eXTReMe Tracker

L’ultima porcheria governativa: la salva bancarottieri. Per capire (se ce ne fosse ancora bisogno) chi è davvero Silvio Berlusconi e che interessi difende

9 ottobre 2008 alle 09:56
calogero

Leggete questo articolo su Repubblica. E’ una cosa strettamente necessaria.
Io sono rimasto semplicemente allibito. Si perché, anche se da Berluconi mi aspetto ormai di tutto, comunque ogni volta rimango stupito dal nuovo passo verso la depenalizzazione di reati che invece meriterebbero 20 anni di galera. Perché questa gente ha fottuto i risparmi agli investitori gettandoli sul lastrico, perché ha messo in pericolo posti di lavoro, perché ha giocato con la vita e il destino delle persone.

In questa drammatica vicenda emergono poi due cose fondamentali per la vita democratica del Paese: primo l’importanza della libertà di stampa, perché è la signora Gabbanelli che si è accorta del misfatto con una sua inchiesta giornalistica. Secondo la necessità  di un’opposizione forte che eserciti un controllo serrato su questo disgraziato governo. Perché nessun parlamentare dell’opposizione si era accorto dell’inghippo. Quindi il signor Veltroni sarebbe il caso che iniziasse a battere qualche colpo e a fare il suo mestiere come si conviene. Altrimenti davvero qua non si sa come va a finire.

Pubblicato in Berluscones, Capitalismo all'italiana, Povera Italia da calogero | 67 Commenti »

tn  tags: , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

67 commenti a “L’ultima porcheria governativa: la salva bancarottieri. Per capire (se ce ne fosse ancora bisogno) chi è davvero Silvio Berlusconi e che interessi difende

  1. Silvio ha detto:

    Quello è un altro discorso ezio. Se uno viene dice “viva Mussolini” e poi se ne va, cos’altro posso dirgli se non “sei una merda peggio di Mussolini”? Nel tuo caso invece ti poni umilmente, con le tue convinzioni, ma pronto ad ascoltare le opinioni diverse, scusami se mi soffermo su di te, ma come vedi sei l’unico destrorso in questo blog più ragionevole. Il discorso è va bene parlare con tutti, ma riflettici un attimo. Se tu frequentassi un blog di destra e io andassi a scrivere in quel blog dicendo senza motivazioni Berlusconi fa schifo, sai come mi caccerebbero?? Certo, io sospetto che anche se dicessi Berlusconi è una merda per questo questo e quest’altro mi caccerebbero lo stesso, mentre qui non viene cacciato nessuno che non rompa i coglioni con la convinzione di un martello pneumatico e l’ignoranza di uno scarpone. Si può parlare di qualsiasi cosa ovunque a mio avviso, ma nessuno può togliermi la facoltà di criticare. E caro ezio, lasciamelo dire, ma chi ancora crede che Mussolini NON è stato un personaggio altamente negativo della storia d’Italia, non ha capito un cazzo, può anche essere un genio dell’astrofisica (e di solito chi adora Mussolini non lo è), ma non ha capito un cazzo.

  2. ezio ha detto:

    @maxi
    troppa verita’ in quello che dici. La firmo e la metto in bacheca.
    ciao

  3. ezio ha detto:

    @silvio
    se riguardi un po’ indietro nei comm. ti accorgerai, che non e’ tutto vero cio’ che dici. Oltre a me, si sono presentati altri personaggi di dx. Ebbene, sono stati subito attaccati. E’ questa, la sostanza del mio comm62. Ma non voglio far polemica spicciola.

  4. maxi ha detto:

    ezio è normale che ognuno creda che la sua idea sia la migliore, altrimenti la cambierebbe, no? ma io credo che noi TUTTI che siamo qui stiamo proprio a metterci in discussione, a confrontarci con chi non la pensa esattamente come noi per vedere se nelle idee dell’altro c’è qualcosa di buono. qui non ci sono imbecilli che fanno propaganda cieca.
    il problema non siamo noi. il problema è che la classe politica vuole metterci gli uni contro gli altri. hai notato? destra contro sinistra. nord contro sud. dipendenti contro autonomi. dipendenti privati contro dipendenti pubblici e così via. lo fanno perchè mentre noi siamo occupati da questi falsi problemi loro fanno il porco del comodo loro in santa pace.
    con tutto il rispetto per quei politici, se ce ne fossero, che ancora credono nel valore sociale del loro mandato.

  5. Silvio ha detto:

    Ezio, ma scusa noi non stiamo discutendo pacificamente? Non stiamo confrontando le nostre idee? Di sicuro non cambieremo l’Italia, dato che è possibile cambiarla solo con uno sforzo collettivo di massa, ma il confronto, se è posto in maniera educata anche se possiamo alzare i toni come capita spesso anche con te, non può fare male. Io insulto sudedoss e i tipi come lui, perchè fanno incazzare perchè non dimostrano nessun rispetto verso le mie idee, punto. Se fosse una persona migliore allora potrei parlare anche con lui, e nessuno può dire che non ci ho provato del resto, ma è chiuso mentalmente, il problema non è mio, ma suo, così come tanti altri. Con te un dialogo si può portare avanti e lo stiamo facendo in questo momento, io posso detestare le tue idee e criticarle, ma finchè tu avrai la possibilità di pensare lo stesso di me e delle mie idee allora tutto va bene.

  6. ezio ha detto:

    @silvio
    si, anche quest’altre cose che dici, sono verita’. Ma come pretendi di avvicinare a voi altre persone, altre idee, se invece di discuterne pacatamente, e nel caso, portare ad una ragionevolezza condivisa, offendete chi non la pensa o non l’ha pensata come voi. E’ un razzismo politico secondo me. Chi puo’ dire, di interpretare perfettamente, la voce dei cittadini? Vogliamo una buona volta confrontare le varie idee, e trovare una risultante, che vada bene per tutti? No, questo in italia, non succedera’ mai. Perche’ tutti pensano, che la propria idea sia la migliore. Presunzione? O forse ignoranza?(da entrambe le parti s’intende)

  7. Silvio ha detto:

    No no ti fai capire abbastanza bene e che la colpa non sia tutta di Berlusconi è ovvio, io non lo accuso di aver creato tutti i problemi d’Italia, ma “solo” di averne amplificati alcuni e creati di altri. Detto questo, se la classe politica è degenerata, esiste la magistratura che interviene e come hai ben visto in questi tempi Berlusconi ha fatto di tutto per ostacolarla, ostacolando in questo modo la stessa struttura della democrazia. Purtroppo però non si tratta di mandarlo via a calci, si tratta di cercare di ristabilire quanto è stato distrutto, da Berlusconi, da Cuffaro e da chi altri (anche a tanta gente di sinistra, come giustamente sottolinei tu, io cito i più famosi a mio avviso).
    Purtroppo però se noi italiani non fossimo così sonnolenti nelle nostre prese di coscienza (e anche di coraggio) Berlusconi e la corruzione politica dilagante generale italiana forse non avrebbero avuto luogo. E se la politica continua ad essere così malata, per metà è colpa del politico corrotto, per l’altra metà è colpa nostra, che abbiamo permesso tranquillamente l’ascesa politica di individui simili (senza chiaramente dimenticare le persone oneste che si trovano in parlamento e che si vedono additati come capri espiatori semplicemente per la loro opera di denuncia, guai se non ci fossero). Per contrastare sta de-evoluzione o involuzione, dobbiamo informarci a dovere, dobbiamo parlare fra noi, dobbiamo condividere le nostre idee, discutere, ognuno deve usare ogni propria forza per continuare a pensare col proprio cervello e parlarne e denunciare quanto più possibile e in ogni modo possibile, anche il più silenzioso possibile. Io credo che queste cose si debbano fare, che sia un dovere di ogni cittadino semplicemente perchè ci riteniamo un popolo civile e un popolo civile e democratico partecipa attivamente alla propria vita politica e non.
    Cioè, in realtà se fossimo in un vero paese civile non avremmo nulla da fare perchè la politica è una scienza, sono gli uomini che la interpretano a modo proprio, e la politica ha tutti i requisiti per mantenere viva la cultura di un paese, di pari passo con l’economia e quant’altro. Qui il problema sono le persone singole, non gli schieramenti politici, che al momento grazie ai rappresentanti sono un polpettone informe in cui ci si confonde alquanto. E qui dovrebbe tornare ad intervenire la magistratura. Che è sempre più bloccata, per svariati motivi, fra cui Berlusconi. Di conseguenza la democrazia è minata alla base. Siamo nella merda, ma dovremmo tentare di rialzarci, non nuotarci felici nella merda o ancora peggio andare ancora più a fondo (come fa qualcuno di mia e vostra conoscenza per esempio……..)
    La mia speranza ultima resta sempre un anarchico o un gruppo di anarchici che risolvano il tutto con qualche pistolettata (ma vai a mettere d’accordo un gruppo di anarchici…)
    PS “Quando mai s’e’ visto o sentito, anziani che parlano da politicanti, come in questi ultimi 20anni. E di questo non do la colpa a berlusconi, perche’ il fenomeno e’ iniziato molto prima.” giusto, vedi Andreotti, che il giorno in cui se ne andrà dal parlamento sarà lo stesso giorno che se ne andrà dalla faccia della terra….

Lascia un commento