eXTReMe Tracker

Censurato Pretofilia. I preti pedofili hanno vinto. (*)

30 giugno 2007 alle 18:54
swampthing

(*) Titolo in stile Libero.
Sia fatta la sua Volontè” è il comunicato della Molleindustria che spiega il perché della rimozione del gioco dal loro sito.
Come suggeriscono sulla Molleindustria, il gioco lo trovate un po’ dappertutto sul web, cercate “operation pedopriest”.
Rimane l’amaro in bocca per quello che è successo, la voglia di censura è sempre più forte in Italia, nell’Italia teocon e teodem, quella che a noi fa schifo e riteniamo sia un intralcio per lo sviluppo culturale del paese. Paradossalmente, è stata l’associazione Meter, quella di Don Di Noto, a denunciare il tutto alla polizia. Invece di essere contro tutti i pedofili, sono contro chi denuncia i pedofili e chi li protegge. Vergogna Don Di Noto!

Update:
Vengo a sapere via Capemaster di questo interessante articolo sulla Creative Commons con annesso Pretofilia da giocare online! Visto? fermare le idee su internet è pura utopia, per ora.
Altra versione online qui, via Deliriomediatico.

Pubblicato in Attivismo da swampthing | 23 Commenti »

tn  tags: , , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

23 commenti a “Censurato Pretofilia. I preti pedofili hanno vinto. (*)

  1. Gan ha detto:

    Per me è inportante parlare di pedofilia a 360 gradi, x te l importante è sferrare accuse contro la chiesa……per me è importante salvaguardare il dolore delle vittime……per te è più importante strumentalizzare un giochino per continuare ad attaccare la chiesa(tra l altro se è stato censurato è stata opera dello stato)……..per me è importante la verità……per te la verità è una parola ad effetto da usare quando serve……..non c è che dire, io e te siamo proprio differenti…….saluti

  2. swampthing ha detto:

    se per te è più importante che non se ne parli e pensi così di essere sensibile, stai proprio facendo il gioco di quegli omertosi del Vaticano. :prete:

  3. Gan ha detto:

    Guarda se non hai la sensibilità per capirlo non è colpa mia……..certi valori si portano dentro e non li si può insegnare a nessuno…..se x te è più importante un gioco del dolore della gente fai pure e pensala come vuoi….io sono diverso….magari sono un troll come dici tu…..saluti

  4. swampthing ha detto:

    @gan
    o non ci arrivi o sei un troll.

    rispondi:
    perché chi ha subito violenza carnale da un prete, dovrebbe essere contro un gioco che è contro l’omertà della chiesa sui crimini dei preti pedofili?

  5. Gan ha detto:

    Ma stai scherzando ?????secondo te subire un furto sta sullo stesso piano di subire un abuso sessuale????……ma hai riflettuto su quello che hai scritto???

  6. swampthing ha detto:

    @cosa dovrebbero pensare?

    uno che subisce un furto non sarà contrario ad un gioco contro i furti.
    uno che viene stuprato non sarà contro un gioco contro gli stupri…
    quindi perché chi ha subito violenza carnale da un prete, dovrebbe essere contro un gioco che è contro l’omertà della chiesa sui crimini dei preti pedofili?

    te lo sei mai chiesto?

  7. Gan ha detto:

    Sarà ma io la vedo da una prospetiva completamente diversa……..ti 6 mai chiesto cosa ne pensano le vittime di questo “giochino”?

  8. swampthing ha detto:

    @gan

    non hai capito niente. scusa se sono così diretto.
    Il gioco non è fatto per divertire, ma per far riflettere. E’ una provocazione.
    Consiste nell’aiutare i preti pedofili a farla franca. E’ un gioco paradossale. Mostrando, anche se i forma virtuale, gli abusi dei preti sui bambini e come il Vaticano cerchi di mettere a tacere testimoni e vittime, si stigmatizza il fenomeno della pedofilia, non lo si aiuta. E’ un gioco di denuncia e chiunque denunci all’opinione pubblica i pedofili è con le vittime non contro.

  9. Gan ha detto:

    Ragazzi scusate se intervengo anche perchè non ho giocato a questo giochino nè intendo farlo….in un’altro blog mi hanno detto che si tratta di un cardinale che deve cercare di evitare che preti pedofili abusino di bambini………dai ragazzi siamo seri,qui non si parla di censura perchè secondo me è giusto che giochini del genere non esistano dai….secondo voi non fa schifo anche nei confronti delle vittime programmare un gioco del genere???non c è rispetto nè per il loro dolore nè per le loro sofferenze,anzi ci si gioca sopra……non mi sembra giusto questo e quindi secondo me è giusto che ci sia stato il tentativo di non diffonderlo, non si può fare un gioco su sofferenze psicologiche tanto grandi,anzi di più con questo gioco si ricerca il divertimento nella sofferenza della gente…..dai ragazzi non è giusto questo qualche paletto bisognerà pur averlo,non si può fare tutto ciò che si vuole “giocando” sulla sofferenza altrui……

  10. SOAD&LeftWing ha detto:

    “toghe e forchette” @[email protected] no coment

  11. swampthing ha detto:

    @mazzetta

    non ci posso credere.. ma dove viviamo?!

  12. mazzetta ha detto:

    TUTTA la piattaforma-blog noblogs.org è stata messa offline perchè alcuni sottodomini (blog) ospitavano il gioco “Operazione Pretofilia”. Al di là del merito della decisione, peraltro incongruente con i motivi addotti, sarebbe come chiudere splinder. com perchè ospita robaccia del genere http://antizog.splinder.com/

    qui i dettagli http://mazzetta.splinder.com/post/12920603
    mazzetta

  13. […] del boy love day, ma ce ne sono davvero tanti altri: la madonna piange sperma, man hunt 2, pretofilia… senza dimenticare i tentativi di boicottare la messa in onda del filmato sul crimen […]

  14. SOAD&LeftWing ha detto:

    senza contare che ora che se ne è parlato in tv è stata fatta una bella pubblicità a questo sito ed ai suoi affiliati!

  15. […] Terrorpilots | capemaster | davide bocci | free lance | no censura Share and Enjoy:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  16. swampthing ha detto:

    se per questo, io ero contro anche la chiusura del sito dell’orgoglio pedofilo. anche perché era chiaro l’intendo propagandistico di questo sito, atto a creare zizzania e dibattito sull’argomento. E tutti hanno abboccato. Tra l’altro, nel sito, non si faceva apologia di alcun reato, anzi, si condannavano gli abusi sessuali sui minori. Una furbata e i soliti fessi ci sono cascati in pieno.

  17. salpetti ha detto:

    Uno dei punti di forza della Rete è che non si può facilmente censurare. Se si chiude da una parte, le cose rispuntano da un’altra parte. Se ciò è un bene per la libertà di informazione, a volte può essere nocivo. Come nel caso del sito dell’Orgoglio pedofilo, oscurato in Italia, ma raggiungibile con un apposito link inserito in alcuni siti pedofili. Ovviamente vale la pena correre il rischio affinchè ci sia piena libertà di informazione, ma in questo caso è difficile pronunciarsi perchè in ballo c’è la questione spinosa della pedofilia e degli abusi contro i minori all’interno della Chiesa.

    Io sarei più propenso a lasciare in circolazione il gioco e a non praticare nessuna forma di censura, ma quando ci si trova di fronte a certi temi diventa difficile scegliere…

    salpetti.wordpress.com

  18. Valerio ha detto:

    grazie del link a DelirioMediatico 😉

    Valerio!

  19. […] UN commento adeguato lo trovate qui. […]

  20. fydel ha detto:

    Non conosco la legge antipedofilia, ma -bene o male scritta che sia- di certo non è nata (almeno a parole) con l’intento di oscuare i videogiochi irriverenti nei confronti del vaticano. In effetti, immagino che la legge sia nata dopo qualche evento di cronaca o simile, su proposta di qualche parlamentare cattolico bisognoso di apparire paladino della famiglia.

    La situazione italiana sulla pedofilia è piuttosto imbarazzante: da una parte la fobia irrazionale (un po’ di tempo fa un tale è stato picchiato per aver avvicinato un bambino sulla spiaggia: poi si è scoperto che era sua figlio!), dall’altra il tabù di parlarne se sono coinvolti personaggi “intoccabili”.

    Il miglior modo di combattere la pedofilia è quello di lasciare che tutti abbiano un rapporto con la propria sessualità con meno condizionamenti sociali.

  21. ajeje ha detto:

    quelli di molleindustria non potevano riprogrammare il gioco salvando capra e cavoli, ovvero mettendo la foto di Volontè a coprire lo schermo nel punto in cui il prete si scopa il bambino? così gli toglievano ogni pretesto per chiedere la censura del gioco, dal momento che gli atti di pedofilia non si vedevano più, e sbertucciavano a dovere il clericofascista dell’UDC…
    con i fascisti ipocriti bisogna costringerli a togliere la maschera eliminando ogni pretesto a cui costoro si possono aggrappare per mascherare la loro volontà censoria. Bisogna costringerli a dire chiaramente che sono dei fascisti e quindi a loro della tutela dei bambini non interessa niente, per loro conta solo che il loro padrone non venga criticato..

  22. swampthing ha detto:

    quoto. ma è la legge assurda di per sè, creata dall’isteria antipedofila, che poca ha a che fare con la lotta alla pedofilia e pedopornografia.

  23. fydel ha detto:

    è ridicolo: la scusa con cui hanno portato avanti la censura è quella di pedopornografia. E’ il metodo standard in cui funziona la censura illiberale e fascista: usare una legge pensata per tutti altri motivi per limitare la libertà di espressione. che merde.

Lascia un commento