eXTReMe Tracker

Il paese di qualità, web escluso

23 Febbraio 2007 alle 14:58
remix

il nuovo logo dell'italia

Pochi giorni fa, come saprete, è stato presentato pubblicamente il nuovo logo dell’Italia.

Grande operazione di PR, conferenza stampa con Prodi e Rutelli, spazio nei telegiornali.

Visto che siamo nel 2007 ci si aspetta che un’operazione di questo tipo abbia un corrispettivo anche in Internet. E infatti c’è: www.italia.it.

Collegandosi al sito le balle iniziano a girare già da subito, perché ci accoglie una “mitica” intro in Flash (con voce da soprano). Ma come? Non c’è una legge sull’accessibilità? E non la rispetta proprio questo sito? Però, visto che non siamo prevenuti, pensiamo che possa essere un peccatuccio veniale ed attendiamo il caricamento del “sito vero”.

Dopo 5 minuti non compare ancora nulla, a parte la scritta “skip” che non funziona neppure lei.

Personalmente sono indignato, come cittadino (i miei soldi hanno pagato questo schifo) e come web designer (i siti pubblici devono essere fatti da chi li sa fare). Se a voi dovesse comparire qualcosa dopo la intro in Flash fatemi sapere che corro a vedere “la meraviglia”.

Pubblicato in Internet e tecnologia, Sito della settimana, Web design da remix | 17 Commenti »

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

17 commenti a “Il paese di qualità, web escluso

  1. […] po’ di tempo fa anche su questo blog (come su tanti altri blog) si era parlato del sito […]

  2. swampthing ha detto:

    ps. il logo della Izquierda Unida è più bello ed armonioso.
    :mrgreen:

  3. swampthing ha detto:

    @sloob

    a me ricorda di più quello della Logitech
    http://www.logitech.com

  4. FrankL-ar ha detto:

    Ah, allora il Governo una cosa di sinistra l’ha fatta almeno… :mrgreen:

  5. sbloob ha detto:

    Per quanto riguarda il famigerato logo dell’Italia, l’ADUC, l’associazione per i diritti degli utenti e consumatori ci fa presente che il logo “è praticamente identico al logo del partito spagnolo della sinistra estrema Izquierda Unida.
    Seguite questo post:

    http://sbloob.pt-art.it/index.php/2007/02/22/ecco-il-log o-per-limmagine-dellitalia-improvvisataparte-seconda/

    Ciao!

  6. Maurizio ha detto:

    Io non parlerei tanto di schifezze grafiche. Io parlerei di contenuti scarsi. 2 anni di lavoro. 2 anni! Ehm…lavoro? 45 milioni di euro. A me non frega nulla della grafica, non frega nulla dei contenuti, a me frega dei 45 milioni di euro!!!!!!!! Con un cinquantesimo di quei soldi gli rifacevo tutti i siti web di tutti i comuni italiani (che sono più di 8000). Metà del lavoro l’ho già fatto (a GRATIS e nei week-end) e si trova archiviato nel mio computer. Sono più di due anni che mi tenevo sotto controllo questo dominio…e dire che già esistono da tempo ottimi siti come quello dell’ENIT.
    Non si sentiva proprio la necessità di questo sito. Usarli meglio ‘sti soldi proprio no eh? 👿 Dobbiamo proprio darli in mano ai ladroni eh?

  7. fydel ha detto:

    io l’avevo provato questa mattina dopo aver letto questo
    http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1903410&r=PI

    visualizzo correttamente sia il plugin flash (anche se lo spazio per cliccare ed accedere al sito vero è di pochi pixel), che il sito vero e proprio (che fa schifo). Il baco vero è che la navigazione è lentissima, indecente direi.

  8. Sharphead ha detto:

    E peraltro nel sito non mi entra.

  9. Sharphead ha detto:

    E’ lento a madonne, io l’intro in flash comunque non ce l’ho, almeno, non ho l’audio…

  10. er mahico ha detto:

    bruttina la scelta di un tetris al posto dell’immagine satellitare del nostro variopinto paese.
    45 milioni di eruo erano iol prezzo della voce e del volto della ferilli? alla faccia di Marlon Brando in SuperMan…..

  11. remix ha detto:

    visto che stamattina ero fuori studio mi ero perso tutti i post già pubblicati sull’argomento prima di questo.
    così ho scoperto che non vedevo nulla a causa della scarsa compatibilità con firefox…
    quando sono riuscito ad entrare nel sito l’impressione è stata ancora peggiore
    :vomit:
    propongo un “google bombing” dal titolo “web design that suck”
    😉

  12. SKA ha detto:

    Ehm..forse è scontato, ma basta cliccare sulla lingua desiderata per entrare nel portale vero e proprio. C’è la parte accessibile, anche se non ha senso arrivarci dopo l’intro in Flash.
    L’iniziativa non è male, il sito non è poi così terribile mentre il Logo fa clamorosamente cagare.
    Il sito non è terribile…ma di certo non vale i 45milionidieuri!

  13. FrankL-ar ha detto:

    Certo che anche il logo fa veramente… :vomit:

  14. swampthing ha detto:

    hanno impaginato con le tabelle!! come una qualsiasi agenzia web improvvisata!!
    vergogna!! :mrgreen:

  15. cherry ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con voi, si tratta di un sito già vecchio ancora prima di nascere sia nella struttura sia nei servizi che offre. Basta visitare i siti di altri paesi come la francia o la spagna per rendersi conto di quanto lavoro ci sia ancora da fare. Ma la cosa più triste non è solo la parte grafica ma i contenuti …non conoscono le tecniche per scrivere sul web….l’ennesima figuraccia dell’Italia. Ma la cosa più triste sono i soldi spesi dai cittadini per tale progetto. Forse Di Pietro doveva fare una valutazione anche rispetto agli appalti per il Web , sicuramente avrebbe bloccato i lavori …ma quando mai per un sistema vecchio come quello che si è visto online da ieri vale tanto ….meglio che i politici facciano i politici e i siti li facciano fare ai professionisti del settore ….I

  16. swampthing ha detto:

    Sono tutto il giorno che commento questa notizia in giro…

    bisogna fare una precisazione: il sito è costato 45 milioni di euro.
    quarantacinque!! è stato voluto dal ministro dell’innovazione dei miei coglioni Stanca e da Berlusconi. Hanno fatto la gara e firmato l’appalto.

    certo il sito fa schifo, ma schifo davvero. perché non si rivolgono a dei professionisti come me, per esempio? :mrgreen:

  17. Rossopersempre ha detto:

    a me non compare neanche l’intro..

Lascia un commento