eXTReMe Tracker


Warning: mysql_query(): No such file or directory in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 57

La tristezza di Berlusconi

20 marzo 2011 alle 22:28
calogero

berlusconi_gheddafi.jpg

B è triste. Stanno bombardando la casa del suo migliore amico. Sono passati pochi mesi da quando si vedevano, a Roma o nel deserto libico, sotto la tenda. E adesso gli tirano le bombe. E gli da pure del traditore. Che brutta cosa.
E poi le malelingue, quei sorrisini al summit internazionale, quando è arrivato B tutti a darsi gomitatine di nascosto e a sussurrarsi “ecco è arrivato l’amico del raìs, solo un mese fa limonavano in pubblico e adesso ci fornisce la basi. Bell’amico, vai a fidarti di uno così”.
E il suo alleato, quell’altro, quello mezzo paralizzato che governa con lui che gli da apertamente dell’incapace, perché adesso ci arrivano gli immigrati a frotte. A quello di B non gliene frega una mazza, lui pensa solo ai suoi elettori incazzati perché adesso ci invadono gli arabi, i mussulmani, i negher. Certo, se l’amico di B fosse stato solo un po’ più in la sarebbe stato meglio, magari un oceano al posto del Mediterraneo…
E le zoccole che lo insultano al telefono, lui che le ha coperte di soldi e di regali, che ingrate. È brutta l’ingratitudine. Ma anche tradire un amico è brutto. E il raìs questo non se lo aspettava. Lui credeva in B.
B è triste. Lo aiutiamo? Ma anche no.

Pubblicato in Il nano piduista da calogero | 57 Commenti »(Letto 44514 volte)

tn  tags: , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

57 commenti a “La tristezza di Berlusconi

  1. porto scrive:

    stecca, onore a ingrao ma tu e zerb rimanete sempre bolscevichi.

  2. Stecca 66 scrive:

    Un omaggio ad un grande uomo che oggi compie 96 anni e dalla sua lucidità d’analisi dobbiamo tutti trarre ancora degli insegniamenti.

    http://www.unita.it/italia/quel-gheddafi-e-un-mascalzone -br-e-bisognava-pur-fermarlo-1.279700?ref=nf

  3. suslov scrive:

    Zerb, anch’io ho avuto qualche informazione sulla Libia, in passato.
    Quando facevo il militare nel lontano 1986 un mio vecchio maresciallo dei bersaglieri, vecchio repubblichino (ricordo che in occasione delle celebrazioni del 25 Aprile mentre eravamo schierati, al passaggio dei veterani partigiani decorati urlò “assassini!”, chissà che aveva passato) mi disse che agli inizi degli anni settanta per evitare che Gheddafi ci tagliasse le forniture del petrolio dovettero mandargli gli M113 blindati del battaglione riverniciati, sennò altro che austerity.
    Agli inizi degli anni novanta un ingegnere palermitano che aveva lavorato per la Stet mi confidò (assieme ad altri) che alcuni anni prima nonostante l’embargo per la strage di Lockherbie lavorò in Libia per le telecomunicazioni militari di Gheddafi (che poi i francesi gli hanno spianato).
    Sembra che già da qualche tempo un alto esponente dei servizi libici era scappato in Francia ed avrebbe aiutato a preparare la rivolta, anzi, sembra che la CIA stessa abbia fornito mezzi a gruppi di giovani nei paesi arabi per far germigliare le democrazia.
    Noi naturalmente avendo una parodia di dittatore non potevamo che aiutare i dittatori.
    Comunque il mondo arabo sicuramente vivrà una rivoluzione caotica, a causa della sua numerosa popolazione giovane, però come la stessa Francia rivoluzionaria, che era nelle stesse condizioni, finirà poi per svoltare a destra e scatenare delle guerre, o tra sunniti e sciiti (nel Bahrein la cosa già si vede) oppure contro Israele, se i Fratelli Musulmani prenderanno il potere in Egitto, in Giordania e forse pure in Siria, con l’appoggio occulto dei turchi, pure loro sunniti e antisionisti.
    Ho sentito in televisione Luttwak attaccare i turchi, il che per un anglosassone è una novità assoluta, a parte la Prima Guerra Mondiale gli anglosassoni sono sempre stati alleati dei turchi dal primo ottocento,se non era per gli inglesi i russi avrebbero distrutto almenoun secolo e mezzo fa la Turchia ed oggi forse sia lapenisola balcanica che quella anatolica sarebbero crisitane e forse la storia sarebbe diversa.
    Agli inglesi quasi quasi l’attentato di Lockerbie e quello della metro di Londra gli stanno bene.

  4. Chinaski63 scrive:

    Vado a letto pensando che è idiota pensare che il mondo in cui passeggio è mio o al limite nostro,visto che viene venduto al metro quadro.Vado a letto pensando come da buon cattocattolici,ci indegnamo dei costumi altrui in cui la donna vive nascosta da un velo,lava i piedi al marito e noi gettiamo in pasto a squali le nostre figlie pur che ci sia un tornaconto.Ama il prossimo tuo come te stesso,cozza con la triste verita’ che dopo un po’ di amore,tanta passione ti sta’ sul cazzo pure il/la tua/o compagna.
    Penso che dopo Gandi,non c’è un solo personaggio di potere che non mi fa’ momitare.Gli altri gestiscono la nostra vita,percepiamo perfettamente che non ci vogliono bene e soprattutto i loro difetti aumentano in modo esponenziale anno dopo anno.
    Vogliamo esportare la famosa democrazia in luoghi che di guai ne hanno gia’ abbastanza.La democrazia è la piu’ grande bugia di tutti i tempi.Altrimenti non si capisce perchè chi ha morale ma non ha parola vive sino alla fine dei sui giorni senza poterla esercitare.
    Scopriamo in questi giorni che la mafia sta’ conquistando il nord,e continuano a prendersela con le puttane sulle strade,con chi fa’ gli spinelli,con i piccoli imprendidori che è gia’ un tempo rompono i coglioni e questi clandestini che credono che il bengodi è qui da noi e poi dormono sotto i ponti.Ora basta che possono chiudere la parola hai blogger,gli ultimi sfigati della terra e siamo a posto.
    Berlusconi non è un disco rotto.E un disco rotto in culo.
    Non sara’ ricordato come lo statista che crede di essere che ha risolto i problemi,non sara’ ricordato come uomo sensibile a cui aspirarci nei momenti bui.Nel frattempo assistiamo impotenti ad una pseudoguerra al di la’ del Mediterraneo che viene gestita come una partita a Risiko fra’ amici e a noi non resta altro che volere bene ai nostri cari,ai nostri amici con la consapevolezza che internet,la finanza e il lato oscuro dell’ animo umano ci portera’ un giorno a fare una scelta:vado a cercare l’ acqua per la mia famiglia o leggo le news di google??????
    Consoliamoci che nel frattempo Berlusconi è morto per la fusione del suo nocciolo.Ma non è stato per un terremoto,è stato poveruomo per il viagra.
    Pace all’ anima sua.

  5. Zerb scrive:

    Che ti dicevo, Suslov ??

    Indovina chi sono considerati gli eroi del momento, a Benghazi ????
    Esatto, i francesi.

    Niente niente mi viene il sospetto di un lavoro sottobanco proprio degli 007 transalpini, dal momento che gli insorti si sono trovati armi e munizioni a tonnellate che è impensabile derivino da tre caserme rapinate.

    io la Libia l’ho vissuta per un breve periodo negli anno 80, anzi, nell’80 proprio a Benghazi, Al Marj e Barce vecchia.
    Chi pensa che trovare un fucile in Libia sia così facile, dovrebbe leggere meno Lando o Diabolik.

    Ma aspettiamo che ci coalizziamo ancora una volta coi tedeschi (la Storia si ripete, ci infognamo in Libia e chiamiamo Berlino a toglierci dalla mer.. in cui ci siamo infilati) con la speranza di riportare in Italia qualche carriola di bitume da spremere.

  6. suslov scrive:

    Zerb, hai perfettamente ragione, proprio il fatto che la Francia insista tanto a mettere le mani sul petrolio e sul gas libici vuol dire due cose, che sanno che devono uscire pure loro dal nucleare e che le rivolte che sconvolgono il mondo arabo andando verso est potrebbero rendere a breve molto strategiche le riserve libiche.
    E ti pare che le potenze occidentali, mica noi che tra l’altro non siamo più nemmeno la settima potenza economica in quanto superati dal Brasile di quella che Libero chiamava la terrorista Roussef (forse perchè quei fottuti fascisti bastardi di Gelli ed Ortolani sono stati complici dei militari brasiliani che l’hanno torturata, per fortuna noi ai fascisti di casa nostra lo abbiamo insegnato nel 1945 chi ha il coltello dalla parte del manico) ce lo lasciano a noi il petrolio libico?
    Del resto noi il nucleare non lo possiamo proprio fare, oggi ho sentito in tv il vicedirettore italiano del CERN che sosteneva che in Italia si rischia di far costruire le centrali al solito Anemone di turno, col rischio di trasformare la nostra penisola al centro del mediterraneo in un deserto nucleare che avvelenerebbe mezzo mondo.
    Apposta questi qua dovrebbero essere fermati anche dalle potenze serie, magari anche con metodi poco ortodossi.
    Con facce da culo come berlusca, che si è messo a fare pubblicità alle bellezze culturali italiane, lui, un palazzinaro che ha deturpato lombardia e sardegna e ha fatto crollare Pompei, c’è poco da scherzare.

  7. Zerb scrive:

    Suslov,
    io vedo una Francia che si sta mangiando i suoi, di coglioni, per avere investito sul nucleare il 75% della sua energia consumata.

    E come tutti i “furbi” che non han fatto bene i conti con l’atomo (oppure hanno fatto orecchio da mercante) ora, per venirne fuori devono innanzitutto garantirsi un minimo di energia alternativa al nuke.
    Altrimenti non si spiega la “rapacità” francese nell’affaire Libia.

    Ma con la figura che abbiamo fatto da incompetenti e raffazzoni abbiamo dimostrato che siamo veramente un popolo incredibile, che nessuno al mondo riesce a stare a galla ed essere la 7.a potenza economica malgrado la destra e la mafia che imperversano.

    Chi più grandi di noi italiani, indebitati fin dalla nascita con lo Stato e con la coscienza cattolica che ci fa partire subito con il peccato originale (da origine=inizio)!!!!!

    Originale, dico invece io, perchè unico e talmente subdolo che nemmeno una vita ci basta per togliercelo d’attorno, per cui ci impegnamo sto cazzo di vita intera a dimostrare al mondo quanto siamo invece degli esseri normali.

    E se c’è una cosa che il mondo intero ci invidia, non è il David o la Cappella Sistina o la Arcuri, ma che abbiamo rifiutato il nucleare già un quarto di secolo fa.

    Ma ecco che arrivano i raffinati strateghi del centro-destra italiano………che mentre il nordafrica e tutto il mondo islamico è in subbuglio e sta esplodendo, loro si fanno qualche burraco e qualche pajata e guai a chi li disturba.

    Per poi dire, tramite il ministro degli Esteri:
    “anche noi abbiamo qualcosa da dire”………….: “abbiamo chiuso”.

  8. suslov scrive:

    Lele, il mondo sarà pure pieno di tipo loschi che rispetto alla massa saranno una percentuale infinitesimale, ma nell’Italia di berlusca sembra che se ne siano concentrati in quantità smisurata.
    Comunque ormai lo gnomo sembra essere destinato a fare una brutta fine assieme al suo amico Gheddafi, si è messo in testa di contare qualcosa e sfida Sarkozy, appoggiato da due nullità come Obama e Cameron.
    Rischia che si stufano e lo tolgono di mezzo in modo brusco.
    Ormai come ha scritto Rino Formica qualche giorno fa, sembra di essere vicini al 25 luglio di berlusca, facendo il parallelo con il regime di Mussolini.
    In quei giorni del 1943, girava la barzelletta che Mussolini, uscendo dalla vasca da bagno si rimirava i testicoli.
    La Petacci gli disse: “Benito, cosa guardi?” “Gli unici due coglioni che mi sono rimasti attaccati.” Ecco, lo gnomo più o meno sta così.

  9. Zerb scrive:

    @ Lele,
    vorrei aver scritto io il tuo commento .

  10. lele scrive:

    suslov
    il mondo è pieno di loschi e ignoranti personaggi che si aggirano nei luoghi della politica,della finanza,dell’imprenditoria,del giornalismo,dell’intellettualità di bassa lega….e…il potere è nelle loro luride mani.Sono una moltitudine ma in percentuale infinitesimale rispetto agli abitanti del mondo,ma comandano le sorti di miliardi di persone,perchè?la gente non li riconosce:ha fiducia nelle stupidaggini e nella stupidità,non riesce a superare la barriera del collegamento logico che intercorre tra benessere privato e benessere pubblico,lo confonde e si lascia guidare,inconsapevolmente,verso il baratro della stupidità del potere economico.

  11. suslov scrive:

    Stasera guardando al telegiornale Maroni e Frattini che scendevano dall’aereo a Tunisi per andare a parlare col nuovo governo tunisino dell’unica cosa che importa a questo governo (oltre che ai propri intrallazzi), e cioè del blocco degli immigrati, ad accoglierli c’era Tarak ben Ammar, l’affarista-socio-prestanome di berlusca, socio del sorcio e di Gheddafi in una televisione nordafricana e molto altro, mentre a Lampedusa gli immigrati venivano fatti mangiare non dai rappresentanti dello stato ma dai cittadini italiani.
    Ecco, in queste immagini c’era tutta la filosofia del berlusconismo, lo svuotamento e la distruzione dello stato (per non pagare le tasse) e la sostituzione dello stesso con una struttura privata per farsi i cazzi propri.
    Eppura questa filosofia contrasta con la stessa concezione della società occidentale dei consumi, basata su di una forte classe media con un forte potere d’acquisto (lo diceva anche Henry Ford, che doveva pagare bene i suoi operai per fargli comprare le sue automobili), filosofia su cui poi è basata l’esistenza stessa delle televisioni commerciali di berlusca: se la società crepa di fame, chi ha interesse a comprare spazi pubblicitari?
    Probabilmente berlusca resta al governo, e paga bene i parlamentari che si compra, perchè oltre che a salvarsi dai suoi processi (ormai il personaggio più importante dello stato svuotato dopo berlusca è l’Avvocato Capo Ghedini, sembra di essere tornati ai Maestri di Palazzo delle monarchie merovingie ), anche perchè sapeva quando tornava al governo che non è capace di governare e quindi ammazzava sia l’economia che la società, e quindi doveva comunque restare al potere per obbligare le imprese a comprare comunque i sempre più inutili spazi pubblicitari, oltre che a danneggiare sistematicamente con i provvedimenti dell’altrettanto inutile ministro mediaset Romani la concorrenza.
    Il tutto mentre stati che esistono sul serio, e non come l’Italia di berlusca, come Francia, Regno Unito e Stati Uniti visto che l’incidente nucleare sempre più grave di Fukushima manderà sicuramente in pensione per sempre l’atomo
    si stanno per prendere il petrolio libico che a noi faranno pagare sempre più caro.

  12. lele scrive:

    gigi
    tra profughi e migranti la differenza è notevole!
    Le guerre sono l’espressione peggiore della mente umana!e quella in libia,fatta a suon di bombe,somiglia a quella in iraq e afghanistan,dove i civili,comprese donne e bambini,ne subiscono le conseguenze!dei governanti e parlamentari c’è chi la guerra la vuole e chi no,ma quanti,di quelli che non la vogliono pensano ai civili che inevitabilmente ne fanno le spese?la lega e berlusconi?
    In quanto alle bandiere pacifiste,vallo a chiedere a loro!io di bandiere non ho!

  13. @Lele
    Profoghi o emigrati , poca è la diferenza , ambe due, abbandona la patria o paese.
    Il primo è costretto ad abbandonare il proprio paese in seguito a persecuzioni politiche o sciagure collettive.
    Mentre il secondo si allontana dalla sua patria, per ragioni politiche o per cercare un’occupazione.

    Nel caso della Libia ,Tunisia o altri paesi nordafricani ,sono scappati dalla loro patria, per ragioni politiche e anche per trovare un’occupazione.
    Sulla mia città esiste una struttura immensa, della croce rossa. Alla guerra dei balcani, sonno arrivati centinaia di stranieri ,accolti con rispetto e dignità.
    Alcuni son rimasti e hanno trovato lavoro, altri sono andati o sul suo paese o in altre nazioni europee .Mia città, l’amministrazione comunale “leghista”, ha già previsto, che che accoglierà anche questa volta, i profughi o immigrati su tale struttura, oggi vuota. Ma Lele ,come al solito non mi hai risposto , quello che avrei voluto, sapere..Ciao a presto..

  14. lele scrive:

    giulios
    berlusconi ha un solo interesse:annullare i processi a carico!,parla di comunisti,di toghe rosse,di persecuzione e di scomposizione della cellula effettuato da enrico fermi!non sa di che cosa sta parlando!Un elemento del genere deve la sua posizione,probabilmente imposta,a personaggi impresentabili e da esperti in comunicazione profumatamente pagati,da come facilmente si evince dai suoi discorsi pubblici!
    p.s.i nostri commenti si riferiscono all’articolo successivo!

  15. lele scrive:

    gigi
    ho detto “profughi”, non “migranti”!la differenza la dovresti conoscere,fa parte della storia delle tue parti!
    I “profughi”libici te li trovi in casa con o senza bombardamenti!in libia è in atto una guerra civile,lo sai vero?e dalla guerra la gente scappa!
    è tanto difficile da capire?per le “trote”legaiole sì!
    buona notte

  16. er mahico scrive:

    i destrosi sono campioni delle funzioni con variabile pi-greco/2 .

  17. giulios scrive:

    Lele,
    il punto è che nano , quando parla di comunisti non si riferisce a Vendola che non lo considera un pericolo ma si riferisce al PD, cioè a quelli che non sono affatto comunisti o almeno non lo sono più ma che possono costituire per lui l’unico pericolo se decidessero veramente di fare opposizione ( tutto il contrario di quello che afferma il nostro Ezio).

  18. Zerb scrive:

    Carissimo Porto,
    il nostro sultano ha ormai i giorni contati.
    Siamo ormai al canto del cigno, il punto di forza è la proprietà che ha di tutta la destra, che tiene saldamente per le palle.
    Solo per quello è dove si trova, per saper ricattare o comprare chiunque gli si metta di traverso.
    Ma se esiste qualche legge naturale che equilibri il dare e l’avere, ci aspetteranno giorni felici.
    E’ già bello il solo crederlo.

  19. Zerb scrive:

    Gigi,
    come ho già detto in tempi non sospetti:
    “Ci sono ottime persone che hanno sposato cattive ideologie, e buone ideologie con dentro cattive persone”.

    La lega è e si dimostra una pessima ideologia, che fa perno solo ed esclusivamente all’interesse effimero di pochi, senza vedere come gira il mondo attorno a lei.

    Vedi Gigi, il mondo non è Jesolo e nemmeno il Veneto.
    Non vi rendete conto che vi state seppellendo con le vostre mani, altro che -meno tasse- oppure -padroni a casa nostra-.

    Sarete anche la maggioranza nei vostri paesini di provincia o nella città capoluogo, ma la quantità non ha mai fatto la ragione.

    A quando il vostro risveglio?
    Sicuramente quando sarà troppo tardi, ma sempre in tempo a dar la colpa a pochi e magari assenti.

  20. @Lele:
    Ti rigrazio che mi hai voluto rispondere.Ma con tutto il tuo bel discorso ,cosa volevi farmi dire o farmi capire?
    La lega è sempre la stessa, o magari si è un po modificata: ma con tutto ciò non ha mai fatto casino contro alcun partito.e tantomeno maltrattato la gente.Certo si lamenta, per tutto sto flusso, di poveri emigrati, che viene, alla deriva,sulla terra promessa , atta a trovare un ben di Dio: che non’è.Disapprava, proprio con coloro: che non si lamenta, dei flussi immigratori: è che tutto v’à bene.Si lagna contro l’unione europea , che se ne sbatte le palle dell’imigrazione, sulle nostre rive : preferendo l’attacco con i missili. La lega ha anche detto di essere cauti nell’appogiare la guerra : e aveva ragione di esserlo : basta vedere i risultati per capire ,chi ne ha tratto il vantaggio.Ma la sinistra a quanto pare dice che la Lega “fa la spaccattura”, della maggioranza,e che il governo è in crisi .Anzichè pensare che con la guerra milioni di immigranti arriveranno a Lampedusa e in altre parti.La Lega ha solo avuto sdegno, più o meno quanto la Germania , Russia e Cina: ma alla fine, la Lega ,magari in malincuore : ha ccettato su l’accordo.Ora le nazioni dell’ONU , si chede, chi è al comando: dopo tre notti di guerra e bombardamenti, ma nessun stato per la guerra, non sà chi sarebbe il “comandate” e la guerra continua.
    ( Mio pensiero personale ). Mi lamento con disprezzo con i pacifisti “portatori di pace”. Che fin d’ora non hanno appeso, le loro bandiere sui davanzali dei balconi; come hanno fatto sulla guerra in Iraq. Su questo avrei piacere una tua risposta,Lele Tutto il resto del mio comm.non conta : conto su un tuo pensiero . Ti saluto e grazie ancora ,per avermi risposto.

  21. giulios scrive:

    Porto,
    forse c’è una differenza fondamentale tra il personaggio del “grande dittatore” impersonato dal genio di Chaplin, il barbiere ebreo scambiato per hitler, alla fine ( se non ricordo male) pronuncia un grande discorso pacifista e umanitario, questo invece, fino alla fine continua a prendersela con i comunisti,un nemico immaginario ma utile ai suoi fini. Silvio I non ha la grandezza malefica di hitler nè la grande umanità del barbiere ebreo, solo mediocrità.

  22. Porto scrive:

    Come Charlie Chaplin con un gigantesco mappamondo tra le mani, Silvio I e unico contempla un orribile 2010 esaltando gli splendori del pianeta “pacificato” grazie alle sue virtuali capacità taumaturgiche, e non vede le reali miserie politiche ed economiche nelle quali sta precipitando il Paese che governa. Il nostro imperatore celebra il rito del “Grande Dittatore” e la verbosità estenuante di Fidel Castro.Il mondo gli deve tutto: lui ha “imposto a Obama e Medvedev la sigla del Trattato Start” sulle armi nucleari, lui “ha fermato i carri armati russi a 20 chilometri da Tbilisi”, lui ha “suggerito a Gheddafi di dare una casa di proprietà di 25 metri quadrati a ogni libico”, lui si occupa “da trent’anni di Medioriente, per sanare la ferita aperta tra israeliani e palestinesi”. Italiani !!!!! che fierezza !!!

  23. Giancarlo Attena scrive:

    Il nano mummificato sta morendo dalla paura perchè, giustamente, il suo amichetto del cuore (e di affari), lo vuole fare fuori.
    :ilmale:

  24. ezio scrive:

    @@@
    aveva promesso, che gli avrebbe lasciato qui una dozzina di donzelle, ecco perche’ ora lo bombarda………….
    non capite un cazzo

  25. lele scrive:

    gigi
    i profughi sono persone fuggono dal loro paese e con la velocità con cui scappano ritornano quando la situazione si è normalizzata.
    L’italia conta,circa,15 milioni di famiglie e strutture varie per l’assistenza,in questo contesto non riusciamo ad accogliere,per un tempo imitato,un paio di decine di miliaia di profughi?E’ ridicolo ma questa è la posizione della lega!
    se il motivo è questo non mi meraviglio affatto,la lega arriva solo fino a lì!
    Volendo farli più intelligenti,di quanto sono in realtà,la motivazione potrebbe risiedere nella poca fiducia riposta nell’alleato di governo non ritenendolo,non solo, in grado di controllare la sitazione ma assolutamente insignificante sul piano internazionale!
    gigi,nulla di personale contro i leghisti!ognuno è libero di amare ministri,parlamentari,presidenti,sindaci,assessori,consi glieri e padroni,personalmente,di quei personaggi,non ne amo nessuno anche se espongono la bandiera e fanno festa all’unità dell’italia!
    buona notte!

  26. MAMMA MIA ZERB!!
    Non credevo mica, di essermi cacciato in tanta confusione ,con il mio comm.Pensa io che credevo che la Lega fosse la migliore!!! Sai perchè ? Per il mottivo che non ho mai visto nessun dei suoi politici, parlar male degli altri partiti.Sulla mia cittadina , dove rissiedono oltre 25.000 abitanti sono quasi tutti leghisti, sindaco e giusta compresi.Il giorno del 150° anniversario dell’unità d’Italia più di tremila, sono venuti alla cerimonia,con le bandiere tricolori e non con le verdi.Il sig. Sindaco Francesco Calzavara , leghista doc , ha fatto un bel discorso ,parlando del federalismo e sull’unità d’Italia. Oggi Napolitano, guarda caso ha fatto lo stsso discoso ,del sindaco di Jesolo, riguardo il federalismo( puoi leggerlo se vuoi). Leggendo quello che hai detto , penso che son proprio andato in pezzi con il cervello: “sai alla mia età”, bisogna sempre ascoltare i veri amici: non ti pare? ….Se è vero quello che mi dici,mi pento di essermi fatto infinocchiare ,dalla Lega.Ma non dal partito leghista, ma dallo stronzo del mio sindaco, e da dai discorsi di Napolitano anch’egli doc comunista . Ciao grande : lo sai che ci voleva proprio la tua romanzina..

  27. suslov scrive:

    Per capire la competenza della ghenga berlusca-bossi in tema di politica estera, basta dare un’occhiata ai titoli o del Giornale o di Libero.
    Stamattina Libero titolava Guerra da matti, forse riferita ai suoi mandanti
    (bastava vedere Sgarbi alle invasioni barbariche sulla 7 dalla Bignardi per capire che berlusca ai suoi sottopanza li manda sempre a fare i matti, così si sente in compagnia).
    Un pò di tempo fa sempre lo stesso giornale titolava in occasione della visita della presidente del Brasile Dilma Rousseff a Napolitano “Una terrorista al Quirinale”
    (forse c’era pure un’intimidazione preventiva per Napolitano, tipica dell’omiciattolo),
    testimonianza di una elevata sensibilità diplomatica e di una raffinatissima cultura politica.
    Obama in questi giorni nonostante l’incipiente attacco all’esaltato di Tripoli (pure lui in passato etichettato come Abbronzato dal mostriciattolo, che evidentemente i nemici se li sceglie grossi, come Mussolini) è andato in visita dalla terrorista e si è inchinato di fronte alla dirompente crescita economica del Brasile, restando a parlare di affari per tre giorni, testimonianza che spesso sono i governi di sinistra a far crescere le economie, e non quelli liberisti (quell’amico di evasori e riciclatori di Tremonti ne è l’esempio).
    Tra l’altro ricordo che quando fu eletto Lula la prima volta, D’Alema andò in Brasile per fare campagna per il candidato del Partito Socialdemocratico Serra, partito che in Brasile come in Portogallo rappresenta il centrodestra, dicendo che era il candidato vincente e migliore.
    Ci ha azzeccato in pieno come con Vendola, Sarcasmo da Rotterdam, come lo chiama Giuliano Ferrara.
    Insomma, berlusca all’estero conta come il due di bastoni quando regna a denari, e segue la politica estera del vecchio partito di Craxi, dove questo faceva intrallazzi per finanziare quella associazione a delinquere del suo partito, in Libia con l’ENI, fonte di tangenti per i craxiani, in Somalia con i rifiuti tossici, armi ecc.
    Siccome a Sarkozy gli ha dovuto dare il bidone sulle centrali nucleari a causa del disastro giapponese, per rifarsi delle tangenti versate il francese prima a spinto le società francesi a fare shopping aggressivo in Italia (quello si esempio di un efficente sistema paese basato sulla competenza e sulla coesione nazionale, e non sulle amicizie mafiose e sugli affari loschi) poi ha puntato a togliere all’Italia il mercato petrolifero libico.
    Mentre gli americani come al solito ci hanno trattato da colonia mettendo al loro servizio le nostre forze armate e le nostre basi.
    Tanto per capire chi comanda davvero in Italia.

Lascia un commento