eXTReMe Tracker

Non è assurdo?

1 Agosto 2007 alle 09:22
marco

lucignolo.jpg

La curiosità è spesso perversione. Ecco perché ieri sera ho guardato Lucignolo.
Fra le note dei successi musicali vecchi e nuovi, intercalati dalle immagini psichedeliche della notte, con le sue luci, i suoi luoghi e i suoi percorsi, si succedono i servizi sul VIP di turno.
Mentre la noia lentamente mi si infila nelle cervella, subdola com’è, improvvisamente, a legittimare in qualche modo questo mio suicidio mentale, interviene Simona Ventura.
Cercano di aiutarla, mi sembra. Fanno un po’ di pubblicità gratis alla tuta che indossa con fare sbarazzino – gambe incrociate – frutto della joint venture con l’amica Federica De Pompeis.
Il giornalista, poi, è molto bravo. Sembra tutto vero. Forse lo è, non saprei, non me ne intendo.
Poi, come un fiume in piena, la Ventura prova ad avventurarsi arrampicandosi sugli specchi delle sue bugie: sul divorzio professionale da Lele Mora (dovuto solo al fatto che “nella vita succede di prendere strade diverse”), sulla presunta superamicizia ventennale con Briatore (“mi butterei nel fuoco per lui”) e, dimenticate le terribili battaglie legali, si lascia andare a commenti entusiastici (e molto cattolici) sul rapporto “ritrovato” con l’ex marito Bettarini.
Poi chi la intervista le chiede se ritiene di essere stata strapagata, per la sua partecipazione a Sanremo, e la mia attenzione si risveglia.
Lei risponde candidamente di no. Sono gli altri che sono stati strapagati. Baudo è stato strapagato. Le risulta di aver percepito “appena” 70.000 euro a serata.
Ormai completamente azzerati dalle cifre assurde pagate per la partecipazione di un qualsiasi stupidissimo ospite ai programmi televisivi, i miei neuroni finalmente, in uno sprazzo di lucidità, si risvegliano mi permettono di contare.
E il calcolo che ne scaturisce è allucinante: la simpatica Simona ha intascato in un giorno quanto un impiegato medio percepisce come stipendio in quattro anni. Quattro anni per cinque serate dà vent’anni: tanto ci vuole al solito impiegato per veder sparire in bollette, rate, spese e controspese i 350.000 euro che la Ventura ha messo in tasca per una settimana lavorativa standard.
Ora mi chiedo: sarà normale che esistano queste differenze fra le persone comuni e i VIP?
Ci penso bene e mi rispondo che in fondo lo vogliamo noi, anche se ci lamentiamo, perché li guardiamo, li spiamo, decantiamo le loro gesta, frequentiamo i posti dove vanno loro, sperando di incontrarli, leggiamo avidamente le riviste che li ritraggono in spiagge “in” o su panfili milionari. Così facendo, permettiamo loro di sentirsi diversi, più grandi, più importanti di noi.
Quando li incontriamo per la strada, ci batte forte il cuore. Vorremmo quasi chieder loro un autografo, però la vergogna ci frena.
Vediamo il giocatore che pedala spensierato lungo una viuzza nella stessa località di villeggiatura dove siamo noi, seguito dalla moglie-cavallona e dai biondissimi-bellissimi figli e ci trasformiamo nell’agente Fox Mulder quando vede gli alieni. Allungando la mano si potrebbe addirittura toccarli, nella folla, al mercatino, come fece la donna malata di perdite di sangue con Gesù.
Non è assurdo?

Pubblicato in Povera Italia, Televisione da marco | 52 Commenti »

tn  tags: , , , , ,

Articoli più o meno correlati:

Aggiungi a:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • del.icio.us
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Furl
  • digg
  • Spurl
  • Reddit
  • blogmarks
  • NewsVine
  • YahooMyWeb
  • Smarking

52 commenti a “Non è assurdo?

  1. er mahico ha detto:

    anticipando i tempi, da buon agente KGB :cccp: ho mandato le foto con mezzi di fortuna 🙂 Operativo !

  2. er mahico ha detto:

    domani sono a casuccia mia 🙂 mando tutto da lì 🙂

  3. qirex ha detto:

    off topic.
    mi raccomando, sulla mia maglietta c’è il copyright.

  4. swampthing ha detto:

    @er mahico

    :offtopic:

    mandami le foto… :mrgreen:

  5. er mahico ha detto:

    odio la televisione, sempre di più.

  6. Genny ha detto:

    Ola Evileyes :mrgreen:, buone vacanze G. POPOLARE.

  7. G. POPOLARE ha detto:

    Beh ragazzi io parto per le vacanze….non sarà òa “bellavita” dettata da Lucignolo ma la mia famiglia la preferisco a Briatore….i panini in autogrill con davanti i miei figli compensano i miliardi che non ho! Un saluto a tutti e particolarmente a Guido ed Evileyes per l’interessante discussione! :celebrate:

  8. Sharphead ha detto:

    E’ uno schifo. Come per tutti i business.

  9. evileyes ha detto:

    Non è normale.
    E’ la regola, ma – insisto – non è normale.

  10. emilio ha detto:

    no, non è assurdo.
    è semplicemente nella logica delle cose; sarà magari poco carino ma è normale che sia così.

  11. evileyes ha detto:

    Un po’ per il tipo di blog, un po’ per l’accendersi della discussione, in effetti non ti abbiamo salutato. Ola, Genny!

  12. Genny ha detto:

    Peccato, essendo un nuovo commentatore non mi avete dato il benvenuto 🙁
    Fa niente.
    Ogni mattina vedo il programma Matinée, è una trasmissione culturale molto divertente che piace a tutti gli italiani (molti lo vedono per compagnia o altro), è come la radio. Poi altri programmi noiosi sono quelle persone che non le sopporto Grimilde e altri quelli che parlano la vita dei v.i.p. che a me non me ne importa proprio, poi i Reality-TV da abolire ed infine l’apparizione dei politici di destra che si comportano come i v.i.p., che imbecilli! Spero che il governo cambi il sistema televisivo al fine di bandire i reality show che sono volgari e pericolosi per i bambini.

    :star: Viva la Revolucción :cccp: :rasta:

  13. evileyes ha detto:

    La libertà è l’informazione. Conoscere la verità ci rende liberi.
    Questo blog crea e propone informazione, quindi crea libertà.

  14. guido ha detto:

    Caro Popolare, non posso che condividere quello che hai scritto. Da molto tempo ormai andare in televisione sembra essere più importante e sembra dare più potere, fama e denaro di qualunque altra cosa ed è pertanto la meta più ambita, a qualunque costo, per un numero crescente di persone, in specie giovani. Sono d’accordo anche sul resto, sulle lobbies in particolare … io, tu ed evileyes abbiamo la massima libertà di scontrarci qui (ed è già qualcosa, tutto sommato), ma poteri forti regolano l’accesso ai media, per cui molto difficilmente avremmo la possibilità di esprimere le nostre idee laddove ci sia il rischio che vengano anche ascoltate.

  15. evileyes ha detto:

    E first of all ci scordiamo il potere economico?
    Credo che sia quello a muovere gli altri, o mi sbaglio?

  16. G. POPOLARE ha detto:

    Caro Guido anche io ritengo di essere un presuntuoso nell’esprimere le mie opinioni e trovo legittimo che tutti indiscriminatamente abbiano il diritto di farlo come non mi sognerei mai di negare alla Ventura o a chicchessia di esercitare la loro televisione che possa piacere a me o meno, ma quello che ritengo di vitale importanza oggi e soprattutto in Italia è che proprio a causa del modo di fare di tipo “lobbystico” tipicamente italiano che stiamo lentamente perdendo (senza esagerare naturalmente) un poco di libertà….nella musica ad esempio, nella farmaceutica, nello spettacolo, nello sport, nella sanità nell’energia ecc questo modo di fare, a mio avviso (ma potrei sbagliarmi), sta creando dei grossi problemi…..la TV sempre a mio avviso ha un ruolo molto importante in tutto questo e chiunque si renda complice di ciò, a qualsiasi prezzo lo faccia, trovo che non fa il mio interesse o quello dei miei figli ma di qualcun’altro di cui non saprei dirti il nome….oggi ci sono solo tre poteri che dominano tutto…..il potere politico, il potere legislativo e last but not least il potere mediatico….forse il più insidioso!

  17. guido ha detto:

    Caro Evileyes,
    Sono contento che tu possa esercitare la tua libertà di pensiero e di opinione, indipendentemente dal fatto che io non condivida affatto il tuo pensiero, che trovo illiberale. Mi secca un po’ di più che continui con il ricatto intellettuale di volermi per forza attaccare come fossi il portavoce di un partito o di una coalizione, mentre io mi limito ad un filo logico di pensiero libertario partendo dall’argomento (futile, se vogliamo) da te portato come germe di discussione.
    Confermo che trovo fortemente paradossale l’uso di uno strumento di libertà, per propugnare soluzioni anti-libertarie, ma è anche logico, data la natura dello strumento stesso: anche i talebani, quelli veri, fanno ampio uso di internet. Ciò non vuol dire che io non provi orrore per tutte le cose che hai elencato, per le quali, del resto, pur senza condividere certe interpretazioni, qualunque persona normale e raziocinante prova sgomento. L’elencazione che hai fatto, con il sottinteso che io sia invece insensibile e magari favorvole e tutto questo è solo una banale forma di retorica populistica nella quale, a quanto pare sei maestro. Non ti chiamerei mai “popolare”, ma casomai “nazional-popolare”.

  18. evileyes ha detto:

    Chiedo scusa. Credevo tu ti rivolgessi a me.
    E’ per questo che è meglio mettere l’at.

  19. evileyes ha detto:

    @ guido: non ho i tuoi stessi gusti e non capisco cosa tu voglia intendere con l’epiteto “Popolare”.

  20. guido ha detto:

    Caro Popolare, forse non abbiamo le stesse idee, ma abbiamo gli stessi gusti in fatto di cultura e questo è consolante. Tra le cose vere che hai detto, c’è forse che io, al contrario della Ventura, non posso andare da Briatore quando voglio, ma, vorrei aggiungere, ecchisenefrega … non credo che ci andrei nemmeno se potessi. Circa le altre cose, ci sarebbe da discutere, piacevolmente, per anni, per esempio sui concetti di libertà, di stato di diritto, di certezza del diritto, di immigrazione ecc ecc, ma si parlava della Ventura e dei suoi illeciti (?) guadagni. Ah … dimenticavo, sì, sono presuntuoso.

  21. evileyes ha detto:

    @ guido:
    A parte il fatto che si coglie NEL segno e non IL segno, semmai ti ho risposto perché non mi riesce non rispondere alle provocazioni.
    Comunque io non ho mai (e dico mai) detto che la gente non deve guardare la TV, oppure pagare Murdock per avere la pay TV, oppure andare in un sexy shop e comprarsi un vestitino sado-maso.
    Trovo immorale la quantità di denaro che gira nel mondo dello show-business, ma voi liberali l’immoralità non sapete cosa sia. Anzi, per voi è immorale parlare di soldi facili, di evasori fiscali, di frequenze da liberare e così via.
    Sentire poi parlare di censura chi ha votato per il Grande Censore, che ha cacciato i topi che ballavano dalla sua televisione (cinque reti), ha davvero del ridicolo.
    Prova orrore per le discriminazioni, per il razzismo, per la gente che muore di fame e altra gente di pari (o inferiore) levatura che sguazza nell’oro e si preoccupa solo della toeletta del barboncino.
    Prova orrore per i bambini che muoiono in Africa e nessuno saprà mai se fra loro ci sarebbe potuto essere lo scopritore del vaccino per l’AIDS o il nuovo Jimi Hendrix.
    Prova orrore per chi in medio oriente ha la piscina rivestita in oro zecchino, mentre la gente, per garantire il futuro alla propria famiglia, si butta nelle mani della morte con qualche chilo di esplosivo legato intorno al torace.
    Prova orrore per chi finanzia i talebani (quelli veri) e poi fa finta di correr loro dietro per mantenere il potere politico ed economico.
    Non provare orrore per me e per quello che scrivo su internet. Visto che la libertà citi, la libertà esercito.

Lascia un commento