eXTReMe Tracker


Warning: mysql_query(): No such file or directory in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 55

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/mauro67/blog.terrorpilot.com/wp-content/plugins/top10.php on line 57

L’ultimo libro di Melissa P.

26 maggio 2005 alle 22:46
polygen

Carmelo e’ arrivato a casa mia perche’ lui mi da’ lezioni private.
Ho osservato Carmelo. Mi immagino arrapata, e frigida. Mi accorgo che Carmelo e’ particolarmente nichilista, me ne accorgo da molte cose: la sua lingua, ma soprattutto il suo dito medio.
Carmelo, con la barba, mi sfiora il Mistero: “Come sei stronza!” Mi sussurra: il suo piede mi penetra le mie cosce.

All’improvviso sento 4 piedi strisciarsi contro il mio seno e mi rendo conto che anche Pierhelder si e’ unito a me e a Carmelo. “Accidenti, come sei topa!” Mi urlano. Carmelo mi sfiora, con la sua carrucola, il mio seno: “Li mortacci, se sei mai inutile!” Mormora: il dito anulare mi lecca il sesso.
Bavosa, ho contemplato Carmelo. Mi immagino spogliata, e maiala. Vedo che Carmelo ha qualcosa di mordace: tenendo in mano la testa mi sussurra cose come “Puzzolente, porca, topa!”.
All’improvviso sento 4 mani strisciarsi contro il Mistero e comprendo che anche Bartolomeo si e’ unito a noi. “Sticazzi, che belle tette. Posso assaggiare?” Mi dicono. Grugniti, e urli.
Sono le 9 di mattina.

Giancarmelo e’ arrivato a casa mia perche’ lui e’ il mio dentista.
Giancarmelo, con il dito anulare, mi tasta il sesso: “Che belle tette. Posso mordere?” Mormora, e io sono sporca, nuda, bendata, e inutile: il piede mi saggia il sesso.
Mordace, ho osservato Giancarmelo. Mi vedo sporca, sudata, bendata, bendata, e fredda. Poi sento 7 piedi toccare il sesso e capisco che anche Carmelo si e’ unito a noi. “Che belle tette. Posso assaggiare?” Mi urlano. Giancarmelo mi guarda in modo mordace, tenendo in mano la lingua mi sussurra cose come “Zoccola, gnocca, vacca, maiala, gnocca!”.
Giancarmelo ha qualcosa di spaventato: mi sta guardando il Mistero con occhio arrapato da piu’ di due ore.
Ho osservato Giancarmelo. Mi guardo: sono spogliata, e gnocca. Improvvisamente sento 3 piedi accarezzare il Segreto e comprendo che Giancarmelo si e’ unito a me e a Giancarmelo. “Wow, sei proprio troia!” Mi dicono. “Lecca pure, ma con giustezza” Ho detto io.
Giancarmelo mi tasta, con la sua lingua, le mie cosce: “Sei proprio calda!” Mi dice: il suo naso mi lecca la mia intimita’.

Ieri sono andata a casa di Piercarmelo: lui e’ il nostro psichiatra.
Poi sento 2 mani accarezzare la mia intimita’ e mi rendo conto che anche Ernesto si e’ unito a noi. “Anvedi, che bel culo. Posso penetrare?” Mi sussurrano. Ho immaginato Piercarmelo. Mi penso spogliata, sudata, e porca. Piercarmelo mi guarda in modo spaventato: me ne accorgo da molte cose: la sigaretta, ma soprattutto il suo dito medio.
Piercarmelo, con la sua carrucola, mi tasta il mio culo: “Che belle tette. Posso leccare?” Mi sussurra, e io sono spogliata, e calda: il dito mignolo mi penetra il Segreto.
Lamenti, lacrime silenziose, e gemiti.
Sono le 2 di mattina.

Ho guardato Pierbortolo. Mi immagino nuda, e stronza. Poi sento 2 orecchie saggiare il Segreto e mi accorgo che Carmine si e’ unito a noi. “Sembri troia!” Mi sospirano. “Prendi pure, ma con giudizio” Ho detto io.
Noto che Pierbortolo ha qualcosa di curioso, mi sta guardando il mio culo con occhio curioso da piu’ di un’ora.
Pierbortolo, con la testa, mi sfiora le mie cosce: “Li mortacci, che belle tette. Posso penetrare?” Mi dice, e io sono nuda, arrapata, e porca: il suo piede mi penetra la mia intimita’.
Lacrime, e grugniti.
Sono le 7 di mattina.

La notte scorsa mi sono trovata con Bortolomeo in una stanza perche’ lui mi da’ lezioni private.
Bavosa, ho immaginato Bortolomeo. Mi penso bendata, sdraiata, e vacca. Mi accorgo che Bortolomeo ha qualcosa di arrapato, posso notarlo da molte cose: il dito indice, il naso, la barba, la sua carrucola, ma soprattutto il dito anulare.
Bortolomeo mi tocca, con la sua barba, il Segreto: “Li mortacci, se sei mai stronza!” Mormora, e io sono sporca, sporca, e mignotta: la lingua mi saggia la mia intimita’.
Improvvisamente sento 8 nasi saggiare le mie cosce e mi rendo conto che anche Gianbartolomeo si e’ unito a me e a Bortolomeo. “Che bel culo. Posso toccare?” Mi urlano. “Usa pure, ma con giudizio” Ho detto io.

Credits to CUG.

Pubblicato in A caso da polygen | 17 Commenti »(Letto 7991 volte)

tn  tags: ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

17 commenti a “L’ultimo libro di Melissa P.

  1. sefirot2 scrive:

    Una porcata del genere la chiamano libro?
    Volevo dirvi che certi particolari potevate risparmiarceli ma,penso,che il cosidetto “libro” sia tuttto sullo stesso tono.
    Complimenti a tutti i fans di melissa, hanno quello che si meritano : cazzate !

  2. FrankL-ar scrive:

    Stupendo l’Enrico Ghezzi simulator :yeah:

    Ecco a voi “Un homme tarabiscoté”, di Eintein, un vecchio film paraguaiano del 1985.
    Si propone come un tagliente panorama della societa’ di una malriuscita logica ermeneutica. “Un homme tarabiscoté” e’ un pot-pourri catartico di sequenze di immagini, una raccolta pleonastica di tematiche trasformate in precessioni causa-effetto.
    In effetti ci si potrebbe trovare d’accordo con Delaltard quando insinua che il capolavoro di Eintein sia solo un calderone di sequenze di immagini, e basta.
    Possiamo notare che in un ambiente di Bildungsroman causato da casualita’ dreyeriane, e retro’, il protagonista si potrebbe vedere certamente kafkianamente orwelliano, narrando del concetto del progresso paragonato alle sonorita’ mute di Godard.
    In un contesto di smarrimento improntato a disposizioni luminose indubbiamente oniriche, l’interprete potrebbe considerarsi forse metrodifferentemente utopico, parlando del concetto dell’inutilita’ e dei pericoli della politica rispetto alle casualsequenze di immagini di Restard.
    Devo dire che ci si potrebbe trovare d’accordo con Redsard quando afferma che “Un homme tarabiscoté” sia soltanto un esercizio di stile registico per mezzo di un utilizzo di introspezioni epanalettiche, e basta.
    Senza dubbio, confrontando “Un homme tarabiscoté” con “Der UberWasche der Doktor Bodensher”, di Schumann, ci si accorge che e’ quasi palpabile un fil-rouge di ascensione che difficilmente abbiamo trovato in lungometraggi come “Un barbezieux dequeulasse est mort”.

  3. red float scrive:

    Cazzuta la ragazza…..(non è un doppio senso:mrgreen: )

  4. swampthing scrive:

    con polygen…
    questo testo è generato in maniera automatica…
    :mrgreen:

  5. red float scrive:

    Cacchio!!Scriviamo tutti un libro!
    :banana:

  6. Serena scrive:

    Vai,Melissa,continua sempre cosi…Mi piace molto il tuo modo di scrivere…Ho letto tutti i tuoi libri e ho visto il tuo film!!!!!!!!Ciao a tutti,smack:mrgreen:

  7. Kahless scrive:

    a proposito pare che melissa p ora sia una militante di rifondazione :cccp: :mrgreen:

  8. bimba scrive:

    ma cm si kiama sto libro ???????????????????????????????????????”cmq brava melissa continua cosi a me piaci moltissimo:clap:

  9. Antiradicalista scrive:

    Polygen sembra il vero cognome segreto di Melissa :)

  10. swampthing scrive:

    questo brano è stato generato automaticamente da Polygen.

  11. Antiradicalista scrive:

    Me sa che è erotico che volgare, anke questo libro piace alle ragazze minorenni 8)

  12. FrankL-ar scrive:

    Scusate, avrò dei problemi io…

    ma questo brano mi risulta erotico quanto le previsioni del traffico alla mattina in diretta dal raccordo anulare… :|:|

  13. lollixo scrive:

    ke kazzata è proprio na merda mia nonna ha fatto di mejo

  14. lauri84 scrive:

    :vomit2:

  15. marc scrive:

    una cazzata formidabile.Ho letto scrittori di gran lunga migliori chehanon esplorato il sesso con piu maestria(ex Henry miller)

  16. swampthing scrive:

    e perchè? si possono generare a centinaia, sempre diversi. grazie Polygen!

  17. calogero scrive:

    corro a comprarlo!! ti prendo una copia?? 😎

Lascia un commento