eXTReMe Tracker

dotArchivio della Categoria 'Sport'

(

Categoria per sport

)

starÈ morto Enzo Bearzot

21 dicembre 2010 alle 14:08
calogero

 bearzot-pertini.jpg

È morto Enzo Bearzot indimeticabile e indimenticato allenatore friulano di Spagna 82, mondiale regalatoci da una nazionale arcigna, contestata e in silenzio stampa, ma anche, spettacolare, fortissima, audace, bella e un po’ fortunata. Il mondiale 82, epico ed eroico, portò una nazione nelle strade in un delirio collettivo e inedito. Io c’ero ed è il ricordo sportivo più bello di sempre e mai sarà eguagliato dai muscolosi tatuati di oggi, dovessero vincerne altri dieci.

Pubblicato in Sport da calogero | 2 Commenti »

starDopo l’Italia di Prodi, il mondiale lo vince la Spagna di Zapatero…

11 luglio 2010 alle 22:10
swampthing

La sinistra porta bene al calcio.

La prossima volta fai vincere l’Italia, dai un calcio al culo di Berlusconi.

Pubblicato in Sport da swampthing | 12 Commenti »

starArgentina umiliata: fuori dal mondiale!

3 luglio 2010 alle 17:33
calogero

Sperare di vincere un mondiale con un CT ex cocainomane, puttaniere, evasore fiscale, che non riconosce suo figlio, che partecipava a festini con camorristi assassini, e’ un po’ come eleggere a capo di un governo un nano megalomane trapiantato, massone, puttaniere, corruttore, che ha fondato il suo partito con un condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e sperare che la nazione progredisca!
Bye bye Argentina, bye bye Italia!

Pubblicato in pessimismo, Sport da calogero | 16 Commenti »

starChe amarezza che dolore (speciale mondiali 2010)

24 giugno 2010 alle 19:46
swampthing

Bè, risultato ampiamente previsto, ma non meno deludente. L’Italia esce sconfitta, dalla sfiga che porta il nano malefico.
Ma non basta. Sono incazzato, sono nervoso. Vorrei picchiare quel giuda diversamente abile di Umberto Bossi e dirgli che è un cretino. In quest’Italia allo sbando non ci sono manco i soldi per comprare una partita alla Slovacchia. Ma, visto che  Umberto non è raggiungibile, potremmo sfogarci picchiando un leghista a caso, tanto qui al nord è pieno di queste merde. :violent:

Pubblicato in Il nano piduista, Sport da swampthing | 11 Commenti »

starSpeciale Mondiali 2010

13 giugno 2010 alle 19:35
swampthing

Sono iniziati i mondiali di calcio. Tutti  a tifare Italia? Certo, mica siamo quei fanatici da centro sociale che remano contro.
Però sappiamo bene che, con Berlusconi al governo, la Nazionale di calcio non ha mai fatto grandi risultati. Insomma Silvio porta una sfiga tremenda.
Vincere questo mondiale, vorrebbe dire la fine politica del nano piduista e manipolatore? O può coesistere vincere il mondiale e avere i fascisti al governo?
Vaffanculo.
Mi piacerebbe vedere Maradona vincere il mondiale, vedere ben piazzata la Slovenia, vedere il Ghana in finale.
Forza Ghana, forza Italia. Dite la vostra.

Pubblicato in Sport da swampthing | 1.080 Commenti »

starGrande Udinese, Berlusconi in lacrime, continua il periodo no

23 settembre 2009 alle 21:56
swampthing

Ronaldinho come Tremonti, non la becca mai! AD ©

In gol Di Natale al 22′. Milan inconsistente. Non basta il cuore (o i milioni di euro, come direbbe qualcuno). Grande Udinese! :winner:

Il Milan è una squadra finita, come il suo padrone. Surclassata da una provinciale che in stipendi spende un decimo. Grazie nano, tornate presto a Udine!!!

Dire che godo è poco. :rasta:

Pubblicato in Sport da swampthing | 3 Commenti »

starEl triplete: Liga, Copa del Rey, Champions League

28 maggio 2009 alle 08:01
calogero

Liga, Copa del Rey, Champions League.

E’ una tripletta storica quella del Barcelona targato Guardiola. E’ un risultato che qualsiasi tifoso sogna. E’ un risultato, quello della finale giocata a Roma, che premia la squadra che in Europa, durante questa stagione ha giocato il calcio più bello, più divertente, più spettacolare, in una parola il calcio migliore.
E devo dire che siccome quelli del Barcellona sono dei gran signori, Pep Guardiola ha pensato bene di dedicare questa vittoria a Paolo Maldini:”Dedico questa vittoria al calcio italiano e a Paolo Maldini, che non si preoccupi perché ha l’ammirazione di tutta l’Europa, da 25 anni”.
Altro che il Milan e papi, che dopo la scandalosa contestazione dei soliti sottosviluppati mentali che albergano fissi nelle curve di tutti gli stadi italiani, non hanno ancora replicato a quei dementi. Ma si sa che il premier in questo momento ha altre gatte da pelare.

Barcellona – Manchester United: 2 – 0

10’pt Eto’o
25’st Messi

Per la cronaca della partita qui

Pubblicato in Sport da calogero | 14 Commenti »

starCoppa Uefa: Udinese – Borussia Dortmund ai rigori: passano le zebrette!!

2 ottobre 2008 alle 23:55
calogero

Che sofferenza al Friuli. Dortmund indomito, fortunato oltremodo, pareggia l’andata segnando due volte in chiusura di tempo. Il risultato pare ingiusto. Ci vorrà il rigore decisvo di Lukovic!
Le spine nel fianco dell’Udinese sono Lee e Frei che s’intendono benissimo e creano occasioni ma Handanovic compie un paio di prodezze e salva il risultato.
Fastidioso pure Blaszczykowski, sempre pericoloso quando affonda sulla destra!
Il Borussia segna sul finire. Azione di Hajnal che dopo aver ricevuto da Blaszczykowski, entra in area si sposta la palla sul sinistro e calcia forte in porta, Handanovic, perfetto fin qui, commette un erroraccio! Dortmund in vantaggio! :bigballs:
Nel secondo tempo l’Udinese sembra controllare e chiude in attacco. Il Borussia sembra non averne più!Altro cambio, entra Sanchez ed esce Antonio Di Natale a cui viene regalato un lungo applauso dal pubblico! :applaudit: :applaudit:
Ma come nei peggiori incubi alla fine del secondo tempo il Borussia pareggia i conti. Palla messa in area, Valdez cerca di calciare ma sbaglia e ne viene fuori un assist per Hajnal che batte Handanovic! :bigballs:

Si va ai rigori
Handanovic para il primo. Ma Domizzi per l’Udinese spara alto.
Seganano Sahin e Quagliarella. 1-1
Khel e Pepe segano anche loro 2 a 2.
Blaszczykowskisi fa parare il tiro da da Handanovic ma Inler non sbaglia 3 a 2!!!
Valdez mette in rete per il Borussia ma il rigore decisivo spetta all’Udinese: 3-3
Lukovic!!!!GOOOLLL!!

Udinese alla fase a gironi!!!

Pubblicato in Sport da calogero | 1 Commento »

star¡España campeona de Europa!

29 giugno 2008 alle 23:44
calogero

30.JPG

Nonostante la responsabilità sportiva i giocatori spagnoli giocano rilassati. Consci della loro superiorità, giocano contro una Germania con poche idee e contro la storia. Non vincono da tanto nel calcio, ma sanno che a casa le cose funzionano. Giocano leggeri il calcio migliore dell’europeo, una traslazione sul campo dell’immagine della Spagna odierna, moderna, dinamica e progressista. In tribuna i re di Spagna e Zapatero. Il Primo Ministro, sorridente per il successo sportivo, era a Vienna, non era impegnato a farsi leggi ad personam, i giocatori, tranquilli.
La Spagna ha vinto: viva la Spagna.

A pesar de la responsabilidad deportiva, los jugadores españoles juegan relajados. Conscientes de su superioridad, juegan contra una Alemania con pocas ideas y contra la historia. Non ganan desde hace mucho tiempo en el fùtbol, pero saben que en casa las cosas funcionan. Juegan tranquilos el mejor fùtbol del campeonato europeo, una translaciòn en el campo de la imagen de la España de hoy, moderna, dinàmica y progresista. En la tribuna, los reyes de España y Zapatero. El Presidente, sonriente por el éxito deportivo, estaba en Viena, no estaba ocupado haciéndose leyes ad personam. Los jugadores, tranquilos.
España ha ganado: ¡Viva España!

Pubblicato in Sport da calogero | 5 Commenti »

starBoicottare le olimpiadi in Cina? Il peso delle ingiustizie del mondo sulle spalle degli atleti: una scelta ipocrita.

19 marzo 2008 alle 18:53
calogero

La repressione attuata dal governo cinese in Tibet non deve sorprendere nessuno. Non è mica una novità. Il Dalai Lama sono anni che gira esule per il mondo. I diritti elementari del popolo tibetano calpestati da decenni.
In virtù dei recenti sanguinosi fatti in Tibet, si levano però, insistenti ormai da giorni, le richieste di boicottare i giochi olimpici in Cina. Come se la Cina del 2001, quando il CIO (Comitato Interessi Olimpici) assegnò i giochi, fosse stata una repubblica democratica stretta osservante dei diritti umani e delle minoranze linguistiche e religiose presenti sul suo immenso territorio. Come se all’epoca la Cina non fosse stata la superpotenza che addebitava il costo della pallottola del giustiziato alla famiglia, ultima crudele beffa dello stato boia e assassino.
E oggi si chiede a gran voce agli atleti di farsi carico della situazione. Come potete voi far festa in quell’orribile posto che è la Cina? Governata da mostri dalla crudeltà a anacronistica, perché diciamocelo chiaro, impedire a un popolo di parlare la propria lingua nel 2008 è roba da ventennio fascista. Un residuato ideologico che per noi europei è roba da museo.
Cari atleti, come potrete saltare asticelle, ostacoli, scattare dai blocchi, tuffarvi in piscina, calciare la palla serenamente, mentre il popolo tibetano, ma anche la parte cinese dissidente, soffre la dura repressione?
Quindi per molti toccherebbe agli atleti farsi carico di un eventuale boicottaggio. Dovrebbero pagare loro il prezzo dello schiaffo morale al regime cinese che tutti noi vorremmo vedere ben assestato sul volto della nomenclatura. Perché proprio sugli atleti questa grave incombenza? Loro che vivono e si allenano in funzione dell’evento olimpico, loro che con il loro gesto sono portatori di una dimensione in cui ancora ci si può sentire uguali e alla pari, con regole certe in una competizione basata sulle proprie forze e sulla lealtà: lo sport.
Ma il boicottaggio perché non lo attuano le aziende che ci fanno affari e che hanno messo la Cina al centro dei loro interessi? Perché non ci pensa la Ferrari che in Cina apre show room e che vede il suo mercato ormai come un punto di riferimento. Montezemolo non ha nulla da dire? Perché non rinunciate al GP della Cina? Oppure gli industriali italiani ed europei che spostano laggiù le produzioni, perché la manodopera costa meno e i sindacati che rompono le palle manco esistono? Perché gli stilisti italiani e francesi mossi da indignazione non chiudono le boutique in centro? Ma figuriamoci!
La politica ufficiale intanto ha chiamato l’ambasciatore cinese per un té con i pasticcini. Tutti si dicono preoccupati. Persino il papa auspica un ricorso al dialogo (ma che bravo). Ma la verità per fare un passo avanti è che sarebbe il caso che dalla prossima edizione dei giochi olimpici che il CIO assegnerà, questi venissero dati a stati democratici tout court. Per non ritrovarci di nuovo in questa odiosa situazione di boicottaggio, che dopo Montreal 76, Mosca 80 e Los Angeles 84 ha sinceramente rotto. E che non serve a niente.

Pubblicato in mondo malato, Sport da calogero | 17 Commenti »