eXTReMe Tracker


Warning: mysql_query(): No such file or directory in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 57

Due paternostri senz’avemmaria

23 gennaio 2011 alle 00:22
Spartaco

Quando ci vuole ci vuole: la Chiesa è scesa in campo sulla questione morale.

Benedetto ha condiviso il “turbamento” di Napolitano; è come se a tutti e due li avessero rinchiusi in una sala cinematografica a guardarsi “Gola profonda”. Ne sono usciti profondamente “turbati”. Al punto che lunedì si riunirà il Consiglio permanente della Cei, per entrare nel merito del turbamento.

Sicuramente l’assemblea sarà a porte chiuse. Molto probabilmente saranno proiettate alcune pellicole “hard” giusto per scaldare i muscoli in attesa della discussione finale e rinvigorire la pulsione censoria ultimamente affievolita dal dilagare dell’edonismo relativistico. Uno stretto riserbo è mantenuto sul titolo delle proiezioni, sulla cui scelta pare ci siano state divergenze di vedute tra la corrente tradizionalista e quella modernista in seno alla Cei.

Alla fine ha prevalso l’equilibrio per cui la scelta è caduta, almeno come pellicola d’apertura, su “Quel gran pezzo della Ubalda, tutta nuda e tutta calda”, anche per via di una recensione di Walter Veltroni che vede nel film l’indizio sicuro del cambiamento epocale nella  sessualità degli italiani. La questione è delicata, come al solito per la Chiesa: da un lato c’è il pericolo sempre maggiore dello scavalcamento a sinistra di Famiglia Cristiana; dall’altro la volontà di non scontentare i benefattori di sempre, che notoriamente stanno a destra.

Le prime minacce sono arrivate: infatti uno che si chiama Nucara, che fa il segretario del Pri ed è promotore del “Gruppo dei volenterosi” (di sostegno a Berlusconi) ha detto che il Vaticano farebbe bene a occuparsi dei preti pedofili e a pagare puntualmente l’ICI invece che insolentire a Berlusconi. Staremo a vedere. Sicuramente prevarrà ancora una volta l’equilibrio. Se la pecorella si smarrisce, non abbandona dunque il pastore il suo gregge per mettersi alla sua ricerca? I peccati che si confessano comunque si assolvono.

Con la penitenza di turno, che  consisterà nello stare alla larga dalle donne. A Berlusconi perciò saranno comminati due paternostri senza nemmeno un’ avemmaria.

Pubblicato in L'ora di religione da Spartaco | 7 Commenti »(Letto 11542 volte)

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

7 commenti a “Due paternostri senz’avemmaria

  1. er mahico scrive:

    scapellotti niente??

  2. @Spartaco : che stimo :

    Posso dire che chi scrive male o malissimo ha preso il premio Stresa 2010 ? Antonio Pennacchi .Il suo libro (Canale Mussolini ) oggi primo in classifica sulle vendite.Per chi ha letto tanti libri, un testo del genere e difficile valutare.Però ,esperti grammatici lo hanno considerato il miglior testo dell’anno..

  3. lele scrive:

    le scritture ti fanno veramente andar via di testa!è capitato ad un mio parente:ha letto una scrittura di bondi ed è schizzato come una scintilla!

  4. Spartaco scrive:

    E’ vero che le cose si capiscono dalle scritture. Infatti le scritture private servono a stabilire la proprietà, l’obbligazione ecc. anche se però per valere devono essere fatte diventare pubbliche. Ammesso che siano scritte bene. Però ci sono anche le scritture scritte male. E quelle scritte malissimo. Però chi ha scritto male le scritture non è pazzo. Al più è ignorante. Però la legge non ammette ignoranza. Per questo le scritture le scrivono i notai. Che non è detto che non siano pazzi solo perché sanno scrivere le scritture. Infatti, se i notai sono contro berlusconi, anche se sanno scrivere le scritture, sono sicuramente notai pazzi.

  5. Si può capire ,quando qualcuno va via di testa anche dalle scritture.Difatti vengono colpiti dall’inquitudine, e bisognrebbe che si controllassero, in particolar modo prima che sia troppo tardi. A volte impazziscono per il calcio, la squadra del cuore , specialmete quando la squadra rischia la retrocessione e non riesce mai a vicere.Un’altro fatto importate è la gelosia, questo vale anche per le donne.La gelosia e come la pazzia, lo dice pure una canzone.Invece quella più grave e la politica , in Pirandello lo si può cercare.Questa sindrome si chiude in una solitudine disperata che porta al dramma alla pazzia.Infatti tutti gli attentati ai personaggi politici sono considerati malati di mente, vedi il caso del duomo di Milano, Tartaglia e stato considerato malato di mente. Invece il drogato o l’alcolizzato ,sono persone che possono essere curate: ma la politica no .La politica è quella roba,che quando ti entra nel cervello, è molto difficile disfarsene della mania: però se c’è il miraccolo,che il partito del cuore vinca le elezioni, allora si.

  6. suslov scrive:

    La attuale situazione di raccapricciante decadenza del nostro povero paese è dovuta al colossale rilassamento morale dovuto al pluridecennale dominio dela DC, su imposizione vaticana, il quale avendo impedito un ricambio di governo ha alimentato una classe di manegioni dl sottogovno che poi hanno sostituito la classe politica precedente.
    Berlusconi è il prodotto di questo sottogoverno, anzi ne è l’estrema esaltazione, cioè tutto il potere politico usato per l’interesse materiale di un solo individuo, delle sue aziende che poi sono basate su di un bene pubblico come le frequenze radiotelevisive, ed anzi siamo ala fase ultima anche di questa, in quanto l’interesse materiale è degenerato in interesse sessuale.
    Berlusca ormai per l’età e la salute è quasi defunto, ormai delira, per salvarsi dal’accusa di aver avuto rapporti a pagamento con minorenni vogliono abbassare l’età maggiore da 18 a 16 anni, retroattiva, così Ruby ne aveva 17 e lui si salva.
    Stamattina a Milano c’era il ballo delle debuttanti, chissà se c’era la Minetti a tette di fuori che reclutava carne fresca per il vecchio maiale.
    Comunque venire fuori dal merdaio che ha provocato sarà dura.
    Il pdl come partito non esiste ed anzi ormai fa quello che dice la lega che domina la parte più ricca e quindi più indipendente dal potere politico del paese, a sua volta il pd non è mai nato in quanto la sua classe dirigente invecchiata non ha mai avuto un legame reale col paese.
    Anche in Italia centrale basta girare per le sezioni e ci stanno sempre i soliti due o tre vecchietti, perchè se no i quattro tromboni sfiatati e trombati che guidano il partito potrebbero essere messi in discussione.
    Insomma, lo gnomo lascerà tante macerie perchè lui ha distrutto la destra mentre la sinistra era già defunta, forse Vendola con le sue fabbriche potrebbe produrre una nuova classe dirigente di sinistra che potrebbe affrontare la lega.
    Ma comunque sarà dura.

  7. Zerb scrive:

    Eppure questo è il terreno di battaglia preferito da Benito 16°, ovvero dove c’è pelo c’è pure lui.
    Da quando lo hanno insediato, non passa mese che scenda in piazza con argomenti che ruotano attorno al sesso.
    Fateci caso: dai preservativi all’omofobia, dall’educazione sessuale alla pedofilia.

    Ora la partita si fa interessante per ragioni economiche, il suo silenzio in cambio di eurini non trova miglior occasione di perdonare un puttaniere, anzi, “il puttaniere” per eccellenza.

    E il teorema “Siamo tutti peccatori” quindi assoluzione per tutti, stavolta non regge.

    A quando una enciclica sui diritti dei poveri perchè defraudati dai ricchi?

Lascia un commento