eXTReMe Tracker

Denim Berlusca, l’uomo che non deve chiedere mai

29 Dicembre 2010 alle 00:38
Spartaco

 

Ebbene sì, ancora un’altra è cascata ai suoi piedi. 

La Prestiggiàccomo  lo ha ringraziato per gli “apprezzamenti” e ha deciso di restare con lui. Denim non gliel’ha chiesto. Ha detto semplicemente che le donne sono idealiste e non accettano i compromessi.  Ogni tanto scoppiano in lacrime, ma subito passa.

Sono fatte così, è il loro carattere. La Prestiggiàccomo è contentissima:  perchè, per sua ammissione, Denim non le ha chiesto, a lei o alle altre, di cambiarlo, il carattere. Sarebbe come cambiare sesso. E Denim ci tiene al sesso, nella sua diversità, per così dire, anatomica. Con le lacrime o senza le lacrime, la Prestiggiàccomo è una cosa e Cicchetto ne è un’altra.

Così la telenovela può continuare. Un giorno tocca a Stefania, un giorno tocca a Mara.

Alla Santanchè non sappiamo se tocca. Sicuramente in passato le è toccato. Potrebbe però toccarle di nuovo in futuro. Quando, come la Charlotte Rampling de “Il portiere di notte”, rincontrerà l’aguzzino sadomaso che formò il suo carattere. 

Pubblicato in Vita quotidiana da Spartaco | 7 Commenti »

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

7 commenti a “Denim Berlusca, l’uomo che non deve chiedere mai

  1. Giancarlo ha detto:

    Mah, senza essere di destra o di sinistra, valutando solo con la mia testa, non posso non pensare, con pena, a chi sostiene, ha votato e crede a questo squallido personaggio, Berlusconi.

  2. darlene66 ha detto:

    @Ezio.
    E no,io sto qui quanto cazzo mi pare,ho l’obbligo di difendere i miei diritti,il posto di lavoro,la mia famiglia e questo disgraziato paese,da squali travestiti
    da”Cavalieri”e anche da quelli come te,che lo hanno votato.Ma non ti accorgi della crisi che regna da Nord a Sud?Sta distruggendo la scuola pubblica in favore di quella privata,la forza pubblica,la cultura,i trasporti,la sanità,anch’essa penalizzata per favorire cliniche e piccole strutture,rigorosamente cattoliche,vuole cambiare la costituzione a suo uso e consumo,idem per la magistratura.Potrei continuare all’infinito,ma oggi è solo il primo dell’anno e per non esplodere,plasmerò le mie incazzatture,nei prossimi 364 giorni.

  3. ezio ha detto:

    @@@
    mi domando………..ma che cazzo ci fate in italia se tutto e’ catastroficamente catastrofico. Vi hanno ritirato il passaporto per caso? e allora……i confini sono aperti.
    ECCHECAZZO

  4. darlene66 ha detto:

    Chiede,chiede,altrochè se chiede,Nel 2011 chiederà,a noi poveri [email protected]@@@ni,sempre di più.sino a quando non avremo più nulla da dargli!
    A reti unificate……………..Lacrime e sangue.L’ossigeno verrà erogato sino al 2012.Dopo di che,chi sopravviverà……………… :violent: :violent: :violent:

  5. Zerb ha detto:

    Bene,
    chiudiamo questo anno di merda con una poco confortante statistica sulla 80.a posizione (su 183) del ns Belpaese nella classifica “doing business”.
    http://www.doingbusiness.org/rankings

    Auguri, Italia, l’unica cosa che aumenta sono i nostri problemi.

  6. suslov ha detto:

    Silvio ha già designato come sua erede a palazzo chigi la gelmini (sai i voti che prende tra gli studenti), così quando il premier va al Quirinale a conferire col vecchio satiro, si potrà dire che il presidente lo ha messo in quel posto al premier in senso letterale.
    Speriamo che Bossi, che ha già capito chi gli ha messo i petardi sotto casa perchè se si va a votare esce da palazzo chigi e si trasferisce a San Vittore
    (quaranta dì, quaranta nott, a sàn vitùr a ciapà i bott!Speriamo presto!) gli stacchi la spina e ci risparmi il pietoso spettacolo dei deliri del vecchietto (la crisi non c’è! Non esiste! Per l’immondizia a napoli scendo in campo!)
    Chiamate la neuro!

Lascia un commento