eXTReMe Tracker

C’è chi ha capito

30 Dicembre 2007 alle 18:19
primlug

E’ passato un altro anno, novità? Niente di rilevante. Il governo governicchia, le stragi annunciate fanno tanto clamore per nulla e i lavoratori continuano a morire, i prezzi crescono e i salari calano, l’export va bene, anche l’esportazione della democrazia va bene, i morti in iraq sono in aumento, i partiti si sciolgono si fondono si rinnovano spariscono, ne nascono. Niente di nuovo. Invece si. In questo sistema di consumismo sfrenato, di produttivismo senza regole retto dall’idea che esiste un solo Dio, una morale: il denaro. La ricchezza da raggiungere ad ogni costo e ad ogni scopo. E i partiti sono divenuti uno strano amalgama dove tutto contengono in un caos apparente, solo per enunciare la libertà, che poi negano ai cittadini. La negano negli affari, nella giustizia e nella informazione. Non nascondiamoci, i politici ci parlano ci promettono, ma a Montecitorio si accordano si difendono uniscono il sacro e il profano. Per noi? No per loro, per quei diritti che a noi non appartengono. Qualcuno si indigna e si ribella a suon di vaffa… Non serve. Abbiamo davvero la classe politica che meritiamo. Partecipiamo in massa ai gazebo nella speranza di appartenere ai benestanti, di entrare nel meccanismo dei privilegi. Lodiamo Berlusconi, esaltiamo i Corona, i Fiorani, i Ricucci. Giustifichiamo gli evasori, perché nel nostro piccolo chi può evade. Vogliamo carpire i segreti di chi si è arricchito in fretta violando le leggi. Si qualcosa di nuovo c’è. C’è chi ha capito, si infuria, protesta per i morti di Torino e del resto d’Italia, sa come sono esattamente le cose. E promette di non abbassare la guardia, di uscire dagli schemi stereotipati del dio denaro, di battersi nelle piazze, nelle istituzioni.

Pubblicato in Politica da primlug | 11 Commenti »

tn  tags: , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

11 commenti a “C’è chi ha capito

  1. primlug ha detto:

    grazie Darko

  2. Darko ha detto:

    Bravo Primolug, molto bravo.
    Darko

  3. primlug ha detto:

    Caro Maurizio, ho letto il tuo post e lo condivido, anzi ti dirò di più il complimento più bello che ho ricevuto è stato di mio figlio 20 anni allorquando ha preso un brutto voto mi ha detto:” papà sei uno stronzo, per colpa tua ho preso un brutto voto, tu e la tua onestà che mi hai inculcato avrei dovuto copiare come gli altri” mai uno stronzo è stato più felice. E’ da qui che bisogna iniziare è proprio il cuore del mio post.
    buon anno

  4. Maurizio ha detto:

    Ooooh! Finalmente uno che la pensa come me e che non mi dà del qualunquista!
    Hai ragione, io mi rendo conto dei pipponi che scrivo e me ne scuso, davvero, ma non ci riesco proprio ad essere più sintetico. Il post non pecca, si era capito benissimo il discorso dell’etica e dei soldi. Io aggiungerei:

    dal 1861 ad oggi, il popolo italiano è stato ‘educato’ a fregare. 60 anni di DC/PSI hanno dato una bella mano. Ora, è difficile far capire ‘di colpo’ alla gente che se tutti si collabora, si sta meglio tutti. E che in caso contrario, prima o poi stanno male anche quelli che ora hanno i soldi. Vedi le aziende che chiudono. È un circolo vizioso/virtuoso:

    diventiamo TUTTI onesti -> votiamo con coscienza e non per interesse personale -> via politici finti e corrotti -> via mafia/faccendieri -> si sta meglio TUTTI.

    Se non ‘sistemi’ il primo punto, tutto il resto è impossibile da debellare. Quindi dipende SOLO da noi. Giorni fa ci scrissi un post:

    http://www.mauriziosilvestri.com/2007/12/22/scoop-svelat a-la-causa-di-tutti-i-mali-che-affliggono-litalia/

    Buon 2008 a tutti! 🙂

  5. primlug ha detto:

    Intanto grazie. E perchè ti è piaciuto l’inizio e perchè hai articolato una risposta molto argomentata. Quando posto un commento cerco sempre di esserre conciso, a volte troppo, per farlo leggere altrimenti ci si stufa o neanche si comincia. Ciò, a volte, può travisare il pensiero o dare per scontato ciò che non lo è ai più. Voleva e vuole essere una critica a tutti i partiti sinistra compresa che, si legge nel post, si accordano sottobanco e l’unico loro scopo è ingannarci per difendere i loro affari e privilegi, le leggi valgono solo per il popolo e non per loro. Ogni riferimento al PD e è voluto e non casuale.
    Però il post non dice solo questo, mette in evidenza la cultura imperante dove esiste una morale, che è una non morale, e dove tutto si fa solo per arricchire. E’ qua che pecca l’articolo, è qua che va spiegato meglio. La gente legge i libri che parlano di berlusconi dei mafiosi degli arricchiti non per prenderne coscienza ma per sapere come hanno fatto i soldi, anche eludendo la legge. Berlusconi, mi spiace mettercelo, è portatore insano di questa cultura, anche nel lavoro, nel modo di concepirlo di svilupparlo. E’ veramente pericoloso. E’ contro questa cultura che colpisce tutti i ceti e tutti i partiti che mi voglio battere.
    Sul piano politico concordo con te, ottima analisi. Ti dirò che mi hanno talmente rotto con questa minaccia che li manderei tutti a casa. Prima voglio una legge elettorale con le preferenze per votare Turigliatto e mandare a casa glia altri

  6. Maurizio ha detto:

    L’inizio del post mi era piaciuto molto, poi si è rovinato alla fine. Sempre su Berlusconi si è andato a parare. Nel senso ‘…lodiamo i Berlusconi, i Corona…’.
    Beh, diciamo che l’alternativa a Berlusconi è meno peggio. Ma non è che sia esaltante. Il meno peggio. Non voglio ripetere una battuta di Beppe Grillo che penso sia nota. Non è solo un problema di soldi, secondo il mio modesto parere. È complesso. Cerco di sintetizzare:

    1) ci sono coloro che votano il ‘Mastella’ di turno perché ottengono un posto di lavoro
    2) ci sono coloro che votano Berlusconi perché non vogliono pagare le tasse
    3) ci sono coloro che votano PD perché si illudono che sia diverso

    Il punto 1: purtroppo al sud, è difficile non accettare compromessi. Se hai famiglia e figli e non sai cosa dargli da mangiare, se arriva uno di FI – per dire – che ti offre lavoro in cambio del voto, beh, tu voti FI. Altrimenti non mangiano i tuoi figli. Alcuni non si rendono conto del danno e lo dicono con orgoglio: “voto lui perché mi dà lavoro”. Il punto 1 è difficile da combattere, perché si appoggia al bisogno umano di MANGIARE

    punto 2: gente egoista che pensa solo ai soldi (i furbetti del quarterino indicati anche nel post). Difficile convincere questa gente. Se uno pensa solo a sé stesso, difficile fargli cambiare idea. Sono i dentisti, i notai, gli avvocati, i commercialisti e via discorrendo. Quindi senza scomodare necessariamente finanzieri, banchieri e faccendieri. Anche nel piccolo intendo. Per dire.

    punto 3: gente che ha dei valori. Gente onesta, che però vota PD perché crede che sia diverso. È qui che bisogna agire. Sul punto 3.

    Il problema è che il PD non è diverso. PD=DC. Siccome molti lo sanno bene, allora per convincerli, si è inventato lo spauracchio Berlusconi. È come Bush che per giustificare l’intervento in Iraq si inventa le armi di distruzione di massa (che se c’è qualche arma poi, gliel’ha venduta proprio lui). È una tattica che risale ai tempi di Giulio Cesare. Della serie: “mandate giù tutto, accettate tutte le nostre porcate, perché altrimenti CADE il Governo e torna Berlusconi”. Bingo! Con questa prospettiva puoi far passare di tutto. Anche le leggi porcata che abbiamo visto. Non so, mi viene in mente la legge Boato. Mi viene in mente quella Mastella sulle intercettazioni. Mi viene in mente il pacchetto Damiano sul welfare. Per dire.

    Bene, questo può essere vero (il fatto che cade il Governo, intendo) se è richiesta la fiducia. Cessa di essere vero se non è richiesta la fiducia. Infatti è accaduto almeno un paio di volte che il Governo sia andato ‘sotto’ al Senato. Beh, come si può vedere, nonostante ciò, non è caduto. Perché non era chiesta la fiducia. Il Governo cadde però sul rifinanziamento della GUERRA in Afghanistan! Già. Perché Prodi si dimise? Non era obbligato. D’Alema docet (D’Alema tra l’altro, minacciò le dimissioni in caso di caduta al Senato…mi pare ancora lì, no?).

    Quindi: perché molti emendamenti giusti non si sono votati? Perché PRC ha dichiarato di votare ‘contro voglia’ per non andare contro il Governo? Questa dello spauracchio Berlusconi è una panzana colossale come quella della necessità della flessibilità nel lavoro. Panzana colossale. La legge 30 (o Biagi o Maroni, chiamatela come volete) è deleteria. Punto. Serve solo a tutelare gli interessi di Confindustria.

    Se poi si va su Youtube e si cerca Violante, si può ascoltarlo dire: “non abbiamo fatto la legge sul conflitto di interessi per permettergli di scendere in politica, che vuole di più Berlusconi?” Chiaro? Si sono messi d’accordo per NON fare la legge sul conflitto di interessi.
    Altrimenti – in un paese serio – Berlusconi non avrebbe sentito neanche l’odore della poltrona. Se davvero fosse uno spauracchio per loro, avrebbero fatto la legge sul conflitto di interessi PRIMA dell’avvento di Berlusconi. Non l’hanno fatta. Io me lo ricordo. Spero che sia quindi evidente che la legge sul conflitto di interessi non la faranno MAI.

    Ancora: perché 40 emendamenti proposti dal Senatore Turigliatto sono stati tutti respinti? ANCHE DALLA ‘SINISTRA RADICALE’? E – sempre secondo il mio modesto parere – si trattava di emendamenti GIUSTI. Uno di questi – per dire – chiedeva di far pagare l’ICI anche alla Chiesa. RESPINTO. DA TUTTI. Anche da PRC.

    È qui che occorre essere critici. Su questa SEDICENTE Sinistra.

    Qualcuno è infatti diventato critico: Sinistra Critica.

    (perdonatemi lungaggine e imprecisioni)

  7. primlug ha detto:

    A parte che il post vuole mettere in evidenza la mancanza di etica e di moralità, l’unica che si segue è il dio denaro. Non so dove vivi ma gli italiani, purtroppo molti giovani, credono solo nella ricchezza. Leggi Bocca sull’ultimo espresso.
    Quanto a Prodi, la sinistra ha un grandissimo pregio: quello di essere sempre dialettica e critica, se chi abbiamo appoggiato non segue il programma non è esentato da critiche.
    Berlusconi rappresenta proprio la parte peggiore, quella che vede solo gli affari e i soldi, tanti soldi, anche a costo di scendere a patto con poteri loschi: mafia, p2.

  8. Audrey ha detto:

    @ Michele
    sarà forse perchè a noi manca l’arroganza del potere?
    Sai certe volte un po’ me la vorrei far prestare dal Berlusca, a volte serve..e quello ne ha talmente tanta che nemmeno se ne accorgerebbe di averne perduta un po’.. 😀
    Ciao Audrey

  9. Michele ha detto:

    Sembra incredibile. Quelli che hanno vinto le elezioni non riescono a mandar giù che oggi a governare sia Prodi e non Berlusconi.

  10. Comicomix ha detto:

    Anche noi siamo per non abbassare la guardia.
    Nuotare controcorrente sarà pure faticoso.
    Ma se la corrente non ti piace, non hai scelta.
    Un sorriso dal freddo
    Mister X di Comicomix

  11. er mahico ha detto:

    Siempre :cccp:

Lascia un commento