eXTReMe Tracker

Il TeleArcore di prima serata

21 Febbraio 2010 alle 00:45
Spartaco

Ve lo ricordate TeleKabul di Curzi? E’ robetta di fronte al TeleArcore di  prima serata. Così infatti andrebbe ribattezzato il tg1 di Minchiolini, che sembra il prodotto di un incrocio perverso a tre, Feltri-Belpietro-Vespa. L’altra sera Minchiolini si è cimentato nell’ennesimo monologo che si chiama “editoriale”, a sostenere la causa del suo mandante Berlusconi. In mancanza di notizie e di fatti, da portare all’attenzione del pubblico, Minchiolini porta la sua faccia in versione “la destra siamo noi”. Mentre telematica e informatica imperversano, in nome dei tempi nuovi, Minchiolini  lancia nostalgicamente il messaggio dei tempi vecchi, facendosi inquadrare con
la Treccani alle spalle. Forse sono solo ricostruzioni di copertine, anche perché Minchiolini, che fa rima con Gelmini, non può perdere tempo ad acculturarsi.

 In piena stagione di revisionismo, tra riabilitazioni e beatificazioni di lestofanti contumaci, un sano richiamo anche solo estetico  a un simulacro  dell’era fascista non guasta.

 Converrebbe a questo punto soffermarsi sulle “minchionate” dette da Minchiolini, ma è pratica oziosa: l’altra sera per esempio si è avventurato, con arroganza tutta berlusconiana, a sostenere che gli “scandali” sono preconfezionati per farli scoppiare in coincidenza degli appuntamenti elettorali, per danneggiare il Silvio. Più interessante  è l’esame del suo modello di notiziario. In sequenza il TeleArcore di stasera con i relativi messaggi per niente occulti: 

  1. Berlusconi sforna disegni anti-birbanti per dare l’esempio  e il male che gli vogliono è tutta invidia    
  2. L’Agenzia delle Entrate  ha detto che lo scudo fiscale è una furbata che fa tornare i soldi in Italia e per dirlo l’Agenzia delle Entrate, che tiene i conti, la cosa è vera
  3. Bankitalia dice  che non è vero ma a Bankitalia c’è quello iettatore di Draghi che dice che stiamo male ma ammette che stiamo meglio della Spagna e della Grecia     
  4. Le valanghe  fanno i morti ma sempre perché quelli che muoiono se le vanno a cercare     
  5. Sanremo è una bomba e il direttore generale della rai è un padreterno
  6. Hanno arrestato il latitante Vargas e il merito è di Berlusconi e di Maroni     
  7. Antonella Clerici è brava ma è anche bona, tutta pappa e ciccia come la vogliono gli italiani, soprattutto anziani    
  8. Altre duemila persone sono rimaste senza tetto per via delle frane,  però a momenti arriva Bartolaso   
  9. E’ saltato in aria un bar con il tritolo del pizzo, una casa di tre piani sta crollando e sono bruciate una diecina di macchine. Tutto secondo la norma: tre bombe al mese nel vibonese sono nella media .

Il servizio su Tropea, dove è saltato il bar, è allucinante. Sembra l’Afghanistan dopo lo scoppio di un’auto bomba. Magari messa apposta per offuscare il successo di Berlusconi che ha catturato Vargas. Come sosterrà Minchiolini nel prossimo editoriale.

Pubblicato in Vita quotidiana da Spartaco | 33 Commenti »

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

33 commenti a “Il TeleArcore di prima serata

  1. ezio ha detto:

    @lele
    non e’ faziosita’, e’ realta’ che schizza ancora oggi, in molte discussioni politiche tra piu’ contendenti. E margheritiani di rutelli, lo rivadiscono ancora oggi, di quella grande perdita di tempo in favore di vari dico copie di fatto ecc……….
    non lo sto dicendo io, anche se posso ammettere, di certi problemi me ne puo’ fregare di meno.

  2. ezio ha detto:

    @zerb
    amico, tu contesta quello che ho detto con prove che dicano il contrario, e io daro’ ragione a te.
    Controlla poi, quanto tempo dei 2 anni, e’ stato dedicato ai dico e a mettere tasse (tanto gioiose per gl’italiani, ma a dire di prodi, sono valse a frenare il debito pubb. come se mettere tasse fosse un impresa impossibile a chiunque)e quanto e’ stato dedicato per i problemi vari del paese.
    buon viaggio di ritorno freund.

  3. lele ha detto:

    ezio
    la versione ufficiale della caduta del governo del governo nel ’96 è quella da te descritta,a,me,risultava quella ufficiosa che detto.no comment.
    L’affermare che il governo dal 2006 al 2008 abbia discusso solo di di-co mi sembra molto faziosa e,se permetti,senza alcun criterio critico!

Lascia un commento