eXTReMe Tracker

Ciao Walter e grazie eh…

18 febbraio 2009 alle 14:52
qirex

Bene, finalmente rinsavisco dopo tre settimane a letto oggetto di bronchiti, influenze e chi più ne ha più ne metta. E che ti succede? Il Partito Democratico in rotta totale, Veltroni si dimette, Mastella va con Berlusconi… non posso stare cinque minuti fuori dal mondo che mi succede tutto sto casino?
Ma perché il prode Walter, il paladino della maratona solitaria, si è dimesso? Dopo la sonora batosta sarda, le strade di fronte a Veltroni erano due, o le dimissioni, o un deciso e decisivo cambio di linea politica all’interno del partito. È stata scelta la prima, per fortuna. Perché considerare una fortuna le dimissioni di Veltroni? Perché Veltroni in tutto questo tempo ha incarnato l’incapacità di una sinistra di fare opposizione senza se e senza ma.
Dopo aver polverizzato la sinistra estrema con la scusa del voto utile, dopo essere sceso a vergognosi compromessi con l’ala teologica del partito, dopo aver accettato la scandalosa proposta dello sbarramento alle elezioni europee, effettivamente l’unica cosa sensata che potesse fare è togliersi dalle palle.
Ciao Walter, vai a giocare con le bambole, vai.
Ora nel PD si apre una fase nuova, vedremo forse il partito di sinistra che tutti noi abbiamo sempre sognato? No, anzi. Probabilmente assisteremo più o meno a quello che è successo in Rifondazione, una lotta senza quartiere tra gruppi di potere all’interno dello stesso partito. Lo abbiamo scritto e riscritto su queste pagine, il problema del PD è il PD.
Cioè questo “saltimbanchismo”, lo stare contemporaneamente da una parte e dall’altra. Essere un partito di sinistra, laico, moderno e riformatore e tenere tra le proprie fila gente come la Binetti o Rutelli… Per avere il cambio di direzione ci sarebbe bisogno di espellere in qualche modo l’ala teologica del partito, ma fare questo vorrebbe dire perdere un consistente bacino di voti e parlamentari che si sposterebbero in massa a destra. Come faranno a tenere la botte piena e la moglie ubriaca? Come al solito, non cambierà niente, nella migliore tradizione italica.

Pubblicato in Politica, Povera Italia da qirex | 123 Commenti »

tn  tags: , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

123 commenti a “Ciao Walter e grazie eh…

  1. ezio ha detto:

    @er mahico
    si, al posto dell’ orecchie

  2. ezio ha detto:

    @maxi
    amico maxi, accettami per quel che sono anche se un po’ mulo(non triestino). Chiaro che tieni tutte le ragioni, com’e’ chiara la tua versione dei fatti. Io non sto attento alle % d’innamoramento degl’italiani per l’uno o per l’altro che sia. perche’ fanno sorridere. E se a volte le accenno, e’ persolo motivo di contrasto ad alcuni commenti. Certamente si sente nell’aria un certo apprezzamento, verso il cav, innegabile credo. Sara’ la sua spontaneita’ nel trattare con la gente, che cazzo vuoi che ti dica. Le sue gaff, sembra che piacciano alla gente. Ma torniamo a noi. Non so se ha paura ma non credo perche’ dovrebbe.Se non e’ scemo( e non l’e’ t’assicuro) e’ consapevole, che l’italiano non da’ l’egemonia unicamente ad una persona. Non e’ mai successo. Difatti, meno questa volta, chi vince le nazionali, poi, perde le regioni. E chi ha il paese, di problemi dovrebbe averne a sufficenza senza pensare all’europa. Poi, tutt’e’ possibile, decidera’ il popolo. Secondo me pero’, se facessero tutt ‘assieme, rischierebbe di vincere alla grande. Sensazione, nient’altro. Ciao

  3. maxi ha detto:

    ezio, si, esagero, provoco. però poi ti invito a riflettere su governo, opposizione e referendum:
    togliamo via dal discorso il fatto che 3 crocette sia una cosa difficile da fare. non sei così stupido da pensarlo, non cercare di apparirlo pur di dare ragione ai tuoi.
    dunque, il governo butta milioni di euro pur di far fallire il referendum. di questi tempi mi sembra un sacrilegio. comunque, è ovvio che le 3 crocette sono una patetica scusa.
    l’opposizione vorrebbe votare in un sol giorno, per sperare in un successo nel referendum. è ovvio che dei soldi buttati non frega niente anche a loro, sono una scusa.
    ma ora ti chiedo: il piccolo dittatore ci dice ogni giorno di essere amato dal 98% degli italiani, che ritengono che il suo governo sia il migliore degli ultimi 1000 anni, che lui sia il più fico, il più alto ed il più intelligente della storia. ti chiedo, dunque, che bisogno ha di sabotare il referendum? gli basterà dire agli italiani cosa fare e loro lo asseconderanno. o no?
    oppure tutto questo amore è una bufala ed il nanetto ha BISOGNO di sabotare il referendum perchè ha una FOTTUTA PAURA di PERDERLO?
    dimmi tu.

Lascia un commento