eXTReMe Tracker

Il governo italiano sbarra la strada alla salvaguardia dell’ambiente in sede europea. Siamo governati da uomini del secolo scorso…

18 ottobre 2008 alle 11:48
calogero

Leggo oggi su Repubblica:”L’Europa ha poco da bacchettare“. Il ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta interviene a gamba tesa nella polemica tra il governo e l’Unione europea sul clima e gli interventi per contenere le emissioni di anidride carbonica.
E’ una follia“, tuona Brunetta parlando a Buttrio in provincia di Udine dove partecipa a una convention presso l’università. “L’Italia bene ha fatto a rallentare i processi decisionali anche perché sarebbero costati dieci miliardi di euro in più al 2020. Non ce lo possiamo permettere e non è giusto. Noi vogliamo un ambiente pulito. Vogliamo controlli di tipo ambientale – ha concluso Brunetta – che non uccidano però le nostre imprese e le nostre famiglie”.

Siamo davvero governati da nani sotto tutti i profili. Gente del secolo scorso, incapace di avere un minimo di visione protesa al futuro e slegata dal passato. Capisco che l’orizzonte temporale del politico è l’elezione successiva e non i prossimi venti o trent’anni, ma qui in questo momento epocale, davvero ci vorrebbe qualcuno che avesse una visione non condizionata dai suoi merdosi interessi del momento, e che infilasse l’Italia e l’Europa sulla direzione giusta del futuro. Soprattutto da un punto di vista energetico e produttivo.

E ora leggetevi l’intervista al grande Jeremy Rifkin sempre da Repubblica di oggi. E poi deprimetevi.

Pubblicato in mondo malato da calogero | 15 Commenti »

tn  tags: , , , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

15 commenti a “Il governo italiano sbarra la strada alla salvaguardia dell’ambiente in sede europea. Siamo governati da uomini del secolo scorso…

  1. red float ha detto:

    “Il liberismo ha i giorni contati”
    Mi auguro che i Baustelle abbiano visto lungo anche stavolta.

  2. lele ha detto:

    scusa francesca,ho dimenticato il telefonino!!!!!!!!!!

  3. lele ha detto:

    qirex,questi non muoiono mai!si riciclano!e sempre in peggio!
    Francesca la logica dominante è il “profitto”e per far profitto bisogna consumare!
    Sai quante cose sono dannose alla salute umana e all’ambiente?penso che la percentuale si avvicini molto al 100%!per contro,quelli che realmente sono informati e consapevoli sono una percentuale che si avvicina allo 0%!
    Per mettere a posto le cose dovremo iniziare di qui,ma la volontà e la competenza politica dove è?anzi i politici remano contro!non stanno dalla parte della gente comune:stanno con chi inquina e rovina la salute!
    Certo si può iniziare a cambiare le abitudini:usare la salutare bicicletta al posto dell’auto,usare solo mezzi pubblici di trasporto non inquinanti,non bere acqua minerale ma solo quella del rubinetto,usare solo sapone di marsiglia e non detersivi,non usare spray in generale…..Pensi che sia possibile?Purtroppo i numeri contano!come l’informazione e la pubblicità!Noi facciamo,come dicono,disinformazione!
    Da cambiare c’è questa classe politica!Se non cambi la “testa”il cervello è sempre lo stesso!

  4. qirex ha detto:

    ciao a tutti.
    io non mi stupisco di certe uscite retrograde… cosa pretendere da una classe dirigente dell’età media di sessant’anni? i politici (TUTTI!!!) ragionano come la loro età impone di fare: da pensionati. i pensionati sperano in un oggi migliore, il futuro a loro non importa, domani potrebbero essere morti.
    e allora? rivoluzione? ma anche si!

  5. :violent:
    si Lele. dobbiamo incazzarci. ma veramente. e riprendere in mano le nostre sorti. Protestare e commentare l’evidente, non basta più, perchè il potere sa che questo comportamento è innocuo.

    a meno che non dimostri ciò che è illegale da parte loro. Oppure… mettere sul tavolo delle trattative UGUAL POTERE. Noi valiamo, non per ripetere uno stupido spot. NOI DOBBIAMO FARCI VALERE COI NOSTRI CONSUMI, SCEGLIENDO. IL PROTOCOLLO DI KYOTO RIFIUTATO? DIRETTIVE UE RIMANDATE?
    bene, dettiamo noi il cambiamento.
    IN ITALIA:

    85% emissioni da gas serra dovute a ENERGIA E TRASPORTI
    70% emissioni gas serra dovute all’aumento delle attività UMANE
    COME VEDETE DI QUESTE PERCENTUALI NON PUO’ ESSERE RESPONSABILE SOLO LA CLASSE POLITICA. NOI CONTRIBUIAMO.
    Scelte possibili si possono fare! Poniamoci la domanda su ogni cosa che facciamo o compriamo:C’è UN’ALTERNATIVA A MINOR IMPATTO? A CHI VA IL VANTAGGIO? COME VIENE PRODOTTA LA TAL COSA? POSSO FARE SENZA? IL PRODOTTO PRECEDENTE E’ ANCORA EFFICIENTE? USO DI DETERSIVI E SMACCHIATORI PUO’ ESSERE SOSTITUITO?
    OVVIAMENTE BISOGNA RICONTRATTARE SALARI E STIPENDI.

    uno) il nostro lavoro vale eccome.

    due) dobbiamo fare in modo che i lavoratori extracomunitari siano con noi uniti in tali richieste, sennò gli imprenditori trovano concorrenza a minor costo

    tre) cominciare ad analizza IL POTENZIALE DI RICCHEZZA ACQUISITA, IL PLUSVALORE DATO concentrato nelle classi imprenditoriali (e politiche, di conseguenza). i soldi ci sono. Le ricchezze pure. Non dobbiamo “lavorare di più per poter comprare di più per poter stare meglio”…..
    e cmq è L’ECONOMIA LA BASE DI TUTTO…. gli indicatori ci sono.
    Marx lo sapeva bene.

  6. er mahico ha detto:

    Il Ministero dell’Economia e delle Finanze conferma quanto rivelato dalle inchieste della «Gazzetta»: nell’ambito di un contratto della durata di 5 anni potrebbero tornare in Italia, dagli Stati Uniti, 1.000 tonnellate di scorie nucleari che, gestite dalla Sogin (la Società Gestione Impianti Nucleari, è la SpA che ha unico socio il Ministero guidato da Giulio Tremonti ed il «braccio operativo» del Paese in campo nucleare; ndr), verrebbero poi stoccate in un non meglio identificato «deposito» nucleare. Lo si legge nella risposta scritta all’interrogazione che, lo scorso maggio, fu presentata dal deputato pugliese Dario Ginefra. Il parlamentare del Pd, infatti, aveva appreso dalla «Gazzetta» dell’esistenza di un accordo di export-import «atomico» tra la Sogin e la società americana Energy Solutions Inc.

    http://www.peacelink.it/basilicata/a/27333.html

    e vaaiii …. e forzamafiaaaaaaa, che siamo tantitssimiiiii….

  7. red float ha detto:

    Ha ragione Grillo:
    RESET,riazzeriamo tutto.
    Mandiamoli TUTTI a casa,tanto ormai non si salva nessuno. :vomit2: :berluska:

  8. lele ha detto:

    francesca,hai ragione!
    Spegniamo molte tv,chiudiamo molti giornali,aboliamo i sondaggi e l’opinione “pubblica”(quella della maggioranza)ritornerà a comprendere il significato di quella antica parola chiamata “saggezza”!
    Tutto questo ti sembra possibile farlo in tempi brevi?
    Penso ad un cammino tortuoso e pieno di trappole ,peggio di un campo minato,ma,come dice il saggio,non ti fermare mai!

  9. red float ha detto:

    Io ho un fratello a Gent,vedo se mi ospita.

  10. er mahico ha detto:

    Me ne vado in Francia.

  11. Carneade ha detto:

    Il preferire sempre e comunque l’ovetto oggi alla gallina domani fa parte del DNA degli italiani. Non per niente solo grandi confezionatori di galline virtuali, specie se muniti di almeno 3 televisioni, sono riusciti a convincerli del contrario.

  12. fydel ha detto:

    che merde. dovrebbero vergognarsi loro ed i loro elettori.

  13. Silvio ha detto:

    E dopo la depressione l’incazzamento. Poi la calma e la riflessione: incazzarsi nuovamente o andarsene. Ecco le alternative reali. Tranne che non siate berlusconiani. In quel caso le alternative sono tante…….

  14. lele ha detto:

    brunetta non risente delle emissioni di CO2!
    Ma questa gente che interessi difende?quale è il grado di comprensione?
    Hanno raggiunto il massimo della stupidità:se distruggi l’ambiente,distruggi te stesso!
    Con chi ce la prendiamo?con quelli che governano?o con chi ci ha,di fatto,messo in mano a gente incompetente(tralascio tutto il resto)!!!!!!!!!!!!!!!

  15. dobbiamo riprendere in mano le redini di questo paese. insisto. come lavoratori e consumatori siamo noi il traino dell’economia.
    la soluzione e’ RIFIUTARE il più possibile di sottostare a questo ciclo economico. incominciare a dettare noi le regole. appoggiare i nostri diritti alle associazioni di consumatori e di difera dell’ambiente. consumare il meno possibile. dettare nuove condizioni di lavoro. eleggere nuovi candidati sindacali. le politiche oramai sono andate….

Lascia un commento