eXTReMe Tracker


Warning: mysql_query(): No such file or directory in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 57

Gli amici degli amici, fino ad ora…

5 novembre 2007 alle 15:38
qirex

Ah l’America, che grande paese. Tra le tante cose che rendono grande l’America, c’è anche la capacità di creare mostri.
Dei veri e propri talent-scout. Non possiamo non ricordare:

– Saddam Hussein
– il Mullah Omar e Bin Laden
– e ultimo ma non ultimo il neodittatore pakistano Musharraf.

Come i suoi predecessori, Musharraf ha goduto delle belle speranze americane (che vengono pagate in dollari). Dopo essersene cibato (altro che lotta al terrorismo) ti confeziona un bel colpo di stato che per prima cosa accantona la costituzione e cancella dagli annali pakistani la parola democrazia. Per inciso, ho seri dubbi che il Pakistan fosse democratico. Comunque il punto non è questo. Il punto è che i nostri amici americani non dovrebbero regalare dollari a futuri dittatori e/o terroristi. Siamo sempre alle solite: c’è una crisi internazionale in medioriente, gli americani arrivano con il loro carico di dollari, pagano profumatamente una delle parti in crisi, si accorgono che una delle parti in crisi non ha tanta voglia di sottostare alle condizioni dell’impero (oppure vuole solo poter fare i cazzi propri), congelano le relazioni diplomatiche e se le cose peggiorano, di nuovo on the road a portare un pizzico di democrazia là dove ce n’è bisogno.

E’ successo in Iraq, quando negli anni ottanta gli americani hanno fatto amicizia con Saddam per dargli la possibilità di vincere la guerra contro l’Iran. Solo che poi a guerra finita, Saddam si è montato la testa pensando di poter fare di testa sua… sappiamo come è andata a finire.

E’ successo in Afghanistan, quando alla fine degli anni settanta gli americani hanno fatto amicizia con i talebani per dar loro la possibilità di fermare l’avanzata sovietica in asia. Solo che poi i talebani si sono montati la testa e hanno pensato di governare l’Afghanistan a modo loro. Sappaimo come è andata a finire. Stiamo ancora cercando il Mullah Omar che è ancora che corre in moto. Per quanto riguarda Bin Laden, c’è chi dice fosse stato un agente della CIA. Tant’è…

Sta accadendo oggi in Pakistan, quando gli americani appena arrivati in Afghanistan a portare la democrazia, hanno pensato bene di fare amicizia con Musharraf, che non è che prima fosse uno stinco di santo. Comunque, gli americani hanno pagato a suon di dollari il Pakistan perché l’aiutasse a combattere il terrorismo, ma soprattutto perchè il Pakistan è l’unico paese islamico ad avere la bomba atomica. Si sa, i musulmani si sentono tutti fratelli, meglio pagare perchè i Pakistani si tappino gli occhi e le orecchie. Come in passato, anche questa volta l’epilogo possiamo già immaginarlo.

Che amarezza.

Pubblicato in America, Guerra Globale da qirex | 7 Commenti »(Letto 5308 volte)

tn  tags: , , , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

7 commenti a “Gli amici degli amici, fino ad ora…

  1. maxi scrive:

    :clap:

  2. calogero scrive:

    Stefs :ok:

    :mrgreen: mi sono sbellicato

  3. StefsTM scrive:

    Questo è Art(illery) Attack!

    Prendete un dittatore. Fatto?

    Bene adesso gonfiatelo di soldi per far sì che sembri che sia lui a combattere i VOSTRI nemici. Fatto?

    Fategli crescere dentro l’idea di non poter esser toccato. Fatto?

    Ora, una volta riconosciuto globalmente come despota unitevi al coro e fatelo fuori. Fatto?

    Complimenti! Ah, attenzione è meglio se prima di farlo fuori piegate il suo paese con sanzioni economiche, ma questa bambini è un’operazione pericolosa quindi fatela fare ai vostri genitori.

    Se il vostro dittatore viene male e si procura una bomba atomica non fate il gioco da soli, ma fatevi aiutare da altri bambini o dalla AIEA.

    Una volta imparato come si fa potrete anche organizzare giochi più difficili facendo cadere i dittatori costruendo altri dittatori!

    Nella prossima puntata di Art(illery) Attack: come manipolare i media.

    Aloha!

  4. shadowhonda scrive:

    Rivedremo ancora quelle Persone che hanno caricato come bestie sui camion militari?Nessuno alzerà un dito,neanche per accusare e a pagare saranno sempre i Soliti.Che vergogna per il resto del Mondo quando “possono” succedere queste cose.

  5. chinaski63 scrive:

    Che ci vogliamo aspettare da uno stato che oltre la normale polizia ha l’ FBI e la CIA.E’ facile che ci sia quelche poliziotto che lavora per l’ FBI e di nascosto prende i soldi dalla Cia.In pratica tre stipendi.
    E la CIA non si fà e non si è fatta nessuno scrupolo ad assumere fior fiori di assassini criminali,ex gerarchi nazisti,e il peggio che l’ umanità può partorire.
    Consiglio la lettura del romanzo American Tabloid di Ellroy James.Non è un capolavoro,ma offre numerosi spunti di riflessione su come si muovono i poteri forti americani.
    Per quanto riguarda il Pakistan,anche se gli americani stanno tiepidamente protestando sotto sotto continueranno a tenerseli buoni.Per loro sono gli integralisti islamici il nemico,non certo un dittatorino che dice di combatterli.

    Un saluto China :star:

  6. qirex scrive:

    amico mio,
    secondo me gli americani sono stupidi perchè tra le altre cose il passato se lo ricordano più che bene. è solo l’ostinazione tutta yankee che gli fa andare a sbattere la testa sempre contro le stesse cose. i lombrichi sono più intelligenti.

  7. er mahico scrive:

    chi non ricorda il proprio passato è condannato a ripeterlo, speriamo non stavolta, poichè gli yankee stavolta il pericolo nucleare lo avrebbero sul serio.

    Nella val di zoldo i cittadini si lamentano che i kamikaze americani fanno (dopo la fantastica performance di un mese fa) prove di attacchi in picchiata sopra le loro teste. il frastuonio è orribile, il rischio di vedere una carlinga fiammante dentro la cucina pure.

    Ci stanno seriamente disturbando.
    :cccp:

Lascia un commento