eXTReMe Tracker

Chi costruirà la base di Vicenza?

20 febbraio 2007 alle 10:15
remix

Cosa pensare della partecipazione di alcune cooperative rosse alla gara d’appalto per la costruzione della contestata base USA di Vicenza?

Qui l’articolo del Corriere della Sera.

Qui un post del presidio permanente (leggete il commento n.6)

Questo mio post è un sasso nello stagno.
Sarebbe interessante che nascesse una discussione.
Astenersi dogmatici di tutti gli orientamenti politici.

Pubblicato in Politica, Vita quotidiana da remix | 9 Commenti »(Letto 2142 volte)

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

9 commenti a “Chi costruirà la base di Vicenza?

  1. remix scrive:

    @spartaco: io lavoro per una cooperativa. anzi, l’ho fondata io. da una parte sono un “imprenditore” e dall’altra non riesco ad abituarmi all’idea che “pecunia non olet”. si può fare imprenditoria anche a sinistra, avendo delle idee e il coraggio di portarle avanti. i soldi non hanno odore? il lavoro è lavoro? certe volte sì e certe volte no. ogni volta è “ciascuna volta” e i dogmi sono per chi ha la fede. io ho solamente fiducia, per ora…

    @arthurzanoni: bisogna fare pressione su swampthing perché faccia le spille di terrorpilot, da attaccare sulla giacca o sul cappellino
    😉

  2. er mahico scrive:

    mica siamo massonici che si tamburellano a vicenda il palmo con le dita quando si stringono le mani…
    😐

  3. arthurzanoni scrive:

    signori scusate se sollevo un attimo una questione, io stavo cercando almeno uno di voi ragazzi a vicenza quando sono andato, solamente che non sapevo assolutamente da dove iniziare visto e constatato che non so nemmeno come parlate…che saluto iniziatico dovremo usare per riconoscersi tra membri del sito di terrorpilot?? 😀

  4. Spartaco scrive:

    Giusto il presidio permanente quando al commento nr 6 riporta che pecunia non olet, come dicevano i latini. Che dicevano pure “tantum vales quantum habes”, cioè vali tanto quanto possiedi. Il che significa, come giustamente lascia intendere Arthurzanoni, che un dio esiste ed è “metafisicamente concreto” (bellissima questa, me la sono appuntata): il dio denaro. Come ce ne usciamo? Mi dispiace, caro Remix, ma il dogma già esiste: è un intrinseco del sistema e non ci puoi fare nulla. A meno… di rispondergli con un altro dogma. Ma tu non sei d’accordo.

  5. Mthrandir scrive:

    Non mi ritengo dogmatico, ma solo della controparte. Le cooperative rosse (e già qui volendo parlare di conflitti di interesse…. ma lasciamo stare) costruiscono anche i CPT e sono pressochè monopoliste in molte regioni italiane. Da Vicenza la sinistra con qualcosa esce. Alla faccia dei duecentomila che si son consumati le suole. Ecco, io dico solo che certi figuri che vanno in parlamento con il mio voto non sono peggio di altri che vanno con un voto diverso. Sarebbe ora di finirla con le finte battaglie sulle superiorità morali e cominciare a chiedere il conto. Ognuno ai suoi, a va sans dire.;-)

  6. Sharphead scrive:

    L’appartenenza politica serve ad ottenere dei vantaggi economici, quando si parla di grandi imprese.

  7. er mahico scrive:

    questo è davvero un calcio negli stinchi…
    e se costruissero un luna park?
    :mrgreen:

  8. arthurzanoni scrive:

    ah i soldi sono il miglior metodo di persuasione mentale mai inventato sicuramente…soprattutto se vivi in una società che ti premia con quelli, ti giudica in base a quelli e ti obbliga a pensare solo a quelli fino al cartellino timbrato della sera, per poi tornare nella tua casina fatta con i soldi in cui paghi l’affitto con i soldi, ceni con i soldi e lasci andare il computer la sera a scaricare video porno, quello lo fai con i soldi e alla fine ti trovi a pagare anche il video porno in qualche modo….minchia il denaro è diventato più metafisicamente concreto di dio a pensarci bene… 😀

  9. swampthing scrive:

    quando c’è da fare soldi, si turano tutti il naso.

Lascia un commento