eXTReMe Tracker

Distretto 13. Le brigate della morte (a Roma)

12 Novembre 2007 alle 16:21
swampthing

Ve lo ricordate il film Distretto 13, uno dei capolavori di John Carpenter?
Una gang senza volto, tiene sotto assedio un distretto di polizia in via di smantellamento a Los Angeles.

Un assalto in piena regola, un blitz di centinaia tifosi contro una caserma della polizia in via Guido Reni a Roma, la caserma delle volanti nella zona del Flaminio. Un altro assalto al commissariato di polizia di Porta del Popolo, messo sotto assedio da decine di teppisti con spranghe, tondini di ferro e sanpietrini. [corriere.it]

Questa volta è reale, non è un film horror (sembra il claim di un film di Dario Argento).

I teppisti si aggregano spontaneamente, un po’ come i black bloc nelle manifestazioni pacifiste. Niente è organizzato. Un evento come la morte di un tifoso laziale da il via alle violenze, ma sarebbe potuta essere una qualsiasi altra cosa. Ultras, estremisti, delinquenti, malavita, tutti insieme appassionatamente. Perché il calcio non c’entra nulla. Il tifo non c’entra nulla. C’entra l’odio per le forze dell’ordine, quello si. E tanta rabbia repressa da sfogare.

Roma trema, la polizia ha le mani legate. Perché ha ragione Cossiga, sparando sui teppisti questi non ci riproverebbero una seconda volta. Ma a me Cossiga fa schifo.

Pubblicato in Orrore da swampthing | 32 Commenti »

tn  tags: , , , , , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

32 commenti a “Distretto 13. Le brigate della morte (a Roma)

  1. ginger797 ha detto:

    @CORVOLEONE

    A me capita tutte le volte che vado a pagare le bollette alle poste

  2. Alieno ha detto:

    Condannando gli scontri di ieri a Roma e in altre parti d’Italia,mi preme dire solo questo,

    è morto un ragazzo che andava a vedere una partita di pallone è questo e vergognoso.Spero che non usciranno verità di comodo ( come una pietra che ha deviato il proiettile).In secondo luogo visto l’orientamento politico dei tifosi Ultras sono gli stessi che vanno a fare le ronde a caccia di extracomunitari perchè nelle città non si può più vivere,infatti si devono tollerare solo le loro di violenze.E’ questo e vergognoso.

    Purtroppo si sono viste anche le solite immagini delle cariche dei poliziotti con il manganello usato al contrario (sarà una nuova direttiva) e questo non aiuta.
    :nono: :nono:

  3. chinaski63 ha detto:

    @corvoleone,
    per caso stai parlando dei passeggeri del Titanic?????

    China :star:

  4. maxi ha detto:

    @redpower: genova ci ha lasciato altri segni “incredibili”.
    è incredibile che dei poliziotti portino molotov nella diaz per creare ad hoc prove contro coloro che hanno appena massacrato?
    è incredibile che lo abbiano fatto non per la follia di qualche agente, ma per rispondere a precisi ordini dei loro superiori?
    è incredibile che queste molotov (date in custodia proprio alla polizia) siano state fatte sparire nel tentativo di evitare il processo?
    se tutto questo è successo, è allora incredibile la ricostruzione secondo la quale i poliziotti avrebbero ricevuto ordini precisi di caricare i pacifisti, soprattutto quelli legati all’associazionismo cattolico per farli spaventare di brutto ed evitare che in futuro facessero comunella con la sinistra no-global?
    non lo dico io, è una ipotesi formulata dagli inquirenti.
    però io dico che non bisogna combattere le istituzioni. bisogna lottare per cambiarle, perchè funzionino a difesa dei cittadini e non contro di loro.

  5. Nicola Andrucci ha detto:

    Io mi batto con i metodi democratici. Non sono un Gandhiano ma combattere la violenza con la violenza porterà solo all’estinzione del genere umano.
    La caccia all’uomo è fascismo; non serve aderire a quell’ideologia poiché, come diceva un mio compaesano, il fascismo non è una tessera, ma un modo di vivere, di pensare e di agire.
    I miei avi, antifascisti, sono stati perseguitati dal Fascismo ma mio bisnonno si permetteva, davanti ai balilla in piazza, di fischiare l’Internazionale, poiché se poi si va a fare gara a chi picchia di più le forze in campo possono cambiare.
    I tempi sono molto cambiati da allora, ma sentire ora richiamare metodi fascisti per farsi giustizia da soli (che non sarà mai giustizia) o meglio giustizia sommaria, posso fermamente dichiarare che io mi opporrò a ciò con tutti i mezzi necessari!
    Uno Stato che non riconosce il diritto, dove non si rispetta il prossimo, è destinato a morire.

  6. alberto ha detto:

    devo essermi spiegato proprio male se Nicola Andrucci mi da’ del fascista,mi sembra che sono proprio i fascisti ei i loro alleati, a difendere sempre le forze dell’ordine,per Genova A.N.aveva raccolto soldi per pagare gli avvocati a tutti i poliziotti indagati per omicidio e massacro.Genova,una pagina vergognosa, ma sicuramente la nostra giustizia “fara’ luce”,vero Nicola? forse ci differenzia solo il concetto di” democrazia “e di “giustizia”,qualche volta penso che i Partigiani,che per la democrazia hanno dato la vita,forse non era necessario che sparassero ed uccidessero,forse bastava una bella azione legale a colpi di carta bollata ed avremmo ottenuto una democrazia senza spargimento di sangue,come si vorebbe credere adesso.ma adesso i Partigini non sono piu’ di moda,adesso piace riscoprire i”crimini” che hanno commesso,le foibe a cui s’intitolano vie e piazze:ai martiri delle foibe,come se con centinaia di morti sul lavoro(omicidi e’ la parola giusta)qualche imbecille dedicasse una piazza agli” industriali ” morti sul lavoro .Oggi va’ cosi’ e non vedo niente in meglio per il futuro,poi chi vuole credere a Babbo natale,a San piripicchio o che alla polizia scappavano i black block ed allora si vedeva costretta a manganellare i passanti,che ci creda pure,immaginate una rapina in banca,la polizia interviene ,ma invece che sparare al ladro spara alla cassiera e qualcuno dice ma poverini che colpa ne hanno ?il ladro e’ stato velocissimo a scappare e loro cosa potevano fare?almeno cosi’ qualcosa hanno preso! Per ultimo vorrei dire che non mi e’ abitudine fare polemiche,ne tantomeno incitare gravemente alla rivolta “…s’ode a destra uno squillo di tromba,a sinistra risponde uno squillo..” o era UNA squillo, restero’ alla finestra a guardare,a cercare di capire come e’ fatta la democrazia e le genti che la difendono .saluti a tutti alberto

  7. Nicola Andrucci ha detto:

    X Red Power: inneggiavano al duce e al fascimo, quindi sono fascisti. Le affermazioni di Alberto sono molto gravi e pericolose: “Vorrei finire con un consiglio ai ragazzi che hanno assaltato le caserme:calma ragazzi,verra’fuori un nome ed un cognome,dopodiche’internet e’ grande e con un po’ di collaborazione il nome o i nomi avranno un volto,un indirizzo e con un po’ di buona volonta’ci si potra’ chiarire meglio,di persona”.
    Non so di che compagine sei, ma chi esalta azioni criminali, fomenta l’odio, inneggia al fascismo, lancia UNA GRAVISSIMA E PERICOLOSISSIMA CACCIA ALL’UOMO, non è certo della mia compagine!

  8. CORVOLEONE ha detto:

    MA QUANTO SARESTE COMPETENTI VOI CHE CHIACCHIERATE?
    TROVATEVI IN MEZZO A CENTINAIA DI PERSONE DOVE L’UNICO ODORE E QUELLO DELLA PAURA ,LA TENSIONE AL MASSIMO,IL PROPRIO ISTINTO DI CONSERVAZIONE ALLO SPASIMO. QUANTO SARESTE BRAVI VOI?????????

  9. swampthing ha detto:

    @RedPower

    e se avessero mandato a Genova incompetenti e agenti appena usciti da scuola di proposito?

  10. RedPower ha detto:

    no alberto, mi spiace ma mi rifiuto di pensare che la polizia a genova abbia lasciato stare i black block di proposito caricando i pacifisti solo per dare un messaggio politico.

    Mi rifiuto non perchè sono meno antiberlusconiano di te, ma perchè ci sono le registrazioni dei capi della polizia che davano gli ordini in cui appare che l’intenzione era quella di muoversi verso i black block, solo che questi erano velocissimi a scappare e lasciavano la polizia ai manifestanti pacifisti. Ma è questione di disorganizzazione di gente incompetente che non sa fare il suo lavoro.

  11. shadowhonda ha detto:

    Eliminare il calcio no???O è come l’alcol,il fumo,le accise sulla benzina…PAGA!!!Morti e distruzione per cosa!!!E chi si diverte più,andare allo stadio è come andare al Fronte.Ma La Russa &company a dar contro al Governo anche su questi Fatti ve li siete sentiti,cavalcano”la tigre”dopo aver aperto la gabbia!!! :nono:

  12. alberto ha detto:

    X RED POWER,scusa ma parti da un presupposto che ti fa’ falsare tutto il ragionamento,mi spiego:a genova vennero richiamati migliaia di poliziotti,anche quelli che generalmente non alzano mai il culo dalla sedia,avvisati che di fronte avevano criminali pronti ad ucciderli ed a lanciargli contro sangue infetto,ma non e’ questo il punto,e cioe’ un poliziotto non puo’ decidere o capire una situazione,un poliziotto ,o carabiniere,ha avuto un ordine e deve ubbidire a quell’ordine.tutto qui,se l’ordine e’ stare fermi,puoi gridargli nelle orecchie la storia di sua madre che non ti fa’ niente,se l’ordine e’ massacrare a manganellate,puoi essere un medico o una donna anziana che ti massacra.E’ documentato che i block giunti dall’estero erano stati segnalati alla nostra polizia,che non li ha fermati ne al confine,ne nelle stazioni,ne da nessun altra parte(gli hanno lasciati passare)se vedi qualche filmato della manifestazione,ti accorgi che i block sono sempre stati esclusi dal corteo,nessuno li ha fermati neppure quando scaricavano manici di picconi e altro da un furgone e li distribuivano,quando devastavano le forze dell’ordine non intervenivano mai,nessuno di loro e’stato massacrato o arrestato ne durante ne dopo la manifestazione,poi ci sarebbero altri fatti che portano ad una sola conclusione:la polizia aveva l’ordine di lasciarli fare qualsiasi cosa,per avere poi il pretesto di massacrare e uccidere,passava cosi’ il messaggio chiaro di Berlusconi-Fini-Maroni non manifestate contro di noi perche’ questo e’ cio’ che vi aspetta. Altrettanto chiaro e’ il messaggio di questo governo:non ci sara’ inchiesta parlamentare,Placcaniga non e’ accusato di niente,i responsabili della prefettura sono stati promossi,ai manifestanti verranno fatti pagare i danni fatti dai black block. chissa’ se e’ stata promossa anche quell’agente donna che riferendosi al compagno assassinato diceva,ridendo”..stiamo vincendo uno a zero,ma puo’ darsi che si vinca due o tre a zero prima della fine….” Questa menata per dirti che il massacro era predisposto a tavolino,non certo in conseguenza di….nessuno che abbia publicato un nome,una foto? almeno riconoscendola ci si puo’ intrattenere a colloquio,deve essere un piacere…..saluti alberto

  13. justfrank ha detto:

    # Ve lo ricordate il film Distretto 13, uno dei capolavori di John Carpenter?

    Ho visto il recente Banlieu 13, non sapevo che fosse il remake di un film di Carpenter. Me lo procurerò 😀

  14. alberto ha detto:

    vorrei dire a Nicola Andrucci(che insiste)ma sei convinto che l’inchiesta fara’ luce,ma davvero ti risulta che dalla nascita della republica ad oggi,si sia fatta luce una volta?dalle stragi fasciste ben documentate ed ancor meglio nascoste nell’armadio degli scheletri,all’omicidio ed il massacro da “macelleria brasiliana” di genova attraverso le stragi di piazza fontana,dell’italicus,di bologna,dell’itavia,della diga del vajont,della centinaia di “morti bianche”sul lavoro,ecc.ecc.ecc. fino alle piccole vessazioni di tutti i giorni,ma davvero tu pensi che adesso un’inchiesta fara’ giustizia???????invidio il tuo ottimismo,non e’ mai successo,gia’ che ci sono:ho sbirciato il tuo blog ne emerge che tra tanti poliziotti,agenti,carabinieri preparati e perbene,FORSE qualcuno sbaglia,non per colpa sua,ovviamente,ma perche’ non e’ sufficientemente preparato.ebbene,NON CONDIVIDO NEANCHE UNA VIRGOLA.e mi fermo per evitare il peggio(per me).Vorrei finire con un consiglio ai ragazzi che hanno assaltato le caserme:calma ragazzi,verra’fuori un nome ed un cognome,dopodiche’internet e’ grande e con un po’ di collaborazione il nome o i nomi avranno un volto,un indirizzo e con un po’ di buona volonta’ci si potra’ chiarire meglio,di persona.Dimenticavo,hai ragine Nicola,non siamo della stessa compaggine o forse e’ solo che alla tua “giustizia”non ci credo piu’da tanto tempo, e la storia mi da’ ragione , saluti alberto

  15. swampthing ha detto:

    @RedPower
    >i tifosi non hanno altri ideali se non quello della loro ignoranza.

    il che coincide col essere fascio.

    sono d’accordo con Nicola Andrucci. Questi non sono ultras, questi sono militanti di estrema destra che usano la curva per aggregarsi.

    @newkid ecc.
    ovviamente non intendevo avallare le tesi di Cossiga.
    certo usare il pugno di ferro con questi criminali si può e si deve fare.

  16. RedPower ha detto:

    @ Nicola Andrucci

    Secondo me è sbagliato fare discorsi sull’appartenenza politica di quei tifosi. Fascisti? Non credo proprio, i tifosi non hanno altri ideali se non quello della loro ignoranza.

    Poi che abbiano usato METODI fascisti ti do ragione, ma le ideologie non ci sono secondo me.

  17. RedPower ha detto:

    @maxi se non c’erano i black block la polizia non caricava proprio nessuno.

    Il tutto è partito proprio da loro, ed è continuato con la polizia che non ci capiva più un cazzo caricando tutti i manifestanti in modalità random visto che i black block erano velocissimi a fracassare tutto e a scappare.

  18. newkid ha detto:

    swa., pure a me Cossiga fa schifo però non si può rispondere alla violenza con la violenza. Per un motivo su tutti: spunterebbe sempre uno più forte degli altri e sarebbe solo la forza a predominare al posto della giustizia e dei valori sani… Comunque non credere che non comprenda quello che dici.. Saludos. franco

  19. Ed ha detto:

    Infatti la polizia di Cossiga ha fatto fuori Giuliana Masi senza troppi problemi. Loro entravano nei covi delle BR (o presunte tali) e sparavano: chi c’era c’era. Il gladiatore vorrebbe tornare indietro di 30 anni, anzi, facciamo di 60.

  20. Maurizio ha detto:

    Alberto, la penso come te. Le chiacchere stanno a zero. Un poliziotto spara da 66 metri ad altezza uomo. Fine. Quali errore, stress, teppisti, tifo etc etc. Per favore. Mi viene in mente il G8, anche se era tutt’altra cosa. Minimo è omicidio colposo.

    Un rom che ammazza una donna e tutti i rom sono delinquenti, un poliziotto che ammazza un ragazzo è un “fatale errore”. Quando la finiremo di usare due pesi e due misure nei nostri ragionamenti? Dico, stiamo scherzando? Si parla di morti eh? Non di breccole. Gli errori si pagano.

    Ad ogni modo, la rabbia viene anche a me, però non giustifico la violenza e l’odio indiscriminato contro le forze dell’ordine. Gli atti di teppismo-terrorismo-rabbia sono da condannare senza pensarci un solo secondo. Sono sbagliati. Chi commette reati deve essere punito. Fine. Ma senza farsi giustizia da soli.

  21. chinaski63 ha detto:

    Secondo me i tifosi violenti sono degli idioti.Gente che vive del gusto dell’ ecchimosi domenicale.Ma se poi devono svegliarsi presto per partecipare ad un corteo per la loro futura pensione,ti ripondono che non ci sono.
    Non trovo altro aggettivo che definirli idioti.

    Saluti China :star:

  22. Nicola Andrucci ha detto:

    non sono la conseguenza dell’uccisione del ragazzo, gli episodi di guerriglia fascista avvenuta a ieri in varie parti d’Italia. Questi criminali cercano lo scontro ogni giorno, appartengono all’estrema destra, sono ideologizzati politicamente, del calcio gliene importa poco e niente! Cercano lo scontro, il morto, inneggiano al duce, al fascismo! come si può difenderli?!? non posso tollerare ciò!
    Il poliziotto che ha sparato è stato giustamente incriminato (per omicidio colposo). Se sussisteranno aggravanti potrebbe passare ad omicidio volontario, ma trarre conclusioni definitive ora è impossibile. Solo le indagini potranno fare luce. Ho scritto un post sul mio blog sulle numerose infrazioni al regolamento commesse da parte del poliziotto:

    http://lineagoticafight.blogspot.com/2007/11/una-pistola -ritenuta-scarica-pu.html

  23. Davide Bocci in... ha detto:

    La morte di un ragazzo e la violenza: in morte di uno stato inutile…

    La violenza: come nasce, chi l’alimenta e la perpetra. Uno stato, l’Italia, che mai come ora necessita di nuove riforme. Dai cittadini alle forze dell’ordine, passando per la classe dirigente.
    ……

  24. alberto ha detto:

    cosa sto’ leggendo??????delinquenti,teppisti,forse gli agenti hanno sbagliato?Parliamo chiaro:UN AGENTE HA PRESO LA MIRA,FERMO A BRACCIA TESE ED HA FATTO FUOCO DUE VOLTE,UCCIDENTO UN RAGAZZO DENTRO UNA MACCHINA,questi i fatti quello che e’successo dopo e’ solo la conseguenza di questo assassinio,ed io che sono troppo vecchio per il resto posso solo condannare la polizia e condannare tutti quei giovani,tifosi o no ,CHE NON HANNO MANIFESTATO CONTRO GLI AGENTI,che cosa avrebbero dovuto fare?aspettare la legge,come quella di genova?il proiettile sparato in aria,deviato da un calcinaccio,rimbalza come nei films e uccide?con tanto di filmato che dimostra ilo falso?in nome di quale democrazia farsi uccidere ed aspettare la giustizia?quale giustizia?sono abbastanza vecchio da ricordarne decine di vittime con la” giustizia” che aspetta insieme alla”democrazia”: Giorgina Masi,ai tempi di Kossiga,Saltarelli,ai tempi del Movimento Studentesco….ma e’ meglio che sto’ zitto,mi ribolle il sangue,sotto la cenere dell’eta’ la brace e’ ancora viva………

  25. Nicola Andrucci ha detto:

    Ieri questi criminali per le città inneggiavano al fascismo, devastando tutto. Non erano quattro gatti, erano migliaia, in tutta Italia! QUesta deriva fascista della società italiana è pericolosissima. Ieri la caccia al Rom, ora al poliziotto. Anzi siamo peggio che al fascismo, si va verso il nazismo dove chiunque si sente in diritto di uccidere per puro sfizio. Vogliono una società senza regole dominata dal terrore. Vogliono la violenza, vogliono uccidere! Bisogna fermarli poiché il problema è veramente molto serio e pericoloso!
    Ps. mi è persino capitato di visionare un blog che si dichiara di sinistra inneggiare ai devastatori dicendo che non sono criminali, ma “gente che si è stancata…”. Io mi sono stancato di avere certa gente nella mia compagine politica!

  26. maxi ha detto:

    @red power: a genova i blackblock hanno causato la devastazione, non gli scontri fra polizia e pacifisti. quelli li ha causati la polizia, con una regia studiata a tavolino.
    dispiace criticare la polizia all’indomani degli assalti criminali degli “ultrà”, ma la verità di genova resta quella.

  27. RedPower ha detto:

    non facciamo paragoni stupidi perfavore….non provate neanche a paragonare Genova a questo perchè non c’entra proprio niente.

    Io sono daccordo con swamp, i blackblock che hanno spaccato la città di Genova e CAUSATO (perchè la causa alla fine sono stati loro) il casino tra le forze dell’ordine e i pacifisti, sono assolutamente da condannare (così anche chi è stato il responsabile di quella mala organizzazione delle forze dell’ordine che si sono messe a caricare tutti a caso).

    In questo caso ragazzi c’è poco da dire, i tifosi violenti come al solito si fanno riconoscere in un Paese come il nostro dove il calcio e il giro di soldi che c’è dietro sta diventando ben più che uno sport. Gli errori dalla parte delle forze dell’ordine ci sono stati anche in questo caso, ma i primi responsabili sono i tifosi.

  28. swampthing ha detto:

    io gli assalti gratuiti dei black bloc a Genova li ho sempre condannati.

  29. Val3ri0 ha detto:

    Dobbiamo anche noi prendere una decisione, o si condanna tutto o niente.
    Genova insegna, anche li ci furono assalti.
    Allora prendemmo le parti dei manifestanti, oggi no.
    Con tutto che non condivido affatto i metodi criminali di oggi come alcuni assalti di allora, capisco la rabbia repressa per una morte stupida e inutile.

  30. Comicomix ha detto:

    Caro Swa, se tu dai ragione a Cossiga, abbiamo superato davvero il livello di guardia.
    Un sorriso preoccupato
    Mister X di Comicomix

Lascia un commento