eXTReMe Tracker

Craxi non era in esilio, era in fuga

15 gennaio 2010 alle 23:34
calogero

E’ da un po’ di giorni che si parla di riabilitare Bettino Craxi – o Crassi come lo chiamava con disprezzo Bossi – e di farlo passare alla storia (patria) come grande statista. Così ieri sera su raidue al telegiornale ho “seguito” un interessante servizio in cui parlava un Bettino di repertorio e diceva delle cose interessanti.
Si comincia con una balla colossale, la giornalista che parla nel servizio dice che Craxi è in esilio da cinque anni in Tunisia. Esilio? Ma quale esilio, Craxi era scappato per non farsi processare. Era espatriato in Tunisia accolto da un paese amico con il quale lui da Presidente del Consiglio aveva instaurato ottimi rapporti. Insomma un fuggiasco e non un esiliato scacciato dal suo paese per una qualche colpa. E di colpe ne aveva. Tanto più che i giudici lo cercavano per processarlo, altro che pena dell’esilio, quelli volevano come minimo assicurarlo alle patrie galere, invece…

Ma come mai sul telegiornale si spaccia una fuga con l’esilio? Mistero chiarito subito dopo. Craxi inizia a difendere la sua scomoda posizione dicendo che in Italia non si possono affrontare processi che sono orchestrati da Magistrati politicizzati supportati dal partito dell’informazione. Mi sembra di sentire il nano.
Quindi tutto chiaro. Il TG2 dice agli italiani: guardate cosa hanno fatto i magistrati cattivi ad uno statista come Crassi. E’ la stessa cosa che stanno facendo al nano. A sentire certe cazzate ti passa la voglia di pagare il canone. Anche se questa è una cosa di destra.

Povero Craxi. Se ci penso mi fa una certa pena. Il suo discepolo l’ha di gran lunga superato: leggi ad personam, circondato di servi ha sedotto l’elettorato con l’uso del mezzo televisivo e della sua straordinaria capacità a ripetere balle fino allo stremo. Mentre le inchieste incalzavano Bettino è scappato, il nano è rimasto a giocare in casa attaccando come un forsennato, e pare sia lungi dal perdere la partita. Statisti? Né l’uno né l’altro.

Pubblicato in Il nano piduista da calogero | 313 Commenti »

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

313 commenti a “Craxi non era in esilio, era in fuga

  1. @Ezio.
    Fino a dopo Pescara ti vai a finire?ma allora sei proprio uno scroccone: Scherzo, ma tua sorella e abruzzese? Belle quelle parti, conosco bene Monte Silvano che e un po prima. Cambiando discorso hai visto il nano? Tutti talebani i magistrati cattivi èèèè…Come mi diverto , a vedere Casini che fa casino, e Bersani che vuol fare il bersaglieresco . Pierluigi quando interviene su qualche discorso, si muove sulla sedia e non sta mai fermo: mi viene da pensare che avrà le varici sul buco del culo quello.. Scherzo forse un po troppo , ma son fatto così , Guarda che il mare dell’alto adriatico nonè di meno , due ore di macchina puoi arrivarci :stanze da letto ne ho a sufficenza, basta che porti lo spek delle tue parti, il pane e il vino penserò io : chissa se verra anche Zerb, sarebbe un gran momento. Ciao amico..

  2. ezio ha detto:

    @g.s.a
    dopo 40 anni di lavoro, non ne perdo una di sciata e mangiata e bevuta sulle nevi. Come d’estate non mi perdo il mare(a scrocco da mia sorella a san vito lanciano(ch). Poi vado anche con la moglie, chiaramente non dalle sorelle hehehe.
    ciaaaaaaaaaaaoooooooooooooooooo

  3. @Che bel sentirti ,quando parli della tue due passioni, “la neve e un pasto sulla baita” bisognerebbe scrivere un libro su questo!!! Ci penserò .. ciao a dopo.

  4. ezio ha detto:

    @g.s.a
    ora il rumore e’ diventato una voce, una voce che di indica dove fermarti a bere e mangiare. Perche’ non e’ piu’ ghiaccio, ma neve dura che accarezza la lamina e contemporaneamente ti fa lavorare di ginocchia. Per cui la fatica e’ maggiore quindi…………..ci si ferma di piu’……..per raffreddare i quadricipidi e quindi…..vai col bianco raffredato sul tavolo di neve costruito davanti le baite.
    ciao figo

  5. ezio ha detto:

    @marconS
    credi, col federalismo, o vendi tutto e nascondi i soldi sotto il materasso e fai la vita da eremita,o ti fa pagare il dovuto. Perche’, tanti politici sono contrari, te lo sei mai chiesto? Quando la finanza ce l’hai in casa invece di averla a 1000 km, non sfuggi.
    A me sinceramente, non disturbano i ricchi, disturbano i figli di p…………che denunciano picche,e che con quella denuncia, noi tutti paghiamo per loro. Addirittura i libri i ticket e la benzina per andare a p……………..

  6. MarcoS ha detto:

    Vorrei tanto fosse così ma non sarà facile far pagare le tasse a chi dichiara 18mila euro l’anno ed in garage ha una ferrari logicamente lontana dal cloro della piscina… Le leggi ci sono sempre state e sono sempre arrivate dopo il modo per eluderle… Ahimè non credo sia il federalismo fiscale (che tra l’altro non disdegno) a rimettere in linea un sistema marcio alle radici fin dai tempi dei flinstone…

  7. @Ezio:
    Calci negli schinchi o nel culo? Perchè quelli possono abituarsi e tornare di nuovo a governare , il lupo perde il pelo ma non il vizio: guarda in Campania, sono li ancora. A raccogliere i pomodoro, ma con la palla legata ad un piede li manderei.
    Dimmi (il rumore degli sci) , sono meglio del (canto delle manere) di Mauro Corona, anche lui e della montagna.Ciao grande..

  8. ezio ha detto:

    @g.s.a
    deve,essere aiutata la regione che non ce la fa’. Ma si verifichera’ il perche’, non e’ autosufficente, e se la colpa e’ della gestione comunale regionale o provinciale(speriamo che eliminino qualcosa) la si cambia immediatamente.Senza rispettare i mandati, si buttano fuori subito, io userei anche i calci.

  9. @Ezio:
    O la barca magari: Il federalsmo fiscale senz’altro presto andrà in vigore , mentre il resto dovrà passare del tempo. Ma mi domando spesso : perchè fa tanto fastidio questo provvedimento? Non sarà un bene di tutti se venisse addotato: se una regione và male , perchè e male amministrata , vuol dire che qualcosa non funziona in quel circondario . Oggi non si da la colpa al governo centrale , quando governa in una maniera sbagliata: in gran parte per colpa delle regioni , che i suoi governatori non si coportano a dovere , che sono degli incapaci da governarsi. E evidente che chi sta a Roma , qualcosa le possa sfuggire in Val’da Osta o in Calabria . Mi sono letto cosa è il federalismo , lo trovo giusto : che se una regione ha delle risorse in più , può aiutare quella che che ne ha di meno, mediante il controllo centrale. Ciao Ezio

  10. ezio ha detto:

    @g.s.a
    nessun problema.
    Vedi gigi, se sto cazzo di federalismo, finalmente sara’ funzionante, tante cose cambieranno. Sara’ il sindaco che decidera’, in base al tenore di vita che fa ogni singolo cittadino. E allora vedrai che te tasse le pagheranno anche chi denuncia 18 mila euro all’anno e in garage della villa hanno la ferrari.

  11. @ Ezio mi scuso per qualche sbaglio di ortografia, ma quando mi vengono in mente certe cose : mi sento distratto. ciao

  12. @ Giulios:
    Quello che tu desideri, lo vogliono tutti gli italiani “giusti”: compreso quelli della maggioranza. Ma vedi oggi la politica italiana, in particolare in questo momento di congiuntura, sembra un pollaio dove i pennuti fanno baruffa per un chicco grano : la (POLTRONA) non altro. I governi in carica dovrebbero investire , dando la priorità all’evasione fiscale : lasciando da parte altri provvedimenti meno importanti. Questo dovrebbe eliminare anche la mafia , che è un tumore maligno per il nostro paese, ma quì purtroppo : nessuno ci bada , tutti fanno l’orecchio del mercante. L’evasione fiscale è in aumento , dicono per la sopravvivenza a causa della crisi ; come hanno fatto vedere ieri sera su ballarò, dove in certi punti si raggiunge perfino all’80%. Non’è così ; sarebbe semplice passare a settaccio tutti , dico tutti : cominciando dai grandi fino ai professionisti , dentisti dottori , commercialisti e avvocati, fino ai commercianti e altri artigiani : cominciando dai parrucchieri,estetisti, che non lasciano nessun scontrino alle nostre donne : e via dicendo. Sai quanta fetta di torta verebbe sulle casse italiane: anzichè la legge casa? Ma oggi la politica è sporca in tutte le classi , quì si vede solo competizioni , per essere al primo posto, tutti dicono male degli altri , perchè si sentono migliori, senza prendesi alcune responsabilità del povero cittadino , questa è la realtà , questa è la situazione che abbiamo davanti a noi , che aspettiamo: come dici tu (ci vorrà del tempo) speriamo, che vengano tempi migliori: Ciao e buona giornata, gigi.

  13. ezio ha detto:

    @giulios
    e pigli pure per il culo…………………cazzo scrivo e non passa, riscrivo e parte prima di inviare, capirai……….
    Di pietro e’ un fasullo, perche’ e’ entrato in politica per “distruggere” qualcuno, non per fare del bene al paese. C’ha messo 90 giorni, da quando gli hanno tolto la toga, a diventare politico, il tempo che gli e’ servito per prendere una laurea, perche’ sai, le lauree, le si prendono in 90 giorni. Devo chiedergli l’indirizzo. Sai quanto risparmiavo coi figli.
    Ma il ridicolo e’, che dal palco, tra i vari strafalcioni………ha detto pure, che se trovasse un alleato valido, finalmente uscirebbe dal teatro della politica. Ma che cazzo di testina c’ha sto menteccato, tuona sentenze da magistrato e lo cacciano, tuona frasi incomprensibili da politico, e gli segnano la strada …………………..da prendere.
    ah…………..ma e’ un giustizialista giustamente, e se non riesce a portare a termine il suo lavoro,LUI se ne va, lascia.
    grande di pietro.
    ciao giulios

Lascia un commento