povera Italia, Relax da calogero | 28 Commenti »

starSurfing [36]

14 gennaio 2008 alle 22:39
remix

Trentaseiesima puntata di “Surfing”, rubrica di segnalazioni più o meno curiose e più o meno utili.

L’Internet del 2008 – Che cosa possiamo aspettarci dai network digitali nel nuovo anno? Un interessante articolo di Giuseppe Granieri.

100 Excellent Free WordPress Themes – Ce n’è per tutti i gusti. Ormai il livello estetico e tecnico di molti temi per WordPress è veramente alto.

Adobe Photoshop Tutorials – Best Of – Un post che raccoglie una lunga serie di link a tutorials per ottenere i più disparati effetti da Photoshop. Alcuni veramente notevoli.

Light Graffiti – Fare writing con la luce. Nonostante non sia un amante del genere “graffitaro” mi è piaciuta molto questa photogallery.

A special “Where’s WALL-E” edition of Why-For? – Curiosa galleria che scova i cameo di alcuni personaggi dei cartoni animati Pixar dentro altri cartoni animati Pixar. Ad esempio scoprite che il pesciolino Nemo compare in “Monsters & Co.” e ne “Gli incredibili”. Roba da cinefili.

Do Canonical Web Designs Exist? – Esistono dei modeli “canonici” per il web design? L’articolo è molto interessante, soprattutto quando Joshua Porter afferma: “I graphic designers possono giudicare in base a quello che vedono. I web designers non possono. Essi devono giudicare facendo delle cose (oppure osservando altre persone mentre le fanno). Il problema è che molte persone giudicano il web design senza usare i siti. Guardano e basta.” [la traduzione è di Cesare Lamanna su edit, da cui ho preso il link]

Pubblicato in Cinema, Design, Internet e tecnologia, Relax, Web design da remix | 1 Commento »