eXTReMe Tracker

Una breve considerazione sull’elezione di Obama

22 gennaio 2009 alle 03:44
Nemesis

Ci ho messo un pò per capirlo.
E non tanto per me, ma tanto più per gli americani il sospiro di sollievo è stato generato dal sentire che con l’elezione di Obama finiva un periodo difficile e buio iniziato con l’11 settembre.

La guerra è finita, questo è quello che nessun giornale ha potuto intitolare. Anche perchè quello che sta mostrando – che sia propaganda o meno, e lui sa usare i media e i new media come NESSUN ALTRO MAI – Obama in questi giorni è qualcosa di più di un alternanza politica velleitaria, dove cambiano i suonatori ma il minuetto resta lo stesso.
Mr. Barack è salito al potere dicendo cose mind-boggling, sconvolgenti, impensabili fino al suo arrivo. Chiusura di GUANTANAMO? Apertura ai paesi musulmani? Controlli severi sulle banche? ridimensionamento drastico delle lobbies?
Fino a due giorni fa il solo PENSIERO di queste iniziative, che un presidente americano potesse dire queste iniziative, sarebbe sembrato un tentativo molto molto ingenuo e buonista di fan-fiction del nostro pianeta, al massimo confinato nei pensieri più utopici di qualche loony leftist.
“E ora arriva il buono e ci salva”
“bon dai, qualcosa di più credibile…”.

Invece arriva il primo presidente NERO degli stati uniti (no, non so se mi spiego) e dice delle cose che apparentemente sono DOGMI, ma sono provvedimenti . Un pò come se in Italia salisse al potere qualcuno e dicesse: “ok, facciamo SUBITO la legge sul conflitto di interesse, sulla impossibilità di candidarsi se pregiudicati, e sull’assegnazione degli appalti nel sud”. Si, fantascienza, diranno i nostri piccoli lettori, visto che il pur (buon, dite quello che vi pare) governo Prodi non ha avuto le palle di fare.

E arriva “l’abbronzato” (grazie silvio, sei un image maker incredibile per il nostro paese. Hitler in confronto era il visagista delle dive) e dice l’impensabile.

La sensazione diffusa è questa, appunto: non esistono dogmi, la storia siamo noi, per fare una citazione cara, ognuno è faber suae quisque fortunae.
No, dico, se vi pare poca cosa.

Pubblicato in America da Nemesis | 21 Commenti »

tn  tags:

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

21 commenti a “Una breve considerazione sull’elezione di Obama

  1. flor ha detto:

    @ Zerb
    Ma quale dislessia? E’un grido di battaglia, rivolto alle tue compagne delle superiori, che sottintendeva “Proletarie di tutto il mondo, U T E R A T E V I”. Un inno all’amore libero e all’uso dell’organo maggiormente impegnato, secondo una vocazione tutta emiliana e anche marxiana, da condividere pienamente…ma senza le corna!

  2. flor ha detto:

    Meno male che almeno ideologicamente il comunismo è puro. Ma come si fa a dirlo? Probabilmente perchè si confrontano le idee del comunismo con quelle del capitalismo. Per arrivare ad ammettere che se il comunismo è puro, il capitalismo è impuro, almeno ideologicamente: non si può dire che una cosa è pura se implicitamente non la si confronta con una cosa impura.
    E questo è un punto a favore del comunismo. Non l’avrei sperato.
    O volete dire che l’idea non ha valore, è una sega mentale, una cosa che appartiene ai fessi e che sta lì tanto nessuno se la incula? Forse questa è la spiegazione. Se così fosse, non abbiamo speranza. Perchè sono le idee che muovono il mondo. Se oggi siamo ciò che siamo e siamo sicuramente meglio di ciò che eravamo, è grazie all’idea. Che forse non è da tutti, ma siamo fortunati:perchè ancora c’è gente che fa funzionare il cervello. :star:

  3. ZERB ha detto:

    Zerb a Soccorso rosso ……….
    stiamo camminando sul ghiaccio sottile…occhio !!!!!!!!!!!!!!!!
    Il comunismo, in Emilia ( che è stato il socialismo più deciso e meno intransigente con i latifondisti degli annp 20 ) è sempre stato un’àncora di salvezza anzichè uno strumento di oppressione e questo la dice lunga sui nostri agrari difesi dalla borghesia e dal clero-
    Credo che analizzare le differenze tra fascismo e comunismo sia piuttosto ardua in un post.

  4. red float ha detto:

    oops scusate la ripetizione :mrgreen:

  5. red float ha detto:

    Sinora il comunismo è stato applicato in modo totalitarista e dittatoriale,quindi ogni esempio sul vissuto storico non puo’ che essere negativo.
    La sua purezza è soltanto ideologica. :star:

  6. red float ha detto:

    Sinora il comunismo è stato applicato in modo totalitarista e dittatoriale,quindi ogni esempio sul vissuto storico non puo’ che essere negativo.
    La sua purezza sinora è soltanto ideologica.

  7. ZERB ha detto:

    @ Er Mahico
    Vediamola dal lato di un americano e non dal nostro, dove la differenza tra le due dottrine è recepita in maniera diversa che fuori patria.
    Il comunismo come l’intendiamo noi, non è come quello inteso in Polonia e nemmeno come quello inteso in U.S.A., dove da una parte l’hanno subito come il nazismo e dall’altra parte ne hanno solo sentito dire.
    E adesso aspetto Ezio e Schwizerische Volkspartei ( l’ho scritto…….l’ho scritto tutt’intereo !!!!!!!!!!! yeahhh !!!! )
    Grande Er Mahico
    P.S. quando andavo alle superiori a Ferrara, scrissi sulla lavagna : ” Proletari di tutto il mondo, U T I N E V I ” erano i miei primi segni di dislessia, quindi, mi capita di incrociare qualche sillaba, che non vorrei fosse interpretata come un’ offesa.
    Flor, my friend, where are you ?

  8. er mahico ha detto:

    è molto, e stato un bel discorso, ma nn mi è piaciuto quando ha eguagliato il fasximo al comunismo.

  9. maxi ha detto:

    porco cane zerb! certo che mi riferisco al berlusca e non ad ezio, al quale auguro tutto il bene!

    p.s. tu mi sopravvaluti…

  10. ZERB ha detto:

    Minchia, Maxi, ma chi ti contraddice ?
    Sei un mito !!!!!!!
    ovviamente i giorni contati li avrebbe il nano, non il nostro amico Ezio, se ho ben capito.
    Non illuderti, quello là sa districarsi bene nell’italica palude.
    E’ scaltro, lui…………e pistoloni noi, ahinoi !!!!!

  11. maxi ha detto:

    al di là di quello che farà obama, c’è un dato politico inconfutabile: il governo di destra ha a suo tempo scelto di non condividere le scelte europee e di isolarsi, scegliendo gli usa come alleati principali. ora in usa il vento è cambiato ed è sceso il gelo fra la casa bianca e palazzo chigi. inoltre il discorso di obama dal punto di vista economico-politico-sociale va esattamente in direzione opposta rispetto alle scelte del nostro (mal)governo. in europa ci pigliano per il culo non dimenticando il voltafaccia di cui siamo stati protagonisti. il governo italiano è solo ed il nanetto di biancaneve allo stato attuale può vantare solo la sua amicizia con l’ex capo del KGB, che naturalmente è pronto ad incularlo alla prima occasione (begli amici che si sceglie).
    anche lo schiaffo che ci ha dato il brasile non è da sottovalutare vista la new age sudamericana.

    insomma, berlusconi è solo al mondo. gli è rimasto ezio e pochi altri, ma ha i giorni contati.

  12. lele ha detto:

    certamente che la fine della guerra in iraq l’aveva già deciso bush!i petrolieri amerikani hanno il 70%(correggetemi se sbaglio)di concessioni sull’estrazione del petrolio!e le vittime innocenti?chi se ne frega!
    zerb,questa è “la destra”e chi osa,solo pensare di limitarne il potere viene preso a bastonate o peggio!che mondo di fogna!

  13. ZERB ha detto:

    Ma che *azzo dico !! Il ns premier se ne fa una pippa del consenso popolare !!!!

  14. ZERB ha detto:

    Grande Maxi !!!!
    Ma mi fa ridere che il nano abbia già sguinzagliato i suoi mastini per contrattacare e dire a noi che Obama è un bluff………
    Iintanto lui non ha avutoil BISOGNO personale di scendere in campo come il ns tappo e forse invidia il consenso popolare che lui non potrà mai avere, se non comprarlo come fa ora.
    Grande Maxi,
    ti stimo fratello !!!!!!!!!!!!!!

  15. Schweizerische Volkspartei ha detto:

    Sicuramente vi saranno dei cambiamenti, ma non gioite troppo: Obama (per questo lo stimo) ha anche affermato, nel suo discorso, il ruolo degli USA nel mondo ed ha intenzione di difendere gli interessi della sua nazione (parole sacrosante). Poi per la guerra che finirà… beh, l’obbiettivo era anche di Bush, solo che finirà dopo il suo mandato.
    Ad ogni modo, buona fortuna ad Obama.

  16. maxi ha detto:

    zerb, le considerazioni su obama le faremo alla prova dei fatti, ognuno col suo cervello. stare a sentire quello che dice radio-tv-stampa-mediaset-forzaitalia è inutile. sono fuori dal mondo, stanno arroccandosi a difendere l’indifendibile.
    resisteranno altri 5 minuti, e poi?
    lasciamoli in compagnia delle folle plaudenti e conniventi.

    non ti curar di lor ma guarda e passa.

  17. qirex ha detto:

    si, PAROLE appunto.

  18. red float ha detto:

    …Un pò come se in Italia salisse al potere qualcuno e dicesse: “ok, facciamo SUBITO la legge sul conflitto di interesse, sulla impossibilità di candidarsi se pregiudicati, e sull’assegnazione degli appalti nel sud”.

    Parole sante.
    In effetti sembra un racconto di fantascienza. :berluska: :fkoff:

  19. fidel ha detto:

    obama e’ molto simpatico. giovane, nero, intelligente… penso e spero un buon presidente per gli americani, di certo meglio george w. pero’ sperare addirittura che ridimensioni le lobby ecompagniabella mi pare un po’ esagerato.

  20. ZERB ha detto:

    Vallo a dire a quelli che lo stanno già criticando.
    Ieri mattina radiomediaset ( R 101 ) diceva, in poche parole, che sta pubblicizzando la sua immagine e che si poteva risparmiare la coreografia dell’insediamento.
    Certo che detto da loro……………sono i migliori venditori di aria fritta del pianeta.

  21. swampthing ha detto:

    non mi pare poca cosa!

Lascia un commento