eXTReMe Tracker

La posta in gioco

25 Maggio 2005 alle 11:05
calogero

La legge sull’aborto non è intoccabile. Se l’astensionismo dovvesse vincere nei referendum sulla procreazione, allora il dibattito sulla 194 potrebbe riaprirsi. maurizio gasparri apre un nuovo versante di scontro a pochi giorni dal voto.
Tempo fa leggevo un intervista al cardinale Ruini, all’obiezione del giornalista che non è logico affannarsi tanto sul futuro degli embrioni congelati quando in realtà viviamo in un paese che ha regolamentato l’aborto con una legge, il cardinale rispondeva candido: infatti anche quella legge andrebbe cambiata.
Logico, no?, se tuteli l’embrione, allora come permettere l’aborto?
E’ questa la posta in gioco. Scardinare la 194 e tornare al medioevo delle mammane, che fanno più danni ma mettono la coscienza dei cattolici a posto!
quindi ragazzi non ci resta che VOTARE 4 SI ai referendum!

Pubblicato in L'ora di religione, Orrore, Povera Italia, Ratzinger, Vita quotidiana da calogero | 8 Commenti »

tn  tags: , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

8 commenti a “La posta in gioco

  1. calogero ha detto:

    sono d’accordo. Quando vedo le donne parlare della loro fede o difendere la chiesa mi domando come fanno. La subalternità della donna nella chiesa mi da il voltastomaco.

  2. moka ha detto:

    La chiesa cattolica verso la donna ha dimostrato solo una cosa: disprezzo.

  3. calogero ha detto:

    paura di cosa? che Dio esista davvero? ❓

  4. mi ha detto:

    per paura

  5. swampthing ha detto:

    sono pochi. ci sono genitori non credenti (o poco credenti) che li fanno battezzare lo stesso… per scaramanzia? per conformismo? non lo so…

  6. mi ha detto:

    si sentono rappresentativi, quanti sono i bambini NON battezzati?

  7. grenouille ha detto:

    Sentivo oggi un vescovo invitare gli italiani a non andare a votare.
    Io mi chiedo cosa direbbe quel vescovo se un politico invitasse gli italiani a non andare a messa.
    Sicuramente ci sarebbe una levata di scudi per la volgare intromissione della politica negli affari della chiesa.
    La chiesa non sta facendo lo stesso con gli affari dello stato?

  8. swampthing ha detto:

    Nel medio evo la chiesa cattolica aveva vita facile, speriamo di esserci evoluti da quegli anni oscuri.

Lascia un commento