eXTReMe Tracker

La prima campagna elettorale da 1 miliardo di dollari

21 dicembre 2007 alle 13:39
Audrey

E’ stata presentata come la prima campagna elettorale da un miliardo di dollari, e alla fine forse anche quella frontiera sarà superata. Per avere speranza di diventare presidente degli Stati Uniti, secondo gli addetti ai lavori, al novembre del 2008 i due finalisti dovranno aver raccolto almeno 500 milioni di dollari a testa in contributi personali… Il traguardo sembra ora abbondantemente alla portata dei democratici, mentre i repubblicani sono indietro, anche perché l’assenza di un favorito sta frammentando il finanziamento. All’ultimo conteggio dei soldi in cassa, eseguito il 30 settembre scorso (il prossimo sarà a fine anno), la Fec ha certificato che Hillary Clinton ha raccolto 90,9 milioni di dollari nella propria corsa alla Casa Bianca, mentre il suo diretto inseguitore, Barack Obama, ne ha incassati 80,2 e John Edwards 30,3. Ma Obama ha un numero maggiore di finanziatori. In casa repubblicana, il più ricco a fine settembre era Mitt Romney, con 62,8 milioni di dollari (ma ha già speso 53 milioni ed è a corto di contanti), seguito da Rudy Giuliani (47,3 milioni) e John McCain (32,1 milioni, anche lui li ha già quasi esauriti).
[Ansa.it]

Con 1 miliardo di dollari… Quante campagne di vaccinazione si possono attuare? Quanti quaderni, libri, matite per piccoli scolari di famiglie bisognose si possono comprare? Quanti programmi di assistenza sanitaria gratuita per persone senza Social Security si possono realizzare? Quanti alloggi per homeless si possono costruire? E non venitemi a dire che sono i meccanismi della democrazia, o che queste sono domande retoriche. I bisogni quotidiani delle persone non sono mai retorici.

Pubblicato in America da Audrey | 30 Commenti »

tn  tags: , , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

30 commenti a “La prima campagna elettorale da 1 miliardo di dollari

  1. Maurizio ha detto:

    Audrey:

    meno male, si ricomincia a sentire qualcosa di sinistra. Tu dici che Berlinguer fu profetico, io ti dico che se tu leggi un interessante libro di Turone:

    “dall’Unità d’Italia alla P2”

    ti accorgi che in realtà non si tratta di profezia ma di constatazione di cose che esistono dal 1861. Identiche. Stessi scandali, stesse corruzioni. Stesso clientelismo. Arrivo alla parcellizzazione. Non sono d’accordo. Se invece di azzuffarci (anche virtualmente) di dividerci e di polemizzare, di farci illudere, fossimo più SVEGLI, seguiremmo le PERSONE. I partiti sono fondati dalle persone e non viceversa. Seguendo le persone si arriva anche ai partititi. Ma sono piccoli e non contano nulla, tu dirai. Non è vero. I costi delle ricariche telefoniche sono stati tolti non da Bersani, ma da un ragazzo di 23 anni che si chiama Andrea D’Ambra che da solo ha raccolto se non erro più di 300.000 firme e le ha portate allla Commissione europea. Complice Bebbe Grillo (il qualunquista per antonomasia). Pensa che interpellò tutte le associazioni di consumatori e tutte (venduti anche loro) gli risposero picche. Questo per dire che POCHI se VOGLIONO FANNO MOLTO. Quindi, io mi sento di sostenere le persone che ti ho detto (Turigliatto, Rossi, etc.). Ma faccio un’altra constatazione:

    ci sono dei temi comuni sui quali siamo in molti ad essere d’accordo. Ti faccio degli esempi:

    1) abolizione del precariato (vedi legge 30)
    2) abolizione ingerenza della Chiesa
    3) eliminazione basi NATO e bombe nucleari annesse

    e molte altre

    se invece di disperderci tra PD, Verdi, Arcobaleni, UDEUR, Costituenti Socialiste etc
    seguissimo le persone, beh, i partitelli diventerebbero più grandi. Se io ascolto quello che dice Turigliatto ad esempio, concordo su tutto. Mi ricorda il mitico Capanna. Se ascolto Giordano invece, non sempre sono d’accordo. Io credo che se tutti ascoltassimo gente come Turigliatto, beh, sarebbe difficile non concordare con quanto dice. Tu vuoi la base di Vicenza? Vuoi le missioni militari in Afghanistan? Vuoi il precariato? Beh, lo vedi che anche tu invece di stare nel PD (ipotizzo eh? Non so da che parte stai) magari lo condanneresti (il PD/DC) e andresti verso altri lidi? Così farebbero in molti e nessuno mi darebbe del qualunquista per aver condannato le primarie-farsa con i 3,5 milioni buttati. Quei 3,5 milioni di persone potrebbero perciò transitare tutti verso altri lidi più onesti e coerenti. E vedi che non si finisce con l’essere un eco nel deserto. Era questo il senso del mio commento originario. Queste cose le vado ripetendo da un po’.

    Non capisco che intendi con “poco selettiva”. Io non sono uno di quelli che dicono: “a me piace tutta la musica”. No, se vuoi ti faccio l’elenco di quella che odio. Però, da vecchio chitarrista, non può non piacermi il blues…
    Poi scopri che il blues diventa ragtime se lo velocizzi e, accidenti, il ragtime fatto con la chitarra è insuperabile. Ma se vai avanti ti rendi conto che, accidenti, il ragtime è antesignano del jazz! E come fa a non piacerti Charlie Parker allora?
    Si, ma il blues, se lo velocizzi un po’, diventa anche Rock and Roll. Provare per credere. Stessi accordi. Se poi ci metti che sarà stato lo studio della chitarra classica ma a me Bach, Mozart e Chopin fanno impazzire…beh, allora come fa a non piacerti la musica classica?
    E se c’è gente come i Genesis o i Dream Theater che mischiano rock e musica classica? Come fa a non piacerti il rock progressive? Il blues poi, non è molto lontano dal country. Chi suona la chitarra se ne rende conto bene.
    Tu mi dirai allora: si ma che c’entra il pop? Risposta:
    È colpa mia se mi piacciono personaggi come i Cocteau Twins oppure Enya oppure Sissel a causa della sua incredibile voce? 🙂

    Hai letto davvero TUTTO il mio blog?! Hmmm…
    Se nutro qualche piccolo dubbietto, mi perdoni? :mrgreen:

    Non è che hai fatto come Woody Allen quando fece il corso di lettura veloce?

    “Ho letto Guerra e Pace in 20 minuti e ho capito che parla della Russia”
    :mrgreen:

  2. Audrey ha detto:

    Maurizio..
    Ok..rewind
    Sul fatto che la partitocrazia sia il cancro…
    Voglio qua ricordarti l’intervista che Enrico Berliguer rilasciò a Scalfari sulla questione morale nel 1981.

    I partiti non fanno più politica. I partiti hanno degenerato e questa è l’origine dei malanni d’Italia.
    I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero.
    Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune.
    La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, e non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l’iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un “boss” e dei “sotto-boss”.

    Credo che Berlinguer quel giorno sia stato profetico, come non riconoscere in quelle lontane parole l’Italia di oggi (l’arrivo del Berlusca non credo abbia migliorato le cose..).

    Ma, appurato che i partiti sono quello che sono..
    Tu dici “io parto dalle persone”, ma questo significa una parcellizzazione infinitesimale della forza e del peso politico.
    E la politica è fatta anche da numeri, io credo di essere abbastanza idealista, ma voglio che chi mi rappresenta incida anche fattivamente nella vita del mio paese.
    Questa infinita parcellizzazione e divisione all’interno della sx, è storia vecchia, anzi direi che è sempre stato uno degli elementi predominanti nella storia della sx italiana e ne ha sempre determinato sconfitte e confinamento ai margini della vita politica del paese.
    Lo sai, vero, che questo significa essere una voce nel deserto?
    Una voce senza eco..
    Ciao Audrey

    Ps Ho visto che c’è anche l’hard rock, infatti lo condivido..ma ci sono anche altri 14 tipi di musica..come già detto un po’ poco selettiva come scelta 🙂
    Ho letto..ho letto..Ma non spaventarti 🙂

  3. Maurizio ha detto:

    Audrey:

    Il commento 23 era ‘in tono’ con quelli ai quali ho risposto. Il mio commento iniziale a questo post (il numero 12) è pacato e non mi sembra che meriti attacchi gratuiti (cosa che invece è accaduto).

    Ok, va bene, azzeriamo tutto. Ti va?

    Diciamo qualcosa di costruttivo:

    1) il sistema partitocratico è il cancro
    2) è basato sul clientelismo e sulla corruzione
    3) ciò che conta non sono più i partiti (visto che non se ne salva nessuno) ma le PERSONE. Occorre finirla di fissarsi con i partiti a prescindere e badare invece alle persone.

    Questo è quello che faccio io. Io vado a vedere le votazioni al Senato e vedo come ha votato ogni singolo Senatore. Poi mi regolo. Così si scoprono delle cose interessanti. Scopri quanto le persone all’interno dei partiti siano doppie. Scopri quanto quelli che realmente hanno ideali siano mosche bianche.

    Non è che nascono prima i partiti e poi le persone eh? Accade l’esatto contrario. Allora prima vediamo se c’è qualche mosca bianca che si può salvare. Vedi quelli come Turigliatto che sono prima finiti in Sinistra Critica e ora stanno pensando a qualcosa di nuovo. Io parto dalle persone e arrivo ai partiti e non viceversa.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Sinistra_Critica

    Movimento per la Sinistra Anticapitalista (il movimento che sta nascendo, che si è scostato dalla Sinistra l’Arcobaleno)

    È qualunquismo?

    Ah, nelle mie preferenze c’è anche l’hard rock se vedi bene. Però non mi dire che hai letto TUTTE TUTTE le parole del mio blog eh? No, perché così mi metti paura… 😉

  4. Audrey ha detto:

    Maurizio

    1) rispondo nel tono e nel modo che IO ritengo più giusto e consono alla tua precedente risposta.
    Avrei potuto facilmente anche io fare polemica sul tuo tono e sul tuo modo di rivolgerti alle persone nel commento 23, ma NON L’HO FATTO, perché preferisco affrontare e discutere i CONTENUTI e non i TUOI modi di fare e di porti.
    E cmq sono stata nei tuoi riguardi(come SEMPRE) educata.

    2) Tu mi riporti un elenco di “fatti” politici che a tuo parere dimostrano la connivenza tra dx e sx all’interno dell’attuale quadro politico.
    Affermi che non c’è più una sx vera in Italia.
    Bene.. E quindi???
    Ammesso e non concesso che in un momento di mia “follia” politica ti dia ragione..
    OK..ALLORA CHE FACCIAMO?
    Visto che sei così lucido e puntuale nella tua analisi dissacratoria, dammi anche delle RISPOSTE, delle INDICAZIONI. FATTIVE.
    La politica può funzionare A BREVE su analisi critiche e TABULE RASE…
    MA a tutto questo DEVE seguire qualcosa di PROPOSITIVO, altrimenti diventa critica sterile.
    Rimango in attesa..

    3} Il tuo blog me lo sono andato a leggere..
    L’unica cosa che mi sono trovata a condividere di TUTTE le parole che ci ho letto è stato quando hai indicato “Il Maestro e Margherita” come uno dei tuoi libri preferiti.
    Condivido, è anche uno dei miei libri prediletti.
    Vorrei aggiungere in Musica l’hard rock, ma 1° è un’indicazione troppo generica; 2° visto che indichi anche classica, jazz, rock, , fusion, blues, progressive, country, pop
    Ho il sospetto che l’indicazione preferenziale non sia molto selettiva..

    Quanto al fatto che non ti conosco è vero..ma è anche reciproco..
    quindi non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te.

  5. Maurizio ha detto:

    @Audrey:

    ah, se non ti va di informarti da sola, segui il mio blog e magari clicca sulla categoria ‘politica’.

  6. Maurizio ha detto:

    @Audrey: si vede che non mi conosci minimamente.

    Visto che mi fai la maestrina (e queste cose non le reggo):

    http://www.rivotiamo.it/docs/Lettera.pdf

    (questo era per la raccolta di firme per fare cascare il Governo che è AVVENUTA).

    “Sai… il sistema parlamentare non funziona proprio così ”

    Ma va? Che notizia!
    Che non si possa fare, scusami, ma lo so da me, non mi serve che me lo ricordi con quell’aria sarcastica e saccente. Scusami, ma certi toni non li sopporto proprio da gente che neanche mi conosce. Quanto alla seconda raccolta, quella per il nome del partito, ho già detto che qualsiasi raccolta di denaro per questi fini idioti è uno spreco di soldi. Punto. Spreco BIPARTISAN. Lo ripeto.

    ” Una volta la tua posizione si sarebbe definita QUALUNQUISTA. ”

    qui ancora, hai un’aria che non si sopporta, visto che – come ribadisco – non mi conosci. Non hai la più pallida idea dei miei ideali politici. Io mi ritengo davvero di sinistra. I miei nonni votavano PCI. Quello vero. Quello con la falce e il martello. I miei genitori votavano PCI. Io votavo PCI. Votavo Democrazia Proletaria. Conosci? Eri nata? Sinistra di quella sana vecchia razza che ora è SPARITA dall’Italia. Attualmente mi ritengo più di sinistra di quella cosa annacquata chiamata ‘sinistra-PAUSA-l’arcobaleno’. Pensa. Il PD-Democristiano della Binetti io non lo prendo neanche in considerazione.

    Il fatto, cara Audrey, è che destra e ‘finta sinistra’ si sono messi d’accordo. Lo ha detto Violante in un suo discorso ma del resto è evidente. Non si tratta di qualunquismo, si tratta di APRIRE GLI OCCHI. Ti faccio riflettere su due nomi:

    De Magistris e Forleo

    Prima di parlare, informati bene – ma bene – su questi due nomi. Informati su quanto venne osteggiato Falcone. Informati su Unipol-BNL, informati sui 40 emendamenti di Turigliatto che sono stati respinti. Informati sui rifinanziamenti in Afghanistan. Informati sui miliardi di euro spesi per l’acquisto dei 133 caccia americani. Informati su Vicenza. Informati sulle 90 testate nucleari ad Aviano e Ghedi Torre. Informati sul decreto Levi. Informati sul decreto Gentiloni. Informati sullo scandalo Italia.it. Informati su pacchetto Damiano, sul milione di precari che hanno manifestato a Roma. Informati sulla legge Boato. Informati sulla cancellazione della riduzione di stipendio (bipartisan). Informati sui regali alle aziende del cuneo fiscale. Insomma…informati. Sono tutte cose fatte da questo Governo. Poi vediamo se sono qualunquista.
    Quanti anni hai Audrey? Mi sembri giovane…
    Certo che destra e sinistra sono diversi! Il problema è che non c’è più la sinistra vera in Italia. Ripeto: quando ve ne accorgerete (voi che votate PD o che ancora date fiducia agli arcobaleni) forse – FORSE – potrà iniziare a cambiare qualcosa. Miii… quando mi danno del qualunquista non ci vedo più!!

  7. Audrey ha detto:

    @Maurizio
    1) Sotto i gazebo di berlusconi per scegliere il nuovo nome del SUO partito si dava un contributo, non era per fare cadere il Governo..
    Credo che nemmeno il nano sia arrivato a tale delirio di onnipotenza da pensare che si raccolgono firme ed un Governo decade.
    Sai… il sistema parlamentare non funziona proprio così 😯

    2) Sarò chiara e sintetica
    Una volta la tua posizione si sarebbe definita QUALUNQUISTA.
    Dx e sx non sono la stessa cosa.
    Non mi convincerò MAI di questo.
    Puoi fare tutto il revisionismo storico che vuoi, puoi tentare di fare di tutto un unico minestrone..IO NON TI SEGUO.
    SI’… è possibile ancora ragionare in termini di dx e sx (così ho risposto alla tua domanda), perchè la ns storia ce lo insegna ed è una lezione ancora valida.

  8. Maurizio ha detto:

    @primlug: vedi, 3,5 milioni sono spesi malissimo. Davvero. Perché il PD corrisponde – se ancora non fosse chiaro a qualcuno – alla vecchia DC che è riuscita a tornare in auge. Certo, sono nulla al confronto dei 270 MILIARDI di evasione fiscale. Tutto giusto il discorso degli aiuti, delle spese militari USA, etc. Si, ma che c’entra? Pochi o tanti sono sempre soldi buttati. Soldi che se si davano a Telethon sarebbero stati spesi bene.

    @chinaski63: se uno di questi giorni entrano i ladri a casa tua e ti rubano il televisore, non lamentarti: è una cifra ridicola rispetto ai milioni di dollari USA. Ah, ‘dagli al comunista’ andrebbe di moda se ci fosse rimasto davvero qualche comunista. Io di comunisti veri non ne vedo mica tanti, sai? Neanche nella Sinistra-pausa-l’arcobaleno.

    @Audrey: non so se per firmare per far cascare il Governo si siano spesi dei soldi. Ad ogni modo, se così fosse, sarebbero soldi buttati ANCHE quelli. Chiaro? L’uno non esclude l’altro. Possibile che ancora si ragioni in termini di destra/sinistra e non ci si accorge che sono tutti uguali questi soggetti? Io che posso fare più di mettere nel mio blog il video di Violante che dice al Parlamento che si sono MESSI D’ACCORDO per NON FARE la legge sul conflitto di interessi? (2003 se non erro).

    Ah, prima che mi rispondi: ho messo anche il link all’immagine fotostatica della lettera che Berlusconi scrisse a Craxi per ringraziarlo della legge fatta per non far chiudere Canale 5. Per dire. Per par condicio. Perché sono ladri BIPARTISAN. Destra, Centro e ‘Sinistra’. Quando ve ne accorgerete forse inizierà a cambiare qualcosa in Italia.

    Comunque buon Natale. 🙂

  9. maxi ha detto:

    ho scritto bib laden. che rinco!

  10. maxi ha detto:

    @justfrank: non sono riuscito a rendere il tono ironico del mio post #8. mi capita spesso, accidenti!

    concordo comunque col fatto che il problema è che poi devi rendere questi soldi a chi ti ha sovvenzionato e lo fai con leggi ad personam, o meglio ad lobby, a scapito dei cittadini. è questo il vero guaio.

    @china: sei sicuro che bib laden veda l’america come il demonio? con tutto quello che ha fatto bush per lui e la sua famiglia?

    un saluto e sinceri auguri a tutti!

  11. er mahico ha detto:

    Auguri Audrey.
    (sei di origine francese?)

  12. Audrey ha detto:

    @ Calogero
    Ciao Calogero piacere.
    Io credo che sia anche un problema di consistenza di costi.
    Di fronte a cifre come queste, che evidentemente si autoalimentano in una spirale senza fine, il pericolo maggiore è che la validità ed il contenuto del programma elettorale di ciascun candidato finisca per risultare secondario rispetto agli aspetti di marketing e di public relations .
    Forse su questo ancora qualche speranza in Italia la abbiamo..forse.
    Nonostante l’entrata in politica di berlusconi abbia, indubbiamente, spinto anche qui la politica stessa verso una spettacolarizzazione a scapito di seri dibattititi su contenuti e programmi.
    Cmq sarò una moralista, ma alla sottoscritta pensare che 1 MILIARDO di dollari finisca così..beh un po’ mi stringe il cuore e mi da fastidio.

    P.s. Approfitto per fare gli auguri di Buone Feste a tutti i frequentatori e le frequentatrici di questo luogo virtuale, così vivo e coinvolgente.
    Audrey

  13. calogero ha detto:

    @Audrey
    ciao Audrey, molto piacere.

    Secondo me il problema dei costi eccessivi delle campagne elettorali non è tanto lo spreco di soldi in quanto tale, perché, se vogliamo, tutto ciò che va oltre alla mera sussistenza con un po’ di moralismo potrebbe essere considerato uno spreco. Se mi compro un paio di pantaloni nuovi per Natale, dei quali non ne ho un reale bisogno perché tra i miei pantaloni non ne ho nemmeno un paio con i buchi, ecco che potresti chiedermi quanti vaccini, quante matite colorate avrei potuto comprare con quei soldi. Se ci pensi, avrei potuto salvare delle vite, forse quei pantaloni grondano di sangue. Ovviamente non è così, e non è così nemmeno per la campagna elettorale americana.
    Io piuttosto sposterei l’attenzione sul fatto che senza tutti questi soldi non puoi fare campagna elettorale e partecipare al gioco democratico. Quindi hai bisogno di finanziamenti cospicui, e quelli più grossi te li da l’industria. Come dici nel commento 3, quello che ricevi devi rendere. Allora vedi che il problema è questo, un problema di trasparenza: il finanziamento deve essere per forza dichiarato e reso pubblico. E questo a volte non avviene. Ma al di al di questo non mi scandalizzo.
    La dichiarazione dei finanziamenti pubblici ai partiti e alla politica in generale è un argomento sul quale noi in Italia non possiamo insegnare nulla a nessuno.

    La campagna elettorale in democrazia costa troppo? Forse, ma una dittatura senza elezioni costa di più.

  14. Nicola Andrucci ha detto:

    auguri di Natale a tutti, in anticipo!
    ciao Nicola

  15. Audrey ha detto:

    @ Maurizio..
    Eh già.. 1 euro per 3 milioni e mezzo di votanti (alle primarie del PD)..fanno 3 milioni e mezzo di euro..

    MA ALLORA…ASPETTA! 😯 😯
    Se alle primarie del PRINCIPE DI ARCORE sono andati a votare 6 milioni di persone..
    IL NANO HA INCASSATO 6 MILIONI DI EURO!!!! 😯 😯
    Porca.. 😥

    Non c’è niente da fare..quando si tratta di raccogliere soldi per i SUOI bisogni quaderni per i suoi nipotini?
    Social Security per le sue Body guard?
    Alloggi e pied a terre per le sue amiche?
    quell’uomo è troppo avanti..
    Aho..ci batte sempre a noi di sx 🙁

  16. chinaski63 ha detto:

    @maurizio,
    maurizio.Quella del soldino dato per le primarie è proprio ridicola.
    E’ vero…..tu dirai che sono sempre 3,5 milioni di eurini,ma qui si parlava di ben altre cifre.Cifre astronomiche.
    Il soldino dato dai simpatizzanti è folklore.I soldoni per la campagna elettorale USA possono essere il PIL di molti statarelli poveri.
    Cmq…….. “dagli al comunista”…. che pare và di moda.

    un saluto China :star:

  17. primlug ha detto:

    vedi maurizio
    3/4 milioni non sono un miliardo e se servono per sostenere battaglie civili e migliorare la situazione di milioni di individui sono spesi bene. Da altre fonti deve venire il sostentamento e l’aiuto ai paesi poveri. Abolire il loro debito, destinare una percentuale del pil, al posto di regalare una mega finanziaria agli evasori fiscali, per esempio. Questo per parlare di noi italiani. Negli usa il discorso è diverso, primo perchè sono una montagna di soldi, secondo perchè per due volte hanno negato, o meglio bush ha negato, l’assistenza sanitaria ai bambini bisognosi, da noi non è così. Terzo perchè se prendi soldi tanti ma tanti soldi da industrie, tipo costruttrici di mine, bombe, fucili, pistole mortai ecc…. poi sei costretto a fare le guerre, se li prendi dalla industria farmaceutica eviti di approfondire l’iter e gli eventuali effetti collaterali. Se non ti basta posso continuare…………

  18. er mahico ha detto:

    i cittadini i soldi delle primarie li danno spontaneamente.

  19. Maurizio ha detto:

    In italia si paga per votare alle primarie-farsa…shhh!

    Con 3,5 milioni di euro quante belle cose si potrebbero fare?
    Libri, quaderni, matite per famiglie bisognose, finanziamenti per la ricerca…

  20. Audrey ha detto:

    @Maxi
    rispondo alla tua domanda..
    Aspetto che ci penso (1 secondo)
    NO 🙂

  21. chinaski63 ha detto:

    Ci meravigliamo che nel mondo ci siano persone che vedono l’ occidente e più propriamente l’ America come il demonio.
    Bin Laden è uno di quelli.
    Ma se dovessimo riflettere su certi aspetti del modo di vivere occidentale,mi chiedo se Bin Laden non ha ragione.
    Spendiamo,anzi sperperiamo miliardi di dollari-euro per le cose più disparate,mentre nel mondo ci sono persone che muoiono di sete perchè vivono in un villaggio che non ha una pompa da 500 euro per far arrivare acqua.Siamo immorali.Anche io sono complice di questo sistema.
    Non mi meraviglio più di nulla e la cosa triste è che non provo nemmeno più vergogna per me stesso.
    Se non è demoniaco tutto questo sperpero,ditemelo voi che cos’è.

    saluti China :star:

  22. justfrank ha detto:

    @Maxi

    Resta il fatto che 1 miliardo di dollari viene letteralmente bruciato, finisce per la maggior parte nelle mani ( o meglio: nelle tasche ) dei grossi editori come Murdoch per le campagne su giornali e quelle costosissime sulle TV.

    Andiamo, per scegliere tra due partiti ed una manciata di candidati non ci sarebbe bisogno di tanto spreco: basterebbe rilasciare interviste, fare comizi e scrivere un programma.
    In una democrazia sana sarebbe così.
    Il guaio è che gli elettori hanno pochi elementi concreti da analizzare per la scelta, e il vuoto restante viene colmato con una campagna pubblicitaria faraonica, e chi la fa più ricca ha più possibilità di vincere. Gli elettori non si prendono con gli argomenti seri, si prendono per sfinimento.

  23. maxi ha detto:

    Audrey sei troppo pessimista. una volta eletti faranno campagne proprio a favore della vaccinazione e della scolarizzazione e ai più bisognosi andranno i benefici di questi “investimenti” in public relations.

    o no?

  24. Audrey ha detto:

    @primlug
    quanti ne ha investiti la mafia? e a chi li ha dati?

    Stai parlando della campagna elettorale americana o di quella italiana? 😀
    Su quella americana..Non ho dati
    Su quella italiana..lessi un libro di Travaglio tanto tempo fa… 😀
    Ciao un caro saluto

  25. primlug ha detto:

    quanti ne ha investiti la mafia? e a chi li ha dati?
    questo perchè come giustamente dici a qualcuno devi rendere conto

  26. er mahico ha detto:

    meno male che esiste Internet sennò sembrerebbero tutti dei nuovi kennedy sti fettechioni capitalisti.

  27. Alieno ha detto:

    Questo per dire come anche un povero può diventare presidente?E’ democrazio o plutocrazia? 😀

  28. Audrey ha detto:

    E’ vero..
    purtroppo c’è da temere che finirà così anche qui, con la spettacolarizzazione della politica e conseguenti grandi investimenti e grandi spese.
    Il problema è che quando RICEVI devi poi RENDERE.
    Ammenocchè non rendi a te stesso..
    tanto grazie al CONFLITTO DI INTERESSI ricevi..rendi,,dai..prendi tutto a te stesso.
    ogni riferimento a Berlusca NON è casuale

  29. arthurzanoni ha detto:

    uuuh un miliardo di dollari…rottami un esercito e secondo me a 20-21 miliardi di dollari ci arrivi, un miliardo a regione, suddiviso equamente…WOW fanculo alla mia banca!

  30. RedPower ha detto:

    quello che mi fa paura è che ci stiamo sempre piu’ avvicinando a quel sistema anche noi.

Lascia un commento