eXTReMe Tracker


Warning: mysql_query(): No such file or directory in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 57

Il lince e il freccia

17 settembre 2009 alle 23:51
Spartaco

Ha detto La Russa, che di armamenti si intende, che  si può fare di più: “stiamo pensando a un altro mezzo che si chiama Freccia”. La lince è superata. “Anche se è stato copiato per le sue caratteristiche di grande sicurezza”. La Russa, che forse non ha fatto il militare perchè a suo tempo fu scartato, come Andreotti, è completamente asservito al potere separato della casta guerriera, ossia dell’Esercito, a cominciare dal lessico.

Infatti quelli dell’ESERCITO ITALIANO  UNA RISORSA PER LA NAZIONE  (http://www.esercito.difesa.it/root/equipaggiamenti/aali nce.asp) scrivono  “il Lince” per individuare il catorcio che  “è dotato di un elevato livello di sopravvivenza del personale trasportato…”.

Buffoni ignoranti.

Che scrivete il Lince, il Freccia , i kit e REPVBBLICA ITALIANA. Una risata vi sommergerà . Siete sempre gli stessi. Fascisti guerrafondai. Collusi ieri degli Agnelli, oggi dei Montezemolo, che sono la stessa discendenza, il mal seme di Adamo.

Come mandaste a morire a El Alamein nei carrarmati Fiat fatti di latta tanta gioventù italiana della divisione Ariete, oggi mandate a morire nei blindati Fiat di cartapesta altri giovani, che appartengono a quella stessa  Folgore che in uno con l’Ariete fu massacrata sulle dune africane.

Berlusconi, La Russa, Cicchitto. Sepolcri imbiancati, covi di vipere. La coscienza non vi rimorde, come non rimorse ai vostri padri.

Lasciate dunque a noi le lacrime. Quelle vere, che ci appartengono di diritto. Lasciate che siamo noi a piangere i nostri figli, i nostri fratelli. Lasciate che siamo noi a seppellirli. Nei loro luoghi di origine, perché il martirio dei loro corpi serva a ricordare il martirio delle loro terre: Lagonegro, paradosso lucano, la provincia dimenticata. Pagani, prostrata dall’atavico abbandono dell’agro nocerino-sarnese. Napoli, che è Napoli…e la Svizzera. Che ha dato i natali a uno di loro, figlio di emigranti, andati in Svizzera a vendere le loro braccia e poi tornati in Italia, nel Salento di origine.

Caporalmaggiore Davide Ricchiuto.

Meglio sarebbe stato se fossi rimasto in Svizzera. Ma sei tornato in Italia, con i tuoi genitori e ti sei guadagnato  la morte. Un motivo in più per  piangere la tua miseria; un motivo in meno per la sopravvivenza dei tuoi carnefici, quelli di oggi come quelli di ieri.

Pubblicato in Guerra Globale da Spartaco | 65 Commenti »(Letto 12256 volte)

tn  tags: , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

65 commenti a “Il lince e il freccia

  1. lele scrive:

    Campano Incazzato
    quando la vacca non da più latte la mandi al macello!ora la vacca da mungere sono i clandestini!la storia non cambia,cambiano solo i personaggi!
    Le varie organizzazioni a delinquere meridionali sono la “manna”del nord,il lavoro sporco lo fanno bene!e il denaro lo investono meglio ed ora la sbiacatura costa solo il 5%!
    ezio non avrà vissuto il periodo dell’immigrazione meridionale o l’ha vissuta nell’oblio delle montagne e non nella città della fiat.
    Comunque,parlando di lega,negli anni ’90,ascesa di bossi,circolava proprio a milano una barzelletta:a bossi hanno trovato del sangue meridionale!sul parafango dell’auto!

  2. Campano Incazzato scrive:

    la prossima volta che al mare passerà accanto a te un “marocchino” e magari vorrai comprare da lui qualcosa offrigli dell’acqua e siediti con lui e vedrai 2000 anni di mediterraneo che si spalancheranno davanti a te.
    vedrai che sarà più gratificante che indossare una camicia verde.

  3. Campano Incazzato scrive:

    continua da 62.
    Noi dobbiamo accettare di essere chiamati mafiosi e tacere , poi se vi dimostiamo che da nord sono venuti camion di monnezza e rifiuti tossici dal nordest allora siamo i cattivoni che se la prendono col nord per le nostre sciagure.
    ma cosa dite.
    chi si è arricchito con la mafia ? chi l’ha riorganizzata la mafia ?
    la cia , lo ior , la p2 ti dicono niente?
    sapete solo dire che travaglio andrebbe arrestato ( perchè racconta i fatti )
    che santoro dovrebbe andare via perchè non è come fede.
    quando ci sveglieremo sarà tardi.

  4. Campano Incazzato scrive:

    Ezio,
    Il “sistema” che c’è in meridione è figlio dei “sistemisti” del settentrione.
    la mafia , la camorra, la ndragheta non sono altro che il sistema dei politici ed i colletti bianchi del nord per fare soldi (pubblici) grazie al sud.
    Quelli che hanno dustrutto la mia azienda (ex Olivetti) sono tutti del nordest, mica di Corleone.
    Ma davvero pesi che quì passiamo i giorni a suonare il mandolino col caffe e la sfogliata nell’ attesa di qualcuno da rapinare.
    Noi siamo vittime quanto voi di questa storia.
    Ma vuoi vedere che a destra e a sinistra nessuno si era accorto che un Km di tunnel sulla SA-RC era costato quanto un Km di tunnel sotto la Manica?
    Insisti quanto vuoi ma il tuo silvio ( e company )non è migliore degli altri per quanto tu ti sforzi.
    Ma ti accorgi che rispondi alle accuse con altre accuse.
    la differenza è solo che prima c’era la sinistra ora c’è la destra e non vuoi ammettere che non siete migliori al governo ed in più prodi non portava minorenni a casa.

  5. zerb scrive:

    Vorrei far notare che l’immigrazione è e sarà inarrestabile.
    Pertanto conviene controllarne i flussi con l’organizzazione (parola ignota all’italiano) ed il rispetto della legge ( fattibilissimo ma non applicata per convenienza politica).
    I figli degliimmigrati, tar 20anni sarannoal pari dei nostri figli se non la maggioranza, prima nelle scuole e poi nel lavoro.
    A chi non piace questa visione si rassegni.
    Non esiste alcun muro.
    Tanto che l’80% degli immigrati arriva con passaporto turistico e per via terra.
    Qualcuno non è d’accordo ?
    Ebbene è uin dato di fatto e non una opinione.

Lascia un commento