eXTReMe Tracker

Cadaveri per crash test

16 Maggio 2005 alle 21:18
swampthing

Ricordate lo scandalo dei cadaveri usati nelle prove di crash? Alla fine solo le piccole aziende che producevano i manichini ammisero di usare corpi in questo tipo di test. Tutte le case automobilistiche negarono, in massa, di aver usato esseri umani. Ora, però, c’è una novità: la General Motors parla ufficialmente di aver avuto in passato “un progetto pilota per usare cadaveri per misurare le forze d’impatto”. Non solo. La GM ammette anche di aver usato cavie umane. Più avanti, infatti, nello stesso documento, si legge che i cadaveri venivano usati “in test che avrebbero provocato lesioni troppo pericolose sui volontari”. Esisteva quindi un gruppo di “volontari”. Persone che si sottoponevano a crash test per migliorare la sicurezza delle vetture. Un fatto sempre negato da tutte le case automobilistiche e ora confermato.
[repubblica]

Post Mortem Human Objects si chiamano. Bello. Da film horror, cadaveri sfracellati per perfezionare i sistemi di sicurezza. Dell’uomo non si butta via niente, è utile anche dopo morto, altro che. :bio:

Pubblicato in Orrore da swampthing | Nessun Commento »

tn  tags: , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

Lascia un commento