eXTReMe Tracker

Raid fascista contro romeni. Quattro feriti. Se la destra irresponsabile soffia sull’odio contro gli stranieri

3 novembre 2007 alle 11:09
calogero

Nel giorno della pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale, del decreto legge sulle espulsioni, e all’indomani della morte di Giovanna Reggiani, aggredita barbaramente quarantotto ore prima (il gip ha convalidato il fermo dell’aggressore, Nicolae Romolus Mailat), a Roma si registra un grave episodio di xenofobia ai danni di un gruppo di romeni nella zona di Tor Bella Monaca: una vera e propria “spedizione punitiva“, compiuta in serata da circa dieci persone che, con il volto coperto da caschi o passamontagna, hanno aggredito a bastonate quattro romeni nel parcheggio del centro commerciale Lidl di via Casilina. Quattro degli stranieri sono rimasti feriti, e sono stati condotti negli ospedali di Tor Vergata e Frascati, una cittadina dei Castelli Romani, a pochi chilometri dalla capitale. Uno di essi, ferito in modo più grave, è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Due sono stati dimessi qualche ora dopo.
[repubblica.it]

Puntuale come un treno del ventennio, ecco il raid fascista contro quattro romeni scelti a caso nel mucchio, come criminale reazione all’omicidio di due gironi fa in cui ha perso la vita una donna. Un uomo ha ucciso una donna. Per altri un romeno ha ucciso un’italiana. A questo punto se fossi il primo ministro della Romania, convocherei l’ambasciatore italiano a Bucarest, per sapere se nel paese fondatore della comunità europea, i cittadini del suo paese possono sentirsi sicuri. Perché la sicurezza e la legge valgono per tutti e uno dei capisaldi dello stato di diritto è che la responsabilità penale è personale (articolo 27 della Costituzione della repubblica italiana), non nazionale.
Essenzialmente i politici italiani, specialmente a destra, dovrebbero ricordarsi di questo piccolo insignificante particolare, prima di dare inizio alle raccapriccianti speculazioni che hanno fatto sulla pelle della signora Reggiani.
Un indegno scaricabarile, la ricerca del colpevole istituzionale unico responsabile, come se ai tempi della CDL al governo i confini fossero stati impermeabili, i flussi di immigrazione regolarizzati e i clandestini azzerati. Macché, la situazione era incontrollata allora come oggi. E allora chi si deve vergognare? Chi ha governato 5 anni con una maggioranza mai vista nella storia della repubblica, o chi ha ereditato una situazione pesante ed intricata? e parlando di romeni, forse che qualcuno a destra sollevò dubbi sull’entrata della Romania nell’Unione? Sinceramente non mi pare.
Quello che mi pare certo è che di fronte a certi eventi luttuosi sarebbe opportuno che i leader politici destri per primi si muovessero e parlassero con senso di responsabilità evitando di esasperare gli animi e senza alimentare i soliti luoghi comuni sull’immigrato violento (ieri erano gli albanesi oggi i romeni). La sensazione che danno invece più ci si sposta a destra è un’altra: omicidi e violenze con protagonisti gli immigrati? ce ne fossero!!

Pubblicato in Fascismo arretrato, Orrore, Povera Italia da calogero | 118 Commenti »

tn  tags: , , , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

118 commenti a “Raid fascista contro romeni. Quattro feriti. Se la destra irresponsabile soffia sull’odio contro gli stranieri

  1. a ha detto:

    sono un italiano e mi piace il katzooo

  2. ezio ha detto:

    @er mahico
    ho accordato al tuo post 108
    @qirex
    quello che lavorerebbero, non serve alla comunita’. Almenoche’ non li mandino i siberia a piantare pomodori per poi usarli a dare sberle, sempre ai pomodori, affinche’ diventino rossi.

  3. er mahico ha detto:

    @ezio
    per i reati comuni ma odiosi non serve la pena di morte, in ambito di difesa della costituzione e militare invece sì.

  4. qirex ha detto:

    ezio, è qui che ti sbagli. se li fai lavorare, produrre qualcosa, vedi che i costi per la società potrebbero diventare benefici.

  5. ezio ha detto:

    @
    in vita, avrebbero un costo per la societa’. Niet

  6. lele ha detto:

    maxi,qirex
    concordo!
    la pena di morte è un omicidio volontario con l’aggravante di essere legalizzato!

  7. maxi ha detto:

    pena di morte no.
    mai.

    la vedo come qirex.

  8. ezio ha detto:

    @er mahico
    accordo pienamente

  9. qirex ha detto:

    no. la pena di morte no. in nessun caso. è troppo facile far si che i criminali non paghino per quello che hanno fatto. solitamente chi uccide senza motivo, chi stupra, i pedofili hanno sprezzo della propria vita (come di quella altrui). quindi condannandoli a morte, non li si punisce, anzi li si premia. la VERA punizione per gentaglia del genere sono i lavori forzati. altro che…
    dopo dodici ore di lavoro al giorno in miniera o in fonderia, allora si che avranno modo di espiare le loro colpe.

  10. flor ha detto:

    La pena di morte è un abominio. Ci riporta indietro nel tempo e ci fa assomigliare al Ku Klux Klan. La morte che invece viene propinata durante le insurrezioni, di tanti uomini messi insieme o di uno solo non ha importanza, è giustificata, perchè vale come legittima difesa.

  11. er mahico ha detto:

    @ezio
    favorevole, ma solo in casi di reato contro la costituzione italiana e in ambito militare.

  12. lele ha detto:

    più che “anarco femminista….”mi sembri “legaiolnazista”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. ezio ha detto:

    @ANMARCO FEMMINISTA…………..
    Appoggio, si alla pena di morte

  14. er mahico ha detto:

    ultimamente gli italiani mi fanno vomitare.

  15. ANARCO FEMMINISTA LOOOL ha detto:

    Il Comunismo ha portato solo morte come la destra, non è ora di darci un Tajo?
    Se volete un partito che faccia stare tutti bene beh non lo troverete mai, si sara sempre in disaccordo gli uni con gli altri, e nn si potra mai fare niente…
    Si dovrebbero creare in Italia “REGIONI AUTONOME” le qualli si gestiscano l’economia e la politica, ma rispettando la COSTITUZIONE!!!
    Cosi ognuno nella sua Valle d’Aosta o nella su Friuli avrebbe il propio partito Comunista o di Destra e sarebbe contento, chi non lo è si trasferisce e tanti saluti. L’Economia allora si spaccherebbe in due, avremmo due Italie, una forse di Destra e l’altra di Sinistra, uno potrebe allora dire MA CHE CASINOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!! Pero gli affari con i paesi esteri andrebbero comunque bene, si comprerebbero le stesse merci con i vari prezzi offerti dai paesi venditori. Per evitare che una porzione d’Italia cerchi di sopraffarre l’altra per mezzo di PUSCHT, instaurerei forze militari che difendano il cittadino, comunista o di destra, e che chi non rispettasse la Costituzione e i suoi articoli verrebbe considerato come traditore e verrebbe messo all’Ergastolo. ( NO ALLA PENA DI MORTE )!! Poi ognuno si governa come vuole 🙂 :winner: :winner: :winner: :winner: :winner: :winner:   :winner: :winner: :winner: :winner: :winner: :winner:  :winner: :winner: :winner: :winner: :winner: :winner: :winner:   :winner: :winner: :winner: :winner:

  16. salvatore ha detto:

    ditemi chi sono quelli che hanno fatto i raid contro gli extra che gli vado a dare 1 mano.nn possiamo andare avanti cosi con i marocchini sotto casa che spacciano e tutti nn fanno 1 cavolo almeno quei signori hanno dato il loro contributo agli onesti cittadini ……italiani

  17. ezio ha detto:

    @italiano
    ciao, ho letto il tuo, e una cosa solo mi trova in disaccordo. Il comunismo. Se parli di quel comunismo con a capo i vari dittatori che si sono susseguiti nel tempo, ok. Ma se parli del comunismo vero e serio, dove il singolo cittadino fa da padrone, ebbene non sono daccordo con te. Il comunismo che intendo, e’ quello senza stato, e’ quello mosso dalle persone che lavorano e che si fanno loro stesse” STATO”. E’ quello, che in qualche modo viene promosso anche da una forza politica di cui non faccio nome per non destare malumori. Lascio anonima la cosa. Oltre certamente ad una fascia di persone, che ho imparato a conoscere. Per il resto, mi trovi in sintonia.

  18. ezio ha detto:

    @anonimo
    ciao anonimo, io non voglio sviolinare , perche’ sarei falso con me stesso. Ho letto il tuo comm. e in verita’ non c’e’ molto da dire piu’ di quello che e’ gia’ stato detto in questo blog, riguardo ai “rumeni”. Nessuno si sogna nominare “rumeni” con disprezzo a priori. Ma certamente, come testimoni tu stesso, c’e’ una larga parte dei tuoi “paesani”che non si comporta bene e voi ne dovete subire le conseguenze. E’ certamente ingiusto come ingiusto e’ subire continui rifiuti di lavoro, per il semplice motivo d’essere rumeno. Ma se da una parte sta il problema tuo, dall’altra sorge per molti quello dell’eta’, della presenza fisica, per l’appartenenza politica, PER L’ASSENZA DI RACCOMANDAZIONE, e cosi’ via. In italia sono molti, i motivi per cui non trovi il lavoro. E dulcis in fundo, abbiamo anche chi si puo “permettere” di rifiutare un lavoro. Quello che pero’ fa un po’” rabbia”, e’ che a te danno solidarieta’ assoluta, dimenticandosi “loro” di quelli che hanno perso il lavoro a 50 anni e non ne trovano altri, e ti assicuro che sono in molti i disperati, con famiglia e un SACCO di problemi. Il vero guaio, caro anonimo, non sei tu, non sono quelli come te che hanno voglia di lavorare e hanno rispetto dell’ALTRO. Sono quelli della “mischia” come li chiami tu, che distruggono anche te. E’ chiaro che non giustifico la cosa, ma e’ sicuramante una verita’. Esserti solidale non serve, a te serve un lavoro, io purtroppo non sono un’imprenditore e non te lo posso offrire. Continua a bussare e vedrai che una porta prima o poi si aprira’, cazzo.
    ciao

  19. er mahico ha detto:

    mi sembra un pò troppo melodrammatica la lettera di Anonimo.
    in che città vivi?

  20. Silvio ha detto:

    a anonimo 98
    sai benissimo che hai la piena solidarietà e comprensione da parte di molti di quelli che scrivono qui. Non c’è nulla che tu debba fare, il problema non sei tu e tutti gli altri immigrati onesti, il problema sono gli italiani ignoranti e disonesti (e gli immigrati disonesti). Le cose qui devono cambiare a livello culturale, se fosse per me e molti altri tu potresti benissimo essere un imprenditore di un’azienda e io l’ultimo dei tuoi dipendenti. Speriamo e combattiamo affinché le cose cambino il prima possibile, nel frattempo se mi incontri per strada stai tranquillo che da me non riceverai nessuna offesa fisica o verbale o morale, ma potrai parlare e sfogarti quanto ti pare, non vivo la tua situazione e il tuo dolore, ma posso comprenderlo.

  21. Anonimo ha detto:

    Ciao a tutti…scusami per non aver più scritto sul mio blog e vi ho lasciato per lo meno quasi a tutti fuori dalla mia vita…per ciò vi chiedo scusa..che vi posso dire..come molti di voi sanno non sono uno da tante parole, magari lo fossi, almeno cosi riuscirei a sfogarmi per lo meno con parole..odio la mia vita..non è per niente facile essere rumeno in Italia, essere considerato parte della mischia pur non essendolo, essere rispettati al primo incontro per poi diventare estraneo solo allo spetto della parola “rumeno”..è difficile..vi giuro a volte ho tanta voglia di tornare a casa mia, almeno lì non avevo problemi di RAZZA…lì non erà facile ma almeno potevo avere una relazione senza speranza..perché io amo,rispetto e voglio far contenta la mia LEI ma quando le vedo la tristezza nei occhi mi viene da piangere, il mio cuore ed orgoglio assieme chiedono pietà..chiedono pietà delle ingiustizie della falsa integrazione..Integrazione..che parola strana..ve lo dico sinceramente..lo riconosco,molti rumeni sono dei idioti e sinceramente ho sempre evitato anche il minimo contatto con loro, ma ci sono molti altri, quelli come me, che si vogliono fare una vita qui ma l’Italia non ci dà la minima possibilità..molti ci guardano con dispetto e non ci danno la minima speranza di farci valere, di far vedere come siamo perché non siamo tutti malvagi,ladri,stupratori,gestori di puttane (scusate ma altra parola non mi viene)….ma molti di noi rispettano il nome che ci ritroviamo, si il nome, perché automaticamente il nostro nome diventa RUMENO..purtroppo è cosi..questa è diventata una guerra personale contro i rumeni che mettono nella merda noi altri…e come ho dimostrato a molti di voi io sono diverso da ciò si pensa generalmente..si PERCHE’ IO SONO RUMENO..ringrazio tutti voi che mi state vicino e assieme a me gridate contro le ingiustizie..perché questa mi sembra che lo sia..

  22. ITALIANO ha detto:

    China… china… non puoi negare il fatto che anche tu giochi col tuo nick (al di là delle sue illustri origini!!!) e ti farà sicuramente piacere che rievochi un Paese dove il comunismo è l’ideologia/forma di governo/regime (scegli tu) corrente. Personalmente non me ne frega niente se il motorino me lo rubi tu o un rom: nello stato che auspico io (e che verrà) verreste sbattuti entrambi in galera in maniera ‘comunisticamente’ egualitaria… Sai cosa mi frega invece? Che in Italia la piaga dell’ultimo comunismo (quello più idiota della storia del mondo) scompaia una volta per tutte. Nel resto del mondo ormai anche Castro non ci crede più… (chiedete un pò a Putin poi…). Il comunismo è dittatura, è regime. Non può essere altro che questo! E’ contro la natura stessa dell’uomo: è aberrante! E’ normale essere ‘comunisti’ a 16 anni, così come da bambini si crede a Babbo Natale: poi si dovrebbe crescere e diventare adulti (non a tutti riesce). La riprova consiste nel fatto che chi non la pensa come voi su principi elementari di sopravvivenza (come difendersi da chi aggredisce ‘senza se e senza ma’) è subito tacciato di ‘fascismo’, un termine il cui significato vi è stato tramandato ma che fareste meglio a realizzare come anch’esso appartenga al passato (sepolto). Voi ragionate per regimi: non vi sfiora assolutamente l’idea che questo sia il modo di ragionare di una persona normale, ‘comune’. Voi non vivete in un mondo reale in cui la gente ruba, ammazza, delinque in ogni forma: per voi l’unico vero delinquente è Berlusconi. Non riuscite proprio a capirlo per evidenti limiti (non culturali ma direi socio-intellettuali) che alla gente se Berlusconi (è 1 metafora!!!) ruba un miliardo in più o meno frega 1 milione di volte di meno che essere accoltellati sotto casa… L’unica nostra fortuna è che agli occhi di che delinque voi apparite come gli altri e quindi siete a rischio esattamente come coloro i quali non la pensano come voi. E quando vi capita qualcosa di spiacevole la vostra ‘bontà d’animo’ si eclissa… (il signor Sposini, ma non è l’unico, ne sa qualcosa…)

  23. DECIMA MAS ha detto:

    @ er mahico io non riderei tanto nell’esaltare il comunismo, quando sai benissimo anche tu che la falce e il martello ha decine di milioni di vittime sulla coscienza. Se questo mahico è morto mentre sparava a due poliziotti, non penso abbia fatto molto per la giustizia sociale e internazionale, mi sembra + un criminale qualsiasi,da come lo presenti tu. @ qirexti consiglio di fare il cabaret perché nei commenti che lasci c’è sempre una vena umoristica di alto livello

  24. qirex ha detto:

    ma chi, berlusconi?

  25. er mahico ha detto:

    è un piscio (nel senso che fa ridere assai) questo XMAS spero di rileggerlo ancora mi fa morire dalle risate.

    il mio nick deriva dall’unico grande mahico della storia dell’umanità.
    irripetibile, ineguagliabile, costruitosi da solo carriera, fama e fortuna, dando alla “giustizia sociale internazionale” un minimo senso logico.
    morto in pantofole e accapatoio nel tetto di casa sua mentre sparava a due mani contro gli sbirri.
    epico.

    A voi mezze tacche col bomber non vi sta simpatico almeno un pò? No? ma allora siete proprio antipatici…..

  26. qirex ha detto:

    decima, scusa ti ho frainteso… da te avevo capito che il comunismo ha portato male e distruzione. invece, per fortuna tu non lo bolli come il male assoluto… allora ne possiamo parlare…

  27. DECIMA MAS ha detto:

    L’ideologia comunista,come dice Marx , si proprone di instaurare la dittatura del proletariato,ciò,secondo;Marx,può avvenire solo in seguito ad una guerra civile,e ad una rivoluzione.Il comunismo in Russia,a parte il pirmo governo di Lenin in cui l’economia girava, però quello di Lenin non era un vero e proprio comunismo,ma + una forma di capitalismo, sotto la dittatura di Stalin il popolo russa ha subito una delle pagine + tristi della sua storia, le vittime del regime sono + di venti milioni,dopo la caduta del muro di Berlino, gli stati occidentali hanno potuto effettivamente vedere in che stati si travava il paese russo, una condizione di miseria inimmaginabile. In Cina abbiamo visto +o- le stesse cose,forse anche esasperate un pò di +,a Cuba il regime di Castro non è tanto più lieve di quello di Mao,e c sono continui episodi di gente che tenta la fuga dall’isola. Infine recentemente in Birmania abbiamo visto un altro regime comunista, che ha portato alla strage dei monaci. questa come analisi oggettiva va meglio?

  28. maxi ha detto:

    il comunismo ha portato solo distruzione e morte????

    questa sarebbe una “analisi oggettiva”???????

    ci hai dato una lezione di cosa è il comunismo??????

    @qirex: erano marziani. hai presente “fascisti su marte”?

Lascia un commento